Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus 150 euro, quando si può fare domanda? E cosa manca…

Bonus 150 euro, quando si può fare domanda? E cosa manca…

Quando sarà possibile fare domanda per il bonus 150 euro? Se lo chiedono in molti e noi risponderemo in questo articolo.

di Chiara Del Monaco

Novembre 2022

Il bonus 150 euro è stato introdotto con il Decreto Aiuti ter il 23 settembre 2022. Tra i beneficiari, c’è chi deve fare domanda ma ancora non si sa né quando né come. Oggi cerchiamo di capire a cosa si deve questo ritardo e chi sono le categorie interessate (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

I primi a ricevere il saldo del bonus 150 euro sono stati i pensionati, anche se molti di loro si sono ritrovati senza il pagamento spettante e non sanno il perché. I prossimi a vedere l’accredito del bonus sono i lavoratori dipendenti, ma solo dopo aver consegnato un’apposita autocertificazione al datore di lavoro.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Nel frattempo, proprio come per il bonus 200 euro, alcune persone dovranno presentare una domanda specifica per ottenere i 150 euro. Eppure non è ancora chiara la modalità. Nei prossimi paragrafi ci concentreremo in particolar modo su questi cittadini che devono fare domanda del bonus una tantum.

Indice

Bonus 150 euro: quando fare domanda

Come sappiamo, il bonus 150 euro segue le stesse indicazioni della precedente indennità una tantum da 200 euro, ma con qualche leggera differenza dal punto di vista dei requisiti e della modalità di erogazione del contributo economico per alcuni beneficiari.

In base al dl 144/2022 (Decreto Aiuti ter), il bonus una tantum spetta a tutti i cittadini che hanno un reddito riferito al 2021 non superiore ai 20mila euro. Come per il bonus 200 euro, i 150 euro sono erogati in automatico o con domanda a seconda delle categorie.

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

In particolare, è erogato in automatico ai titolari di trattamenti pensionistici, ai beneficiari di Rdc, ai titolari di disoccupazione agricola e Naspi/Dis-Coll e ai collaboratori domestici che hanno già percepito i 200 euro nei mesi scorsi. I lavoratori dipendenti riceveranno il bonus in automatico solo previa presentazione di un’autodichiarazione, mentre i liberi professionisti non devono fare un’altra domanda poiché hanno già presentato la richiesta del bonus 200 euro (e hanno tempo fino al 30 novembre per inviarla alle proprie casse previdenziali).

A queste categorie si aggiungono anche coloro che per ottenere il contributo da 150 euro devono presentare un’apposita domanda all’INPS o agli enti gestori di appartenenza. Come i lavoratori autonomi, anche questi beneficiari hanno tempo fino al 30 novembre 2022. Tuttavia c’è un problema: il mese di novembre è ormai iniziato e non c’è traccia di una comunicazione sulla modalità di presentazione della richiesta. L’unica informazione nota è la scadenza, ma come rispettarla se non si sa ancora come inoltrare la domanda del bonus 150 euro? Continua a leggere per avere maggiori dettagli.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 150 euro: chi deve fare domanda

Prima di capire a cosa si devono i ritardi legati alla domanda del bonus 150 euro, ricordiamo brevemente quali sono le categorie di destinatari che sono tenute a presentare la richiesta all’INPS o altri enti erogatori.

A differenza della precedente indennità una tantum, il nuovo bonus inserito nel Decreto Aiuti ter deve essere richiesto solo da tre principali categorie di cittadini, e in particolare:

In tutti e tre i casi, rimane il reddito massimo relativo al 2021 di 20mila euro. Mancano però delle indicazioni più chiare sulle tempistiche e sulla modalità di presentazione della domanda. Nel prossimo paragrafo cerchiamo di capire quando si può fare domanda del bonus 150 euro e quanto ancora bisogna aspettare per avere novità.

Bonus 150 euro: quando si può fare domanda?

Bonus 150 euro: cosa stiamo aspettando?

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto le categorie tenute a fare domanda del bonus da 150 euro e il termine ultimo per presentarla. In particolare, l’indennità va richiesta entro il 30 novembre 2022. Eppure, nonostante ci sia una data di scadenza manca ancora qualcosa all’appello: come presentare la domanda?

Con l’inizio del mese di novembre, molti cittadini hanno cominciato a preoccuparsi e a domandarsi quale sia la procedura per richiedere l’indennità una tantum. Visto che i tempi stringono e l’INPS non ha fornito indicazioni, i lavoratori interessati hanno chiesto dei chiarimenti rivolgendosi proprio all’Istituto tramite i canali social.

In risposta a uno degli utenti interessati alla questione, l’INPS ha spiegato che non appena arriverà la circolare apposita saranno fornite tutte le informazioni necessarie tramite i vari canali di comunicazione. Insomma, nessuna indicazione o informazione precisa per il momento.

L’unica cosa da fare per queste categorie in attesa è aspettare che esca la circolare INPS in cui saranno inserite tutte le istruzioni necessarie per effettuare la domanda del bonus da 150 euro.

Ovviamente, noi di TheWam aggiorneremo i nostri lettori non appena saranno condivise delle informazioni ufficiali da parte dell’Istituto. Per ricevere tutti gli aggiornamenti e ottenere delle risposte a dubbi e domande, ti invitiamo perciò a scriverci nei commenti di YouTube al canale Redazione TheWam oppure al nostro indirizzo di posta elettronica [email protected].

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp