Avellino, sicurezza tribunale: avvocati penalisti in sciopero per 7 giorni a febbraio

Avellino, sicurezza tribunale. La Camera penale irpina ha proclamato l'astensione dalle udienze per sette giorni a febbraio 2020.

tribunale avellino ingresso


1' di lettura

La questione legata alla sicurezza sismica del tribunale torna d’attualità. La Camera penale irpina ha proclamato l’astensione dalle udienze per sette giorni (13-14-15-17-18-19-20 febbraio 2020). Mercoledì 19 febbraio 2020 è prevista una assemblea aperta a tutti gli iscritti e agli avvocati interessati. L’incontro inizierà alle 11.00.

La decisione è arrivata perché dagli organi competenti non sono arrivate risposte sulla sicurezza della struttura di piazza D’Armi. Una vicenda che si è protratta per mesi. E che è stata in parte ripercorsa nel documento della Camera Penale, guidata dal presidente Luigi Petrillo.

Sicurezza tribunale: proteste degli avvocati

Una decisione arrivata dopo che per mesi gli avvocati non hanno ricevuto risposte. Già a marzo dello scorso anno i legali avevano annunciato lo “stato di agitazione”. Sottoscritto, oltre che dalla Camera Penale, anche dall’Aiga di Avellino e dal Movimento forense irpino.

In quel documento venivano denunciate, fra le altre cose, criticità relative all’ impianto elettrico non a norma, all’assenza dell’impianto per gestire le scariche elettriche e veniva ribadita la necessità di interventi di adeguamento sismico e antincendio.

Senza dimenticare l’empasse che riguarda i fondi dedicati ai lavori per la messa in sicurezza del tribunale di Avellino. Soldi fermi nelle anse burocratiche fra il Comune di Avellino e il Provveditorato delle Opere Pubbliche. Da allora nulla è cambiato e in tribunale è ancora visibile un documento firmato dal presidente del palazzo di giustizia che invita gli utenti a “lasciare in fretta il tribunale appena svolti gli adempimenti”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!