Avellino, Salvini beve Taurasi. Su De Mita: meglio fare il nonno

Avellino, Salvini beve Taurasi. Su De Mita: meglio fare il nonno
4' di lettura

“La felpa con la scritta “Avellino”, che avete voluto regalarmi, magari la porto a qualcuno di quelli della Cgil là fuori. Così si scaldano il cuore”. Primo applauso di un cinema Partenio gremito per accogliere il vicepremier e Ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Venuto ad Avellino per dare manforte a Biancamaria D’Agostino, candidata a sindaco con la Lega. Salvini non risparmia nulla dei temi di repertorio che hanno spinto il Carroccio in cima ai sondaggi di gradimento nazionale: lotta ai migranti, sicurezza, legittima difesa, valorizzazione dei prodotti made in Italy. Il tutto condito da qualche “coup de théâtre”, studiato proprio per la visita avellinese. E così il “ministro degli Italiani” non lesina attacchi al sindaco di Nusco, Ciriaco De Mita, che ha deciso di ricandidarsi a primo cittadino a 91 anni, riservandogli un irridente, “largo ai giovani, io se arriverò a quell’età mi godrò i miei nipoti facendo il nonno”. E poi dimostra di apprezzare la bottiglia di Taurasi che gli è stata regalata, approfittandone per ironizzare su uno dei suoi più accaniti detrattori, il giornalista e scrittore anti-camorra Roberto Saviano.

L’arrivo di Salvini

Ma per ricostruire il “film” di questa mattinata, bisogna tornare a qualche minuto prima della salita del vicepremier sul palco del cinema Partenio. Siamo all’ingresso, poco prima di mezzogiorno. Salvini si fa largo fra la pletora di folla assiepata che lo attende da oltre un’ora, sorvegliata dal vasto dispiegamento di forze di polizia. E’ allora che iniziano i cori di chi lo ama: “Grande Matteo, grande, ti amo, mandali tutti a casa”. E chi, invece, sono in minoranza questa mattina, lo apostrofa con un “sei bluff peggio del Milan”, tirando in ballo la passione rossonera del vicepremier. Ma se, all’esterno del cinema abbiamo la possibilità di vivere in prima persona la capacità di Salvini di “spaccare l’opinione pubblica”, all’interno i presenti sono tutti per “il capitano”.

Ad arringare ulteriormente il pubblico ci ha pensato proprio la candidata a sindaco D’Agostino, promettendo di “abbattere un sistema consolidato incentrato sulle clientele. Dove i giovani sono costretti ad andar via e tutto è gestito dai soliti feudatari. Ora abbiamo l’occasione di espugnare questa roccaforte”.

E dagli stessi temi prende spunto l’intervento vicepremier leghista. Ben conscio del tempo a disposizione, e del compito che oggi è chiamato a svolgere, decide di rispolverare tutti i cavalli di battaglia leghisti in un tourbillon di slogan interrotto solo dagli applausi del pubblico.

“Qui ci sono italiani orgogliosi di essere italiani. Non razzisti o fascisti, come dice qualcuno, ma persone consapevoli di quello che vanno a scegliere. Chi sceglie la Lega sceglie aiuti concreti alle periferie, i bonus bebé, la valorizzazione dei nostri vini e del nostro cibo che è il migliore al mondo, sicurezza nei luoghi sensibili come le scuole dove istalleremo più telecamere, lotta senza quartiere a mafia e camorra, legittima difesa per chi viene aggredito a casa propria”, esordisce il ministro che poi rincara la dose proprio sul tema della legittima difesa.

“Non faremo come certa sinistra che si preoccupa dell’incolumità del povero rapinatore che doveva scegliersi un lavoro onesto se non voleva rischiare. I veri onesti sono quegli italiani che hanno diritto a sentirsi tutelati in casa propria. I reati sono in calo, gli sbarchi dei migranti sono diminuiti del 90 %, i numeri ci danno ragione. Ma non è grazie al Ministro dell’Interno, quanto al gran lavoro delle forze dell’ordine a cui io dico grazie ogni giorno. Certo, bisogna fare di più. Non è possibile che in pieno giorno, a Napoli, una bambina resti ferita da un colpo di pistola”.

Salvini non si sottrae al caso Siri, che ha generato la prima grande frattura con i partner di governo pentastellati. Cinquestelle che chiedono un passo indietro del sottosegretario leghista, indagato in un’inchiesta di corruzione poiché avrebbe tentato di favorire, con emendamento, un imprenditore dell’eolico ritenuto vicino al super latitante Matteo Messina Denaro. Mercoledì potrebbe esserci un consiglio dei ministri decisivo, ma Salvini ribadisce di non essere in ansia.

“Avrò un appuntamento che ritengo più importante per gli italiani, proprio mercoledì. Con i rappresentati di associazioni di recupero per tossicodipendenti. Combatteremo la droga senza quartiere, no a nessun tipo di legalizzazione, no allo Stato spacciatore”.

Qualcuno porge al ministro la bottiglia di Taurasi.

“Saviano, cosa dici?”

“Chissà cosa dirà Saviano – sorride lui – perché il ministro degli Interni ha una bottiglia di vino? Dà un messaggio negativo… beh glielo dico io, perché il nostro vino è il migliore del mondo. E le nostre eccellenze vanno valorizzate ovunque. Un‘agricoltura che è stata messa in secondo piano da chi ci ha preceduto e che noi vogliamo far affermare in Europa. E’ di questo che l’Italia ha bisogno e di infrastrutture. Non si può dire sempre no (rivolgendosi indirettamente ai grillini), l’Italia e gli italiani hanno bisogno di sì”.

Dopo gli applausi è tempo dei selfie.

“Mettetevi in fila”, invita la folla il ministro con fare premuroso. Ma non risparmia un must, “bacioni ai comunisti là fuori. Che sono come i panda. Esserini ai quali bisogna voler bene perché sono in via d’estinzione”

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie