Bellugi è morto. Aveva perso le gambe per il Covid

E' morto Mauro Bellugi, ex giocatore di Inter, Bologna, Napoli e dell'Italia. Ecco il suo calvario col Covid fino all'amputazione delle gambe.

Bellugi
Bellugi
2' di lettura

Mauro Bellugi è morto stamattina presso l’ospedale Niguarda di Milano, dove era ricoverato da circa due mesi a causa di complicazioni legate alla positività al Covid-19.

All’ex giocatore di Inter, Bologna, Napoli e della Nazionale italiana erano state amputate le due gambe per fronteggiare la terribile infezione causata dal virus e dalla lipofosfilipi, malattia del sangue di cui Bellugi era affetto.

L’aggravarsi del quadro clinico ha portato alla morte di Bellugi: aveva 71 anni, lascia la moglie Lory e la figlia Giada.

LEGGI PURE: Bellugi: gambe amputate. Inter: ti vogliamo con noi

Mario Bellugi è morto dopo l’infezione da Covid

Fu proprio Bellugi a raccontare il dramma in un’intervista a Repubblica: “Avevo male dappertutto, le gambe, la schiena. Una sera, anche ai piedi e non mi era mai successo. Mi levo i calzini e vedo che sono diventati neri come la pece. Così corro all’ospedale Monzino dal mio amico Piero Montorsi, interista matto, che mi guarda e mi dice: Mauro, inutile girarci intorno, se vuoi vivere bisogna tagliare, altrimenti puoi pure morire in due ore. Avevo la cancrena fino all’inguine e un male che non si può capire”.

Bellugi con la maglia dell’Inter (Piet Keizer)

Bellugi non s’era perso d’animo. Con la sua inconfondibile verve e tanto ottimismo aveva dichiarato di volere le protesi di Pistorius, per sostituire quelle gambe forti e muscolose che lo portarono a segnare un celebre gol al Borussia Monchengladbach, nella Coppa dei Campioni della stagione 1971-1972: una rete a cui Bellugi è sempre rimasto legato.

Dopo l’operazione, Bellugi non ha mai lasciato l’ospedale Niguarda di Milano, tenuto sempre sotto osservazione dall’equipe medica che lo ha operato. Sembrava potesse riuscire a tornare a casa, ma una terribile infezione ha reso necessario un nuovo intervento chirurgico. Bellugi era stato intubato qualche giorno fa, stamattina la notizia del decesso che ha sconvolto il mondo del calcio.

Calciatore dell’Inter per sempre

L’Inter e il suo ex presidente Massimo Moratti sono stati i primi a solidarizzare con Bellugi. Per te ci sarà sempre posto in questa società, magari potresti occupare dei rapporti con i club“, gli disse l’amministratore delegato nerazzurro Giuseppe Marotta. Moratti, invece, avrebbe voluto provvedere all’acquisto delle protesi da 50mila euro. Sarà tutto inutile: Bellugi ci ha lasciato e il calcio italiano piange la morte di un altro suo figlio.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie