Bonus 1000 euro stagionali: pagamento, domanda e requisiti

Bonus 1000 euro stagionali e bonus 800 euro: le modalità di domanda, i requisiti richiesti per accedere alle misure di sostegno, i tempi medi per ricevere il pagamento.

Bonus 1000 euro stagionali e bonus 800 euro. Accredito e requisiti
Bonus 1000 euro stagionali e bonus 800 euro. Accredito e requisiti
3' di lettura

Bonus 1000 euro e 800 euro: pagamento e scadenze. Facciamo chiarezza sui tempi per ricevere le misure finanziate dal Decreto Ristori.

Indice:

  1. Cos’è

  2. A chi spetta

  3. Le date da ricordare

  4. Pagamento quando? Le ipotesi

Bonus 1000 euro: cos’è?

Con la circolare n.125 del 2020, l’Inps ha offerto importanti precisazioni sui requisiti e le modalità di richiesta del Bonus 1000 per alcune categorie di lavoratori, quelle più colpite dalle restrizioni imposte per contenere i contagi di Covid (La guida completa all’indennità Covid la trovi a questo link).

Ecco le condizioni poste per Lavoratori stagionali, subordinati o in somministrazione del turismo e degli stabilimenti termali per ricevere la nuova indennità:

  • Devono aver cessato involontariamente il proprio rapporto di lavoro tra il primo gennaio 2019 e il 17 marzo 2020

  • Alla data del 15 agosto 2020 non devono essere titolari di trattamento pensionistico diretto e non devono aver in essere un rapporto di lavoro dipendente e nemmeno di indennità Naspi

Inoltre il governo ha introdotto il Bonus per i lavoratori stagionali del turismo, intermittenti, dello spettacolo e addetti alle vendite a domicilio così come una nuova tranche del Bonus per i lavoratori dello sport (con importo aumentato da 600 a 800 euro).

A chi spetta il bonus

L’Inps ha fissato la tipologia economica o commerciale per poter richiedere il bonus stagionali:

  • Alberghi (Codice ateco 55.10.00)

  • Villaggi turistici (55.20.10)

  • Ostelli della gioventù (55.20.30)

  • Rifugi di montagna (55.20.30)

  • Colonie marine o montane (55.20.30)

  • B&b, residence, affittacamere, casa vacanze (55.20.51)

  • Alloggi presso aziende agricole (55.20.52)

  • Campeggi (55.30.00)

  • Gestione vagoni letto (55.90.10)

  • Alloggi per studenti e lavoratori con servizio di tipo alberghiero (55.90.20)

  • Ristorazione con somministrazione (56.10.11)

  • Ristorazione presso aziende agricole (56.10.12)

  • Ristorazione ambulante (56.10.42)

  • Ristorazione su treni e navi (56.10.50)

  • Bar (56.30.00)

  • Stabilimenti balneari, lacuali, fluviali (93.29.20)

  • Gelaterie, pasticcerie (56.10.41)

  • Agenzie di viaggio (79.11.00)

  • Tour operator (79.12.00)

  • Guide e accompagnatori (79.90.20)

  • Guide alpine (93.19.92)

  • Ristorazione da asporto (56.10.20)

  • Assistenza turistica (79.90.19)

  • Stabilimenti termali (96.04.20)

Bonus 1000 euro: le date da ricordare

Il Decreto Ristori aveva introdotto una doppia scadenza, a novembre, per chi doveva ricevere il bonus 1000 euro o bonus stagionali. Il primo appuntamento è già passato. Il 13 novembre 2020, infatti, era l’ultimo giorno utile per chiedere l’indennità una tantum prevista dal Decreto agosto (articolo 9, decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104), se non si era fra quelli che la ricevevano in automatico.

Il secondo giorno da ricordare è il 30 novembre. Data entro la quale si può inviare la domanda per la nuova indennità introdotta dal governo col Decreto ristori (art. 15, comma 9, decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137).

Questi soldi costituiscono l’ “indennità Covid onnicomprensiva”, in favore dei lavoratori, anche autonomi, che hanno avuto una perdita economica a causa dell’emergenza Covid e delle restrizioni per evitare e rallentare la diffusione del contagio.

Bonus 1000 euro e Bonus 800 euro: il punto sui pagamenti. Quanto si aspetta?
Bonus 1000 euro e Bonus 800 euro: sono ancora tantissimi i beneficiari che si pongono delle domande sugli accrediti delle indennità

Pagamento quando? Le ipotesi

Il giorno fissato come scadenza per le domande di Bonus 1000 euro e Bonus 800 euro è fondamentale per fare delle ipotesi sui pagamenti diretti ai nuovi beneficiari (coloro che hanno già ricevuto le precedenti rate delle indennità, infatti, riceveranno l’accredito della nuova rata in automatico, con tutta probabilità, molto prima – forse già entro il mese di novembre).

  • Per quello che si può capire al momento, basandosi sull’esperienza e sulle dichiarazioni dei vertici dell’esecutivo e dell’Inps, è plausibile che per l’accredito degli importi spettanti – al di là di casi particolari – avverrà a partire da metà dicembre fino a metà gennaio.  

Potrebbero interessarti:

  1. Rem: tutte le risposte

  2. Rdc e Rem, domande respinte: i motivi

  3. Rdc: guida completa 2021

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie