Avellino, spaccio davanti scuola: fissati gli interrogatori per i ragazzi

Avellino, quattro persone arrestate per spaccio davanti alle scuole. Fissati gli interrogatori di garanzia.

zaino rubato ariano irpino
1' di lettura

Sono stati fissati per martedì, 15 ottobre 2019, gli interrogatori per i ragazzi arrestati dai carabinieri con l’accusa di spaccio davanti a locali e scuole di Avellino. Gli indagati compariranno davanti al giudice per le indagini preliminari, Marcello Rotondi. E, se non rimarranno in silenzio, potranno offrire la loro versione dei fatti e fare chiarezza su altri aspetti dell’indagine.

Avellino, spaccio davanti scuola: fissati gli interrogatori

Poi le difese, rappresentate fra gli altri dagli avvocati Alberico Villani e Roberto Romano, potrebbero chiedere l’attenuazione delle misure cautelari. Al momento i quattro indagati sono ai domiciliari. I carabinieri della compagnia di Avellino, guidati dal capitano Francesco Niccolò Pirronti, hanno ricostruito una serie di episodi di spaccio. Cessioni, principalmente di hashish, che venivano concordate attraverso Instagram e Whatsapp. Il prezzo si aggirava fra i venti e trenta euro, a seconda della consistenza della dose. Gli indagati usavano parole in codice. “Pizza”, “cioccolata”, “giubbini”, per riferirsi alla droga. E minacciavano gli acquirenti che pagavano in ritardo.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!