Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus 150 euro Assegno Unico su Rdc: con quanti figli?

Bonus 150 euro Assegno Unico su Rdc: con quanti figli?

Bonus 150 euro sull'Assegno Unico su Rdc, vediamo come si ottiene e a chi spetta.

di Alda Moleti

Marzo 2023

Scopriamo a chi spetta il Bonus 150 euro sull’Assegno Unico su Rdc (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus 150 euro sull’Assegno Unico su Rdc: a chi spetta?

La legge di bilancio 2023 ha previsto nuove maggiorazioni dell’Assegno Unico tra cui una destinata ai nuclei numerosi, dove cioè ci sono almeno quattro figli a carico, che consiste in 150 euro all’anno.

In dettaglio le nuove maggiorazioni 2023, che sono valide sia per i titolari di Rdc sia per quanti ricevono l’Assegno Unico su conto corrente, sono le seguenti:

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 150 euro sull’Assegno Unico su Rdc: come comunicare all’INPS che è nato un quarto figlio?

A partire dal 2023 quindi le famiglie, che hanno almeno quattro figli a carico entro i 21 anni di età, percepiranno un bonus di 150 euro una tantum.

Ripetiamo che questa maggiorazione forfettaria spetta sia a quanti sono titolari di Reddito di cittadinanza e perciò ricevono gli importi dell’Assegno Unico sulla carta del Rdc, sia a quanti invece ricevono gli importi su conto corrente.

Se all’interno del nucleo familiare nasce un quarto figlio, per avere diritto alla maggiorazione di 150 euro, la procedura è diversa per chi percepisce l’Assegno Unico su Rdc o su conto corrente.

Per quanto riguarda i titolari di Rdc, poiché questi non presentano domanda per l’Assegno Unico, che viene erogato d’ufficio, quando nasce un altro figlio per avere diritto alle maggiorazioni è necessario compilare di nuovo la DSU al fine di aggiornare l’ISEE.

Bonus 150 euro sull'Assegno Unico su Rdc-sito-INPS
In foto il sito dell’INPS.

Diversamente, quanti ricevono l’Assegno Unico su conto corrente e quindi hanno presentato domanda di richiesta, per ricevere l’agevolazione, dovranno modificare proprio la domanda.

Per farlo basta collegarsi al sito dell’INPS, quindi premere su Accedi in alto a destra e autenticarsi con SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Una volta effettuato l’accesso basta cercare, usando la barra di ricerca in alto, “Assegno Unico” e poi premere sulla voce Approfondisci alla destra del risultato.

Fatto questo sarà poi necessario premere su Consulta e gestisci le domande che hai presentato, quindi modificare la domanda riguardo al numero di figli. Ricordiamo che le maggiorazioni e gli importi spettanti per il figlio in arrivo saranno corrisposti a partire dal settimo mese di gravidanza.

Bonus 150 euro sull’Assegno Unico su Rdc: nel 2023 importi più alti per tutti

Oltre a queste maggiorazioni, nel 2023 l’Assegno Unico ha visto anche un aumento degli importi che riguarda tutti i percettori senza esclusione, sia i titolari di Rdc che quanti ricevono l’Assegno Unico su conto corrente.

L’aumento degli importi base è dovuto alla rivalutazione che ogni anno viene applicata al fine di adeguare la misura al tasso d’inflazione dell’anno precedente. Poiché il tasso d’inflazione 2022 è stato calcolato all’8,1%, anche gli importi minimi dell’Assegno Unico sono aumentati di questa percentuale.

Di seguito si riporta la tabella con i nuovi importi 2023.

ISEE fino afiglio da 0 a 1 annifiglio da 1 a 18 anni e disabilifiglio tra 18 e 21 anniMaggiorazione figli ulteriori al secondoBonus secondo percettore di redditoMaggiorazione figli non autosufficienti fino a 21 anniMaggiorazione figli con disabilità grave fino a 21 anniMaggiorazione figli con disabilità media fino a 21 anni
16.215 euro283,8€189,2€91,9€91,9€32,4€113,5€102,7€91,9€
21.620 euro243,3€162,2€78,9€76,8€25,9€113,5€102,7€91,9€
27.025 euro202,65€135,1€65,9€61,6€19,5€113,5€102,7€91,9€
32.430 euro162,15€108,1€53€46,5€13€113,5€102,7€91,9€
37.835 euro121,65€81,1€40€31,3€6,5€113,5€102,7€91,9€
43.240 euro o oltre81,15€54,1€27€16,2€113,5€102,7€91,9€

Bonus 150 euro sull’Assegno Unico su Rdc: esempio di calcolo

Adesso faremo un esempio pratico per vedere come cambiano gli importi dell’Assegno Unico 2023 per una famiglia con quattro figli.

Immaginiamo quindi un nucleo, in cui un solo un genitore lavora e con un ISEE familiare annuo di 30.000 euro, composto da due figli di 7 e 8 anni, un bambino di 2 anni e uno di pochi mesi.

La famiglia in questione percepirà 108 euro circa per ogni figlio, ma, per le nuove maggiorazioni 2023, le spetta il 50% in più della quota relativa ai due figli più piccoli, poiché uno ha meno di 1 anno e l’altro meno di 3 anni e ci sono più di tre figli.

In dettaglio, la nostra famiglia avrà 216 euro per i due bambini di 7 e 8 anni. Mentre per ognuno dei due figli più piccoli percepirà 162 euro, cioè 108 euro più il 50% di questa quota. In totale, quindi, 324 euro solo per i figli più piccoli.

Tirando le somme, per i quattro figli spetta una cifra pari a 540 euro (216 euro + 324 euro), ma a questo importo va aggiunta la maggiorazione forfettaria di 150 euro per le famiglie numerose.

Ma c’è di più, perché ad un nucleo così composto spettano anche 45 euro di maggiorazione per ogni figlio dopo il secondo, quindi un extra di 195 euro.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp