Avellino, ufficiale accusato di truffa legata a una missione in Iraq: assolto

Era accusato di aver creato un danno da trentamila euro allo Stato

1' di lettura

Una macchia sulla divisa che avrebbe potuto stroncargli la carriera. Lui ufficiale pluri-decorato, originario di Avellino, era accusato di una truffa commessa durante una missione in Iraq, per intascare trentamila euro e danneggiare lo Stato.

L’assoluzione

Ora il Tribunale Militare di Napoli ha assolto il quarantenne, accogliendo il ricorso del suo avvocato, il legale Danilo Iacobacci, che ha sostenuto l’assenza del danno per lo Stato e della volontà dell’uomo di commettere il reato. E, quindi, nessun dolo, presupposto alla base dell’elemento soggettivo: la coscienza e la volontà dell’imputato di commettere il reato contestato. Qui, come avrete capito, non c’era.

Le accuse

L’indagine era scattata dopo che il militare aveva avuto un malore durante la missione in territorio straniero. Quando era stato soccorso, si era scoperto che il soldato aveva subito un intervento chirurgico prima di partire. Per la Procura militare una omissione volontaria, il presupposto di una truffa per ottenere il pagamento riferito alla missione. Gli inquirenti erano andati fino in fondo chiedendo una condanna di nove mesi di reclusione, ma il Tribunale ha scelto diversamente: assoluzione piena.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie