Bonus 1000 euro per partite Iva automatico nel Sostegni bis?

Bonus 1000 euro per partite Iva nel Decreto Sostegni bis in automatico? Ecco le ultime novità sul contributo a fondo perduto e gli importi.

3' di lettura

Bonus 1000 euro per partite Iva nel Decreto Sostegni bis. Vediamo quali sono i requisiti per accedere al contributo a fondo perduto e se sarà pagato in automatico.

INDICE

Bonus 1000 euro nel Decreto Sostegni bis: a chi spetta?

Il bonus 1000 euro per partite Iva è un contributo a fondo perduto che spetta a:

  • Persone fisiche titolari di partita Iva
  • Imprese e cooperative piccole o medie, anche di artigiani
  • Professionisti (architetti, commercialisti, avvocati)
  • Gli iscritti alle gestioni separate delle diverse Casse previdenziali in possesso dei requisiti richiesti.

Per beneficiare del bonus bisogna aver registrato un fatturato nel 2019 non superiore a 10 milioni di euro e perdite di fatturato nel 2020 pari ad almeno il 30% rispetto al 2019.

Gli aiuti non supereranno il 30% delle perdite, ma per chi ha aperto la partita iva nel 2020 non si applicano i requisiti generali. Per chi ha iniziato l’attività lo scorso anno è previsto, però, l’importo minimo: proprio 1000 euro per le persone fisiche.

Bonus per partite Iva: quanto spetta?

Bonus 1000 euro per partite iva individuali e 2.000 euro per le società, che possono arrivare a un massimo di 150.000 euro per le imprese (anche artigiane), con 5 fasce percentuali in base al reddito: 

  • 60% per le imprese con fatturato fino a 100.000 euro;
  • 50% per le imprese con fatturato tra 100.000 e 400.000 euro;
  • 40% per le imprese con fatturato tra 400.000 e un milione;
  • 30% per le imprese con fatturato tra uno e 5 milioni;
  • 20% per le imprese con fatturato tra 5 e 10 milioni.

Come calcolare l’importo del bonus nel Decreto Sostegni?

L’importo del bonus per le imprese medie e piccole è il prodotto della moltiplicazione della perdita mensile media per il coefficiente delle fasce indicate nel paragrafo precedente. Facciamo un esempio pratico.

Un professionista ha registrato un fatturato di 58mila euro nel 2019 e di 35mila euro nel 2020 (23mila di perdita, superiore al 33% richiesto).

Bisogna ottenere il calo mensile medio di fatturato,  23mila euro per 12 (1916,66). Quindi moltiplicare la cifra per il 60%  (per i fatturati inferiori a 100.000 euro). Il bonus sarà perciò di 1150 euro [(1916,66:100) x 60).

Bonus 1000 euro per Partite Iva in automatico nel Decreto Sostegni bis?

Il pagamento del bonus 1000 euro per titolari di Partita Iva, probabilmente, andrà richiesto nuovamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. E la procedura dovrebbe essere molto più veloce per chi l’ha già ricevuto.

Non è escluso che l’ente possa, però, attuare un automatismo. Se così fosse, non sarebbe necessaria alcuna richiesta. Bisognerà attendere il documento completo del Decreto Sostegni, al momento è circolata solo una bozza (incompleta) di 48 articoli.

Scrivici le tue domande sul bonus 1000 euro per Partite Iva alla mail bonuselavorothewam@gmail.com.

Non perderti le prossime notizie sui bonus per liberi professionisti e il Decreto Sostegni bis: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 67mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie