Avellino, stipendi gonfiati all’Asl: interrogato un paramedico

Avellino, stipendi gonfiati all'Asl: interrogato un paramedico


1' di lettura

Procedono spedite le indagini sui doppi stipendi all’Asl di Avellino. Questa mattina è stato ascoltato un paramedico finito nel mirino della guardia di finanza. Al momento sono cinque le persone sotto inchiesta fra medici, proprio il professionista ascoltato e un contabile.

I professionisti avrebbero causato un danno erariale di circa 600mila euro all’azienda. Le accuse di peculato e falso sono riferite a una presunta appropriazione indebita, attraverso un sistema che consentiva di “gonfiare” le buste paga.

Nelle scorse settimane era stato stato riascoltato il medico, originario dell’Alta Irpinia, accusato di aver indebitamente intascato circa 200mila euro. Il professionista, difeso dagli avvocati Salvatore e Antonio Rosania, ha sempre respinto tutte le accuse. E fornito ulteriori elementi sui quali si sono focalizzati gli investigatori.

Proprio il paramedico e una donna si erano aggiunti al registro degli indagati arrivati a cinque. Adesso le fiamme gialle, delegate dal procuratore capo Rosario Cantelmo e dal sostituto Fabio Massimo Del Mauro, lavorano per ricostruire il sistema con cui gli stipendi sarebbero stati “gonfiati”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie