Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus 150 euro nel 2023: scadenze e pagamenti

Bonus 150 euro nel 2023: scadenze e pagamenti

Dopo la prima fase di pagamenti, si attende il Bonus 150 euro nel 2023 per un gruppo specifico di beneficiari.

di Chiara Del Monaco

Dicembre 2022

Tra i destinatari dell’indennità una tantum, c’è chi deve aspettare il Bonus 150 euro nel 2023, sia in automatico sia previa domanda. In questo articolo facciamo il punto sui prossimi pagamenti, i destinatari e le modalità di erogazione (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Negli ultimi giorni abbiamo assistito al pagamento del Bonus 150 euro ad alcune categorie di persone che dovevano riceverlo a novembre 2022, tra cui i percettori di Reddito di cittadinanza e i collaboratori domestici (come colf e badanti).

Da febbraio 2023, invece, inizierà la seconda fase di pagamenti, la quale interesserà un altro gruppo di destinatari: alcuni riceveranno il Bonus in automatico, mentre altri devono richiederlo all’INPS. Nei prossimi paragrafi analizziamo in modo dettagliato chi sono i destinatari del Bonus 150 euro nel 2023.

Scopri gli ultimi pagamenti del Bonus 200 euro di dicembre e leggi anche cosa fare se lo hai ricevuto due volte. Dai un’occhiata alle nuove date del Bonus 150 euro di dicembre 2022 e gennaio 2023 e scopri tutti i passaggi per fare domanda del Bonus 150 euro, nonché le categorie che devono richiedere l’indennità una tantum.

Indice

Bonus 150 euro nel 2023: prossimi pagamenti

Il Bonus 150 euro ha cominciato a essere pagato a novembre 2022 ad alcune categorie di destinatari, tra cui pensionati e lavoratori dipendenti, che possiedono redditi riferiti al 2021 non superiori a 20mila euro.

Anche se i beneficiari del bonus sono stati individuati nell’art. 19 del Decreto Aiuti ter, tutti i dettagli sulle tempistiche e le modalità di pagamento sono state fornite solo il 16 novembre 2022, con la pubblicazione della circolare INPS n. 127/2022.

Attraverso la circolare, l’Istituto ha suddiviso i pagamenti dell’indennità una tantum in due momenti: a novembre 2022 e a febbraio 2023. Visto che gli accrediti di novembre, che si sono prolungati fino a qualche giorno fa, sono stati quasi completati, potrebbe essere utile sapere chi riceverà il Bonus 150 euro nel 2023.

In particolare, a partire da febbraio 2023 riceveranno il contributo da 150 euro queste categorie di persone:

Queste informazioni in merito al calendario dei pagamenti sono indicate nella PARTE IV della circolare INPS, alla sezione Pagamenti e istruzioni contabili.

Oltre a elencare i beneficiari che riceveranno il Bonus 150 euro nel 2023, l’Istituto spiega anche le modalità di pagamento, e cioè in automatico o con domanda. Nel prossimo paragrafo approfondiamo questo dettaglio.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Nel video di seguito indichiamo le date di pagamento del Bonus 150 euro e di altre prestazioni economiche riferite ai giorni scorsi.

Bonus 150 euro nel 2023: chi lo riceve in automatico

Nel paragrafo precedente abbiamo anticipato che il Bonus 150 euro nel 2023 spetta a un gruppo consistente di beneficiari, che potrebbe riceverlo sia in automatico sia previa presentazione di una domanda apposita.

In base alla circolare n. 127 dell’INPS, le categorie che hanno diritto al Bonus 150 euro da febbraio 2023 in via automatica sono le seguenti:

Anche se il contributo economico sarà erogato d’ufficio, cioè in automatico, queste categorie appena elencate riceveranno i 150 euro solo da febbraio 2023 poiché devono aspettare l’invio da parte dei datori di lavoro delle denunce UniEmens relative alle retribuzioni di novembre 2022.

Nel prossimo paragrafo, invece, vediamo chi dovrà inviare un’apposita domanda per ottenere la prestazione una tantum.

Calendario di gennaio per il Bonus 150 euro nel 2023.

Bonus 150 euro nel 2023: chi deve fare domanda e quando

Se hai letto il nostro articolo fin qui, avrai scoperto che il Bonus 150 euro è arrivato a partire da novembre ad alcuni destinatari, mentre da febbraio 2023 sarà erogato ad altre categorie di cittadini in modo automatico.

Tra i destinatari del Bonus 150 euro nel 2023 vi sono anche coloro che possono ottenere il contributo economico solo dopo aver presentato un’apposita domanda all’INPS. Nello specifico, dovranno richiedere l’indennità una tantum seguendo una procedura specifica questi cittadini:

Queste categorie appena elencate avranno tempo fino al 31 gennaio 2023 per inviare la domanda in via telematica all’Istituto di previdenza sociale. Ecco la guida con tutti i passaggi per fare domanda di Bonus 150 euro nel 2023.

Quindi, se rientri tra questi gruppi appena elencati, ti informiamo che potrai presentare la domanda del bonus 150 euro autonomamente o tramite l’aiuto di un CAF entro e non oltre il 31 gennaio 2023. Il pagamento arriverà solo dopo questa data, rispettando i tempi necessari per elaborare tutte le richieste dei cittadini.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp