Bonifico istantaneo: dovrà essere quasi gratis

Bonifico istantaneo: dovrà essere quasi gratis, lo ha deciso l’Europa per promuovere le transazioni veloci. Il sistema non è ancora molto diffuso anche per le commissioni e i balzelli che sono imposti in modo irragionevole dalle banche. Alcuni istituti lo offrono già gratis (o quasi).

5' di lettura

Sul bonifico istantaneo l’Europa ha deciso di intervenire bloccando le supercommissioni. Non sono giustificate e impediscono la diffusione di un sistema di pagamento rapido, sicuro. (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Con i bonifici istantanei è possibile pagare e ricevere denaro in 10 secondi, 24 ore su 24 e tutti i giorni della settimana.

Scopri la pagina dedicata ala gestione del risparmio e agli investimenti.

Che è molto più comodo rispetto ai bonifici tradizionali: impiegano almeno un giorno lavorativo, in pratica un bonifico effettuato il venerdì sera arriva a destinazione solo il martedì. C’è una notevole differenza.

Potresti trovare interessante anche un articolo sulle migliori banche online del 2022: quale scegliere; o informazioni su quali sono gli istituti di credito che fanno il consolidamento dei debiti; e infine, mutui 100% prima casa: quali banche li offrono nel 2022?

Bonifico istantaneo, perché non è diffuso?

Al momento solo l’11% dei bonifici effettuati nei Paesi dell’Unione Europea è istantaneo. Più del 30% delle banche neppure li offre ai propri clienti, negando così la possibilità di usufruire delle transazioni rapidissime. Le altre, quelle che lo consentono, applicano delle ingiustificate super commissioni e balzelli vari. Ebbene sono proprio queste commissioni e questi balzelli che ora l’Ue ha deciso di cancellare.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.                     

Perché favorire il bonifico istantaneo?

La risposta a questa domanda è ovvia, le parole sono della commissaria europea ai servizi finanziari, Mairead McGuinness: «Passare dai trasferimenti del giorno dopo a quelli in dieci secondi ha un grande impatto, paragonabile al passaggio dalla posta tradizionale a quella elettronica».

Una sorta di rivoluzione epocale per il trasferimento del denaro a distanza.

Bonifico istantaneo, come si muove l’Europa?

È stato presentato un nuovo regolamento. Imporrà tariffe molto più basse. L’Ue ha deciso di intervenire perché lasciando al mercato l’evoluzione di questo servizio saranno necessari anni per farlo affermare definitivamente. Un ritardo che è inaccettabile, soprattutto se si pensa ai vantaggi che può comportare.

Prima di entrare in vigore comunque il regolamento deve essere approvato nel Parlamento Ue da tutti i Paesi membri.

La scelta riguarderà anche Paesi che non sono tra i 27, come Islanda, Norvegia e Liechtenstein.

A dire il vero comunque ci sono alcune banche che si sono già mosse in questa direzione.

Bonifico istantaneo, perché conviene?

Avere la possibilità di inviare e ricevere in pochi istanti del denaro è ovviamente conveniente per i cittadini che devono saldare bollette o inviare bonifici urgenti. Ma non solo: questo strumento permette di migliorare in modo importante il flusso di cassa e ridurre i costi per le aziende. Ne avranno giovamento soprattutto le piccole e medie imprese. In particolare i commercianti.

Bonifico istantaneo, perché aspettare?

Se esiste la tecnologia, funziona in modo molto efficiente ed è stata testata a partire dal 2017, per quale motivo – si chiede l’Ue – imprese e cittadini non devono utilizzarla?

Oltretutto, ha aggiunto la commissione, l’uso di bonifici istantanei può «liberare il denaro che attualmente viene bloccato in transito nel sistema finanziario, le cosiddette riserve di tesoreria; quasi 200 miliardi di euro al giorno che potranno invece essere utilizzati subito per consumi e investimenti».

Come si fa il bonifico istantaneo?

Non c’è nessuna differenza con il bonifico ordinario: si fa allo stesso modo. I dati necessari sono identici:

  • dati personali di chi invia e di chi lo riceve;
  • l’importo esatto;
  • la data di compilazione del modulo bonifico;
  • la causale;
  • la firma.

Bisogna solo indicare allo sportello o sull’area del sito della propria banca (per bonifici istantanei online) che si tratta di un bonifico istantaneo.

L’unico svantaggio è che non è possibile revocare il bonifico. Per quelli tradizionali questa operazione è possibile entro le 24 ore o poco prima.

In questo caso il pagamento è immediato, non sono quindi ammessi ripensamenti.

Bonifico istantaneo, le commissioni

Ma il vero problema, il limite che ha impedito a questo strumento, effettivamente comodissimo, di diffondersi alla stessa rapidità delle email, sono stati i costi delle commissioni imposti dalle banche.

Per un bonifico ordinario si spende in genere un paio di euro, per quello istantaneo le cifre sono più alte (ma neppure eccessivamente).

C’è anche un altro limite: con il bonifico istantaneo è possibile trasferire fino a 15mila euro. Non è comunque una cifra bassa, ovvero consente di affrontare gli imprevisti e le urgenze che possono capitare nel quotidiano.

Bonifico istantaneo: dovrà essere quasi gratis

Bonifico istantaneo, quanto si paga oggi in Italia

Questi sono i prezzi imposti dalle principali banche italiane per effettuare un bonifico istantaneo:

  • Unicredit: 2,50 euro;
  • Intesa San Paolo: 0,04% dell’importo (da un minimo di 0,60 a un massimo di 20 euro);
  • Bnl: 0,04% dell’importo (da un minimo di 1,50 euro a un massimo di 25 euro);
  • Gruppo Montepaschi: 1 euro entro i 5.000 e 2 euro entro i 15.000;
  • Bpm: tra 1,60 euro e 2,50 euro;
  • Fineco: 0,20% con un importo compreso tra 0,85 e 2,95 euro;
  • Mediolanum: gratuito online e con mobile banking;
  • Banca Sella: 2,30 euro;
  • Hype: 2 euro e gratuito per gli utenti Premium.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie