Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Pensioni / Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità di novembre?

Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità di novembre?

Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità: spetta oppure no? Scopriamo insieme se a novembre il sussidio arriverà anche ai titolari della pensione indiretta.

di Carmine Roca

Ottobre 2022

Spetta il Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità di novembre? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità: spetta?

Rispondiamo subito alla domanda di apertura: il Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità di novembre spetta oppure no?

La risposta è affermativa. Il sussidio una tantum voluto dal Governo e inserito nel Decreto Aiuti ter spetta ai pensionati titolari di pensione diretta e indiretta.

La pensione di reversibilità è una pensione indiretta, quindi chi riceve la misura previdenziale riceverà pure il Bonus 150 euro a novembre.

L’aiuto del Governo, successore del Bonus 200 euro erogato a luglio e agosto ai pensionati e ai lavoratori dipendenti (tra ottobre e dicembre arriverà pure agli altri beneficiari, come i lavoratori autonomi e ai percettori del reddito di cittadinanza), spetta ai titolari di:

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Nei prossimi paragrafi vedremo insieme a chi spetta la pensione di reversibilità e in quale misura. Continua a leggere.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità: a chi spetta la pensione indiretta?

Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità. La pensione di reversibilità è un trattamento previdenziale che l’INPS eroga ai familiari superstiti del pensionato deceduto.

La prestazione spetta con valori diversi a seconda del familiare che la riceve. Le percentuali sono:

L’importo della pensione di reversibilità subirà una riduzione del:

Il taglio non si applica se nel nucleo familiare superstite ci sono minori, studenti o inabili.

Esiste anche una sorta di clausola di garanzia che impedisce tagli ai pensionati che superano di poco la fascia immediatamente precedente a quella in cui si colloca il reddito aggiuntivo percepito.

Nel calcolo del reddito si considerano i redditi sottoposti a tassazione IRPEF. Non si considerano i contributi previdenziali e assistenziali, il TFR e le relative anticipazioni, oltre al reddito della casa di abitazione.

Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità
Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità: spetta oppure no?

Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità: requisiti

Descritto a chi spetta la pensione di reversibilità, concentriamoci sul Bonus 150 euro.

A differenza del Bonus 200 euro, pur essendo riferito agli stessi beneficiari, la platea degli aventi diritto è considerevolmente più ristretta.

Questo perché il Bonus 150 euro spetta ai pensionati con un reddito inferiore a 20.000 euro l’anno, dichiarati nel 2021.

Questi, invece, sono gli altri requisiti previsti:

BENEFICIARI BONUS 150 EUROREQUISITI
Chi percepisce:
pensioni,
assegno sociali,
prestazioni economiche per invalidi civili, ciechi e sordomuti,
trattamenti di accompagnamento alla pensione
Trattamenti con decorrenza entro il 1° ottobre 2022 e un reddito non superiore a 20mila euro nel 2021
Lavoratori dipendentiRetribuzione imponibile inferiore a 1.538 euro lordi per la competenza di novembre 2022
Lavoratori domestici come colf e badantiAver ricevuto bonus 200 euro del DL n. 50/2022 e avere un rapporto di lavoro attivo nel momento in cui è entrato in vigore il Decreto Aiuti ter (24 settembre 2022)
DisoccupatiAver ricevuto la Naspi o la Dis-Coll a novembre 2022
Titolari di disoccupazione agricolaAver ricevuto la disoccupazione nel 2022 per importi di competenza 2021
Titolari di rapporti di lavoro co.co.co., dottorandi e assegnisti di ricerca (a domanda)Iscrizione alla Gestione Separata, con contratti attivi al 18 maggio e reddito non superiore a 20mila euro riferito al 2021
Lavoratori stagionali, dello spettacolo e dello sportAver beneficiato delle indennità del DL n. 41/2022
Stagionali a tempo determinato e intermittentiAvere svolto almeno 50 giornate lavorative nel 2021 producendo un reddito non superiore a 20mila euro
Lavoratori dello spettacoloAver versato alla cassa di riferimento almeno 50 contributi giornalieri nel 2021, producendo un reddito non superiore a 20mila euro  
Lavoratori autonomi sprovvisti di partita IvaSottoscrizione dei contratti di lavoro autonomo occasionale nel 2021 con almeno un contributo mensile accreditato – Iscrizione alla Gestione Separata
Lavoratori incaricati delle vendite a domicilioAvere una partita iva attiva, iscrizione alla Gestione Separata e reddito da medesime attività superiore a 5mila euro
Famiglie beneficiarie del reddito di cittadinanzaNon aver diritto al bonus 150 euro per altre ragioni. Se in famiglia ci sono pensionati o lavoratori dipendenti che ne hanno già diritto.
Bonus 150 euro sulla pensione di reversibilità. Gli altri requisiti per riceverlo

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp