Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro domestico / Badante con vitto e alloggio: costi minimi, quanto spetta?

Badante con vitto e alloggio: costi minimi, quanto spetta?

A quanto ammonta l'indennità che spetta a una badante con vitto e alloggio? In questo articolo vediamo insieme quali sono i costi minimi.

di The Wam

Aprile 2022

A quanto ammonta l’indennità che spetta a una badante con vitto e alloggio? In questo articolo vediamo insieme quali sono i costi minimi stabiliti e come effettuare il calcolo (leggi su Telegram tutte le news sul lavoro domestico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Quando è dovuta l’indennità di vitto e alloggio

Prima di addentrarci nel discorso per calcolare l’importo dell’indennità è importante sottolineare quando spetta.

Solitamente, quando una collaboratrice domestica firma un contratto da badante con vitto e alloggio viene accolta nella abitazione del datore di lavoro o dell’assistito, perciò vitto e alloggio sono già messi a disposizione.

Ci sono alcuni casi, però, in cui questo non è possibile e, alla badante che lavora in regime di convivenza o 24 ore su 24, dovrà essere corrisposto un corrispettivo o meglio la cosiddetta indennità sostitutiva. 

In generale, l’indennità di vitto e alloggio deve essere pagata nel caso in cui la badante non usufruisca di tali servizi e tutte le volte in cui sarà in congedo, ferie, malattia. In sostanza, ogni volta in cui la badante trascorre delle giornate fuori dalla residenza del datore. 

Aggiungiti al gruppo Telegram sul lavoro domestico ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quanto spetta alla badante con vitto e alloggio

Dopo aver visto quando spetta l’indennità sostitutiva, vediamo ora quanto spetta a una badante con vitto e alloggio e quali sono le cifre minime stabilite dai contratti collettivi.

In particolare, la cifra che dovrà pagata alla collaboratrice sarà di 5,61 euro al giorno.

Questo importo è la somma dei costi minimi previsti per: 

Inoltre, come abbiamo visto prima, anche alla badante che alloggia nell’abitazione del datore o dell’assistito spetta l’indennità sostitutiva ogni volta che è in ferie, in congedo o comunque lontana dalla residenza solita.

Quindi, a una badante con vitto e alloggio che maturerà 26 giorni di ferie (cioè il massimo previsto da CCNL) dovrà essere pagato un totale di 145,86 euro (ovvero 5,61 x 26) da sommare al compenso mensile previsto da contratto. 

badante con vitto e alloggio
Badante con vitto e alloggio: costi minimi, quanto spetta?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul lavoro domestico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp