Baratto amministrativo per non pagare le tasse, le regole

Baratto amministrativo per non pagare le tasse: lo sconto si applica su IMU, TASI, TARI e affitto delle case popolari. Scopri regole e requisiti.

3' di lettura

Non tutti sanno che in alcuni comuni c’è la possibilità di pagare i debiti arretrati con il baratto amministrativo (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Si tratta di una particolare forma di pagamento che non viene effettuata con i soldi, ma con il lavoro.

In questo articolo spiegheremo cos’è il baratto amministrativo e come scoprire se anche il vostro comune lo ha attivato.

Baratto amministrativo per non pagare le tasse

Il baratto amministrativo è una forma di pagamento che i comuni possono attivare per recuperare, in altro modo, i debiti dei cittadini.

Le tasse compatibili sono quelle di competenza comunale, quindi IMU, TASI e TARI.

Il cittadino, impossibilitato a saldare i suoi debiti, presta servizio per il comune dove è residente per lavori di pubblica utilità. Il suo lavoro dovrà essere svolto fino a saldare le sue morosità.

Il regolamento varia da comune a comune e non tutti i comuni attivano la procedura. Per scoprire se puoi usufruire del servizio dovrai necessariamente chiederlo al tuo comune di residenza.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Baratto amministrativo, requisiti

I requisiti specifici, come anticipato, sono fissati dal comune. Ma quelli generici sono invece dettati dal Decreto Sblocca Italia del 2014.

Questi sono i due obblighi fondamentali:

  1. Il cittadino richiedente deve presentare la documentazione che certifichi la sua situazione di sofferenza economica;
  2. Il contribuente deve avere sofferenze sui contributi locali come TASI, IMU, TARI o affitti delle case popolari.

Le amministrazioni poi potrebbero fissare dei limiti ISEE o soglie all’importo delle tasse non pagate. Ad esempio, il comune di Ivorio (Novara), che ha deciso di approfittare del Baratto Amministrativo, ha imposto ai cittadini:

  • Limite ISEE a 8.500 euro;
  • Limite massimo compensabile a 5.000 euro.

A Milano invece il limite ISEE è fissato a 21.000 euro e il cittadino non deve aver avuto problemi con la giustizia.

Altri comuni che lo hanno attivato sono Lecce e Fermo. Non vi resta che verificare al vostro comune di residenza se c’è la possibilità di utilizzarlo. Se hai delle domande sul baratto amministrativo 2021, scrivici su Instagram.

Baratto amministrativo per non pagare le tasse, le regole
Baratto amministrativo per non pagare le tasse, le regole

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie