Boato e fuga con 20mila euro: alba esplosiva in Irpinia

3' di lettura

Un colpo da oltre 20mila euro e un’auto danneggiata nell’esplosione. E’ caccia alla banda che questa mattina, 28 aprile, all’alba ha fatto esplodere un bancomat della filiale della Banca popolare di Bari del comune irpino di Andretta. La “sveglia esplosiva”, per i residenti di via Vittorio Veneto, è arrivata poco dopo le 5.30.

La filiale presa di mira si trova al primo piano di un vecchio palazzone, dall’altro lato della strada c’è un ufficio postale. Intorno case con i tetti bassi che affacciano su via Vittorio Veneto che, poi, procede fino al municipio di Andretta. Nessun altro edificio ha riportato grossi danni a causa della deflagrazione. Solo un’auto, una Lancia Ypsilon parcheggiata sulla strada pubblica, è stata danneggiata. I vetri della vettura sono andati in frantumi. Per fortuna l’esplosione non ha innescato una deflagrazione a catena.

Irpinia, fanno esplodere il bancomat e fuggono col bottino
Foto dei danni causati dall’esplosione di questa mattina

Esplosivi e organizzazione

I criminali hanno usato una pala con dell’esplosivo: un modo di agire che è stato ribattezzato dagli investigatori “tecnica della marmotta”. I criminali inseriscono un parallelepipedo di metallo, riempito di polvere pirica, nelle fessure del bancomat. Una miscela più controllabile rispetto all’acetilene che veniva usato in passato. Un palo è pronto in auto per dare l’allarme e fuggire se qualcosa va storto. Non stavolta: per i ladri tutto è filato liscio. Probabilmente hanno usato un’auto “pulita”. Non ci sono, infatti, segnalazioni di vetture rubate in zona nei giorni scorsi. Anche se questo saranno le indagini a doverlo accertare.

Tutto è durato pochi minuti. I ladri, almeno tre, dopo aver fatto saltare il bancomat e aver recuperato le banconote, sono fuggiti via con il bottino.

Piccole filiali nel mirino in Irpinia

Quando la pattuglia dei carabinieri è arrivata in zona, l’auto dei ladri si era già dileguata. Dovrebbe trattarsi di una vettura di grossa cilindrata. Dopo l’esplosione, infatti, si è udito anche un forte rombo di motori. Qualcuno parla di un’Audi scura.

Gli investigatori dovranno accertare se esistano filmati che hanno ripreso i ladri in azione. E se, in zona, sono state viste persone sospette nei giorni precedenti al colpo.

I ladri scelgono filiali come quelle di Andretta per una ragione logistica: sono isolate, ma non lontane da autostrada e strade principali che permettono una fuga agevole. Inoltre i bancomat non sono dotati di macchiamento delle banconote: un bersaglio ideale. Nonostante i numerosi colpi, queste banche non riescono ancora ad adeguarsi alle bande di criminali che spesso arrivano da Napoli o Foggia.

Furti con esplosivo in banca: precedenti in Irpinia

A fine dicembre 2018 era stati diversi i furti con esplosivo in banca registrati in Irpinia. Erano state prese di mira alcune filiali della Valle Ufita. I ladri avevano “svuotato” prima un bancomat a Calitri, per poi colpire a distanza di pochi giorni anche a Bisaccia e Grottaminarda. Esplosioni, seguite dal recupero del bottino e da rocambolesche fughe. Come stavolta ad Andretta.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie