Avellino, truffa alla Q8 con carte prepagate: in 2 a processo



1' di lettura

Una truffa alla Q8 . Un danno economico da oltre 50mila euro. L’accusa, che ora costerà un processo, a un 54enne e a un 29enne di Avellino. I fatti risalgono a ottobre del 2017.

Per gli inquirenti gli imputati avrebbero utilizzato card prepagate, che di solito vengono date agli utenti per effettuare rifornimenti o riscuotere premi, senza che le transazioni di carburante venissero registrate e senza che il denaro venisse quindi incassato dalla pompa di benzina.

Nel mirino dei presunti truffatori – secondo la ricostruzione effettuata dalla polizia di Avellino – era finito un distributore di Avellino. Fra gli imputati anche un dipendente. Inizialmente nell’indagine si era parlato anche di carte intestate fittiziamente a degli immigrati.

Accuse sempre respinte dai diretti interessati. Ora proveranno a dimostrare la loro innocenza in aula. Quando saranno rappresentati dall’avvocato, Rolando Iorio.

Articoli recenti

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie