Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro domestico / Badante convivente: obblighi per il ricovero dell’assistito

Badante convivente: obblighi per il ricovero dell’assistito

Scopri quali sono gli obblighi per la badante convivente in caso di ricovero della persona assistita.

di The Wam

Dicembre 2021

Quali sono gli obblighi di una badante convivente quando la persona assistita viene ricoverata? Può accadere, per esempio, che l’anziano di cui la collaboratrice domestica si prende cura, finisca in ospedale per più tempo.  (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

In questo articolo vedremo:

INDICE

Cosa prevede il contratto per la badante convivente?

Il contratto domestico 2021 prevede che, quando richiesto, la badante abbia il dovere di prestare servizio di assistenza a casa, in ospedale o nella struttura di ricovero, svolgendo le attività già effettuate in ambito domestico. Per esempio pulizia e assistenza.

Il Ccnl domestico prevede delle norme specifiche che regolano il lavoro della badante convivente come fornire assistenza a persone disabili, anziane o malate durante diverse attività: cura dell’igiene personale della persona assistita, pulizia della casa, preparazione dei pasti.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Badante convivente: obblighi per il ricovero dell’assistito

Il contratto domestico 2021 prevede due scenari:

In caso di assistenza in una struttura sanitaria, entro cinque giorni dai cambiamenti, il datore di lavoro deve comunicare all’INPS eventuali variazioni legate a luogo di lavoro, orario e impiego della badante.

Condizioni lavorative della badante convivente in caso di ricovero dell’assistito

Come anticipato, anche in caso di assistenza in ospedale o altre strutture sanitarie, le condizioni di lavoro della giornata restano uguali a quelle applicate precedentemente al ricovero. Per semplificare: non cambiano le condizioni di lavoro, i giorni liberi, le ferie, i permessi, il periodo di malattia previsti per la badante.

C’è inoltre una indennità fino a 100 euro al mese che spetta alle badanti inquadrate nel Livello C super’ o ‘D super. Figure professionali addette all’assistenza di più di una persona non autosufficiente. Alle lavoratrici in possesso della certificazione di qualità spetta anche una indennità fino a 10 euro al mese.

badante convivente ricovero assistito obblighi orari

Lavoro domestico notturno: quale contratto?

Per il lavoro notturno domestico, invece, ci sono due opzioni:

In questo approfondimento ci siamo occupati del costo di una badante impegnata solo in orario notturno.

Se hai delle domande sul tipo di assistenza svolta da una badante convivente, scrivici su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp