Bonus 100 euro anche a maggio? Guida completa: requisti, calcolo e modalità

Nel decreto Rilancio non è stato inserito. Da fine aprile sono previsti i versamenti anche riferiti a marzo.

3' di lettura

Il bonus da cento euro in busta paga sarà esteso a chi ha lavorato a maggio? Al momento, nel testo del Decreto Rilancio, non si fa riferimento a questa misura. Quindi, salvo altre disposizioni, la risposta è no.

Il bonus cento euro: a che mesi si riferisce?

Il bonus è destinato a chi ha lavorato, a marzo e aprile del 2020, durante il periodo di emergenza legato al Coronavirus. Si tratta di 100 euro netti che spettano con la retribuzione di aprile.

Ma a chi spetta?

Il bonus da cento euro è destinato a i dipendenti assunti (sia part-time che full-time) che hanno lavorato durante il periodo di emergenza (proprio marzo e aprile 2020).

Rientrano in questa categoria sia i lavoratori pubblici che quelli privati. Quindi, il bonus da cento euro, è destinato chi, con regolare contratto, ha lavorato in sede nei mesi di marzo e aprile. E’ escluso chi ha lavorato a distanza e i lavoratori domestici.

Quale è il limite di reddito per avere il bonus?

E’ importante non superare 40mila euro di reddito annuo.

Se, nell’anno 2019-2020, il datore di lavoro è cambiato, come devo fare?

Bisogna compilare un’autocertificazione da consegnare al datore di lavoro. Che si dice in quel documento? Di aver lavorato nel corso dell’emergenza coronavirus a marzo e aprile.

Sul bonus devo pagare le tasse?

No, è un sostegno economico esentasse.

Ho presentato le dimissioni a marzo: che faccio?

In questi casi, il bonus dovrà essere ricalcolato in base ai giorni di lavoro in azienda. Come si svolge il calcolo?

L’azienda può prendere in considerazione: i giorni lavorati e lavorabili o le ore lavorate e lavorabili.

La differenza, nei due calcoli, è minima.

Il calcolo sui giorni

Diciamo, per prima cosa, che bisogna dividere i 100 euro (il bonus) per i giorni lavorabili del mese, previsti nel contratto di lavoro. Quindi moltiplicare il risultato per le giornate svolte.

L’esempio di Giorgio

Un esempio: un commesso, Giorgio, ha un contratto con giornate di lavoro dal lunedì al venerdì e, quindi, per venti giorni al mese. (20 = giorni lavorabili).

Prima di dimettersi Giorgio ha lavorato undici giorni sui venti previsti. A quanto ammonta il bonus a cui Giorgio ha diritto?

100 : 20 (giorni previsti) = 5 x 11 (giorni che si è lavorato) = 55 euro

Bonus 100 euro Cura Italia: come richiederlo

I datori di lavoro devono riconoscerlo in modo automatico, a partire dallo stipendio che versano nel mese di aprile. Ed entro il termine delle operazioni di conguaglio di fine anno (scadenze legate alle buste paga. Qui per approfondire).

Quindi è il datore di lavoro a pagarlo?

Si tratta di un anticipo. Così come accade per l’assegno destinato al nucleo familiare. Per recuperare quei soldi, il datore di lavoro deve utilizzare il modulo F24 relativo al periodo della paga. L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che, con risoluzione n.17/E del 31 marzo 2020, il bonus può essere usato in compensazione con questo codice:

Codice Tributo “1699”: “Recupero da parte dei sostituti d’imposta del premio erogato ai sensi dell’articolo 63 del decreto-legge n. 18 del 2020”.

Nella compilazione del modello F24, il codice tributo “1699” va esposto nella sezione “Erario” dove ci sono le somme indicate. Nella colonna “importi a credito compensati”.

Per approfondire:

Per approfondire l’argomento, del bonus 100 euro, alleghiamo le risposte date dall’Agenzia delle Entrate. Scarica il Pdf e leggilo subito:

Entra nel gruppo whatsapp

Entra nel nostro gruppo whatsapp e ricevi articoli su offerte di lavoro, bandi, guide legate alle nuove misure di agevolazione per privati e famiglie. Per entrare clicca qui. Sul gruppo si riceveranno solo i link utili, per domande specifiche usare SOLO la mail bandithewam@gmail.com. Risponderemo appena possibile.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie