Banchi con le rotelle ritirati in Veneto: sono pericolosi?

I banchi con le rotelle sono davvero pericolosi? Il Veneto ritira gli arredi delle polemiche dalle scuole perché fanno venire il mal di schiena agli studenti.

Banchi con le rotelle ritirati in Veneto: sono pericolosi?
Banchi con le rotelle ritirati in Veneto: sono pericolosi?
2' di lettura

Banchi con le rotelle, la polemica infinita sullo spreco. Il Veneto ritara i banchi con le rotelle dalle scuole. Perché? Causavano problemi posturali agli studenti. Milioni di euro per tenerli magazzino. Cosa è successo. (Leggi le ultime notizie sulla scuola)

Banchi con le rotelle: il Veneto li ritira

Una polemica diventata il simbolo delle inefficienze del sistema, oltre che del rumore di sottofondo che accompagna il decorso lento quando deludente di questo anno di pandemia. I banchi con le rotelle non sono piaciuti in Veneto, che ora li vuole ritirare perché farebbero venire il mal di schiena.

L’assessore regionale all’Istruzione Elena Donazzan ha affermato che i banchi con le rotelle sono “bocciati”, in quanto in molte scuole (alle medie soprattutto) sono stati riposti nei magazzini perché non permettevano agli alunni di assumere una postura corretta, tanto da causare mal di schiena.

Il tutto a seguito di una riunione che ha visto la partecipazione dei sindacati, dell’assessore regionale ai Trasporti Elisa De Berti, della direttrice dell’Ufficio Scolastico regionale Carmela Palumbo e della Prefettura di Venezia

“Bocciamo pertanto interventi assurdi e poco salutari come lo sono stati i banchi con le rotelle che, come è emerso nella riunione, sono stati ritirati dai plessi scolastici in cui erano stati introdotti perché erano causa di mal di schiena”(Corriere della Sera)

La riunione era stata indetta per far fronte alla riapertura delle scuole superiori nella regione Veneto, prevista per il 1 febbraio 2021 (Leggi anche “Riapertura scuola. Le 7 regioni che ripartono“).

Daniela Avanzi, segretario dello Snals, avrebbe denunciato l’inadeguatezza dei bacchi in sede di riunione, affermando che gli studenti sono “troppo piccoli” per questi banchi, originariamente pensati per gli adulti. Per questo, rischierebbero, a suo avviso, di causare problemi posturali.

Le responsabilità di Arcuri

Il dito è stato puntato fin dall’inizio sul responsabile dell’ordine, il Commissario Straordinario Domenico Arcuri, che si è attirato le critiche generalizzate di molti interlocutori, sia per i costi sia per la scelta in sé, giudicata non necessaria.

Un polemica che la Ministra dell’Istruzione del governo uscente Lucia Azzolina ha proprio recentemente definito “stucchevole”, nel tentativo di difendere la linea del Ministero.

«Riducono i focolai e trovo stucchevoli le polemiche, si tratta di strumenti che fanno parte di scuole innovative e permettono un approccio alla didattica diverso»

Fonte: Il Corriere della Sera

Anche il Resto del Carlino ha raccontato il distacco tra la realtà dell’utilizzo di questi banchi e l’idea che da principio ne avevano indotto l’acquisto. Sembra che alla prova dei fatti siano sia poco funzionati per l’attività in classe che oggettivamente scomdi.

L’investimento per l’acquisto di questi banchi mobili è stato particolarmente ingente ben 119 milioni ma in molti sembrano avere dubbi sull’utilità e l’impiego.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie