Bonus 150 euro su Rdc: mensilità più bonus, INPS conferma

Inps pubblica la Circolare 127 del 16 novembre e chiarisce tutti i dubbi sul pagamento del bonus 150 euro su Rdc.

6' di lettura

Buone notizie per i percettori di reddito di cittadinanza: nell’ultima circolare pubblicata dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale sono state date tutte le ultime istruzioni relative ai pagamenti del bonus 150 euro su Rdc. Andiamo subito a scoprire tutte le novità (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Bonus 150 euro su Rdc: arriva tutto a novembre

Finalmente una buona notizia. Durante i giorni scorsi abbiamo visto che Inps ha sbloccato alcuni pagamenti in sospeso dell’indennità una tantum di 200 euro, che è stata erogata alle famiglie dal mese di luglio a quello di settembre, e due giorni fa è stata anche pubblicata l’ultima circolare relativa al nuovo sostegno contro il caro vita di 150 euro.

Il bonus 150 euro è stato inserito nell’ultimo decreto-legge dell’esecutivo Draghi, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 settembre 2022. Fino ad oggi le domande dei percettori della misura di contrasto alla povertà su questa nuova indennità erano parecchie: quando arriva, prima o dopo la ricarica del reddito? Occorre fare domanda? Arriverà solo a novembre o anche nel mese di dicembre?

Leggi anche: Reddito di cittadinanza 2023: ipotesi sui 60 anni e figli

Bene, abbiamo finalmente una risposta a tutti questi quesiti, grazie all’ultima Circolare Inps, la n. 127 del 16 novembre 2022. Le risposte in questione si trovano nella Parte II al punto 2. Andiamo leggere tutto insieme sulla prossima ricarica del bonus 150 euro su Rdc.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 150 euro su Rdc, ecco la Circolare 127 dell’Inps

Nella sopracitata Parte II della circolare, al punto 2, si fa riferimento proprio alle famiglie che percepiscono mensilmente la misura di contrasto alla povertà. Nello specifico, Inps chiarisce nell’immediato che la misura del bonus 150 euro su Rdc non sarà corrisposta a

“nuclei in cui è presente almeno un beneficiario delle indennità di cui all’articolo 18 del decreto-legge n. 144/2022 e di cui ai commi da 1 a 15 del medesimo articolo 19.”

Leggi anche: Chi non avrà il reddito di cittadinanza a novembre: esclusi

Cosa significa? Semplice, che il bonus 150 euro su Rdc non sarà corrisposto ai nuclei in cui saranno presenti:

  • lavoratori dipendenti
  • titolari di trattamenti pensionistici o altri trattamenti previdenziali
  • lavoratori domestici
  • titolari di indennità di disoccupazione agricola, Naspi o Dis-Coll
  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa
  • ex titolari di indennità covid-19
  • lavoratori stagionali
  • lavoratori dello spettacolo

Chiarito questo aspetto importantissimo riguardante gli esclusi dall’indennità una tantum, quando arriverà la ricarica del bonus 150 euro su Rdc? Inps spiega che la misura sarà corrisposta d’ufficio nel mese di novembre insieme alla rata mensile di competenza.

In poche parole, la ricarica ordinaria del reddito di cittadinanza arriverà insieme al bonus 150 euro una tantum contro il caro bollette.

La ricarica del bonus 150 euro su Rdc arriverà anche nel mese di dicembre?

Rispondiamo subito ai cittadini che si stanno chiedendo se l’accredito del sostegno una tantum del valore di 150 euro arriverà solo con la ricarica relativa al mese di novembre o c’è la possibilità che arrivi anche a dicembre.

Inps ha chiarito, sempre nella medesima circolare, che procederà a versare il bonus 150 euro:

“a favore di tutti i nuclei familiari che abbiamo maturato il diritto alla percezione del Reddito di cittadinanza nella mensilità di novembre 2022, contestualmente alla liquidazione di tale mensilità, senza necessità che sia presentata apposita domanda.”

Leggi anche: Reddito di cittadinanza 15 novembre: spese vietate e regole

Insomma, pare proprio che non accadrà quanto si è verificato con la prima indennità una tantum 200 euro, che è stata corrisposta dopo l’accredito della prestazione ordinaria, in tre mesi (e anche quattro, se contiamo gli ultimi accrediti ritardatari dei giorni scorsi).

Inps ha dichiarato che il bonus arriverà solo a novembre, come stabilito dal decreto aiuti ter. È, dunque, probabile che chi ha ricevuto la diciottesima ricarica a ottobre e ha chiesto il rinnovo del Rdc nel mese corrente, non riceverà il bonus 150 su Rdc.

Leggi anche: Perché prendo pochi soldi con l’Rdc? Cosa conta

Bonus 150 euro su Rdc, i controlli effettuati dall’Inps

Inoltre, nell’ultimo punto riguardante il reddito di cittadinanza, l’istituto chiarisce che effettuerà dei controlli, anche a campione, per verificare che i cittadini rispettino tutti i requisiti necessari e che non ricevano più volte la medesima indennità.

In caso di erogazioni indebite e di doppio versamento, l’Istituto previdenziale provvederà a recuperare quanto corrisposto in più al cittadino.

Leggi anche: Che lavori si possono fare con il reddito di cittadinanza?

bonus 150 euro su Rdc news
bonus 150 euro su Rdc news pagamenti

Bonus 150 euro su Rdc non soggetto a limitazioni

Concludiamo la nostra guida sul bonus 150 euro su Rdc ricordando che l’indennità una tantum sul reddito di cittadinanza non sarà soggetta a limitazioni di alcun genere:

  • potrà essere prelevata nella sua interezza
  • potrà essere spesa anche più tardi della scadenza prevista

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

Perché ricordiamo questo? Semplice, perché il Rdc non può essere interamente prelevato, ma si dovrà rispettare il limite previsto dalla propria scala di equivalenza, dunque, gli importi prelevabili potranno oscillare tra i 100 euro, per un nucleo composto da un solo cittadino, e i 220 euro per nuclei numerosi con un soggetto disabile o non autosufficiente a carico.

Inoltre, il Rdc erogato a fine novembre dovrà essere speso entro e non oltre il 31 dicembre 2022. In caso di residui Inps provvederà a decurtare l’importo fino ad un massimo del 20%.

Scopri come controllare il saldo del reddito di cittadinanza, come usare l’App Postepay per controllare gli importi dell’Rdc e come funzionano il numero verde e i servizi legati alla carta del reddito di cittadinanza.

Ancora non sappiamo se Inps e Poste Italiane pagheranno il Rdc il prossimo 25 novembre o il 29 novembre, poiché il 27 cadrà di domenica.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie