Avellino, terrorizza la ex inseguendola con la Punto: scarcerato

Avellino, stalking, lesioni e violenza privata. Il Riesame di Napoli revoca gli arresti domiciliari per un 50enne.

1' di lettura

Stalking, lesioni e violenza privata alla ex compagna: 50enne di Avellino “scarcerato” dal Riesame di Napoli. I giudici hanno revocato gli arresti domiciliari, ai quali l’indagato era sottoposto, sostituendoli con il divieto di avvicinamento alla persona offesa. Come richiesto dall’avvocato del 50enne, il legale Raffaele Tecce. (La foto di copertina è di archivio)

I carabinieri avevano arrestato l’indagato dopo la denuncia della donna. Una serie di episodi, iniziati nel 2017 dopo la fine della relazione col 50enne. Vicende ripercorse nell’ordinanza cautelare, firmata dal gip del tribunale di Avellino, Fabrizio Ciccone. L’uomo era stato sottoposto ai domiciliari.

Avellino, stalking e inseguimento in auto

L’ex compagna lo scorso settembre lo aveva denunciato, raccontando di un inseguimento in auto che poteva avere conseguenze drammatiche. La donna si era accorta, di essere seguita dalla Fiat Punto dell’indagato, all’altezza dell’FCA di Pratola Serra. Lui l’aveva sorpassata e costretta ad accostare. Lei si era rinchiusa in auto e aveva telefonato ai carabinieri di Montelfalcione.

I militari avevano raccolto la sua denuncia. Lei aveva ricostruito alcuni episodi: un ceffone sferrato dopo un litigio o un appostamento in auto, sempre con quella Punto, nel parcheggio del supermercato. Così erano arrivati gli arresti domiciliari per il 50enne. Ora il Riesame ha attenuato la misura.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!