Bonus 1600 euro e contratto di lavoro: come funziona?

Bonus 1600 euro e contratto di lavoro: scopri i requisiti requisiti relativi al rapporto lavorativo per chi vuole accedere all'indennità del Decreto Sostegni bis.

2' di lettura

Bonus 1600 euro e contratto di lavoro: una panoramica dei requisiti richiesti ai potenziali beneficiari dell’indennità Covid per quanto riguarda il rapporto lavorativo. Cambia qualcosa rispetto al pagamento? Le informazioni fondamentali (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

INDICE

Bonus 1600 euro e contratto di lavoro: come funziona

Bonus 1600 euro e contratto di lavoro: con il Decreto Sostegni Bis arriva una nuova tranche di indennità Covid per stagionali, lavoratori intermittenti, venditori a domicilio e lavoratori dello spettacolo che hanno cessato, ridotto o sospeso la propria attività negli ultimi mesi. Quali sono i requisiti richiesti sul fronte del rapporto lavorativo per ciascuna categoria? Nel dettaglio, per accedere al Bonus previsto dal Sostegni Bis:

  • i lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali devono aver svolto almeno 30 giornate di lavoro tra il primo gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto (25 maggio 2021) e non devono essere titolari alla stessa data (25 maggio 2021) di pensione, Naspi o contratto di lavoro dipendente
  • stesso requisito è fissato per i lavoratori intermittenti: devono aver svolto almeno 30 giornate di lavoro tra il primo gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto
  • fondamentale per i lavoratori autonomi occasionali essere stati titolari di contratti autonomi occasionali nel periodo compreso tra il primo gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del Sostegni Bis. Nello stesso periodo dovevano risultare già iscritti alla Gestione separata
  • possono accedere al Bonus gli incaricati elle vendite a domicilio con reddito derivante dall’attività nel 2019 superiore ai 5mila euro, partita Iva attiva e iscrizione alla Gestione separata.
  • capitolo lavoratori dello spettacolo. Tra il primo gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del Decreto, fondamentale aver versato almeno 30 contributi giornalieri e non avere un reddito 2019 non superiore ai 75mila euro o aver versato almeno 7 contributi giornalieri , avere un reddito 2019 non superiore ai 35mila euro e non possedere un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato diverso dal contratto intermittente

Cosa cambia per il pagamento?

Bonus 1600 euro e contratto di lavoro: vediamo i dettagli. Ricordiamo che le indennità per le varie categorie non sono cumulabili tra loro e restano incompatibili con pensioni dirette (ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità), sussidi come l’RdC e altre indennità Covid compreso il Rem. Sottolineiamo che le domande dei nuovi beneficiari che rispettano i requisiti appena elencati devono pervenire all’Inps entro il 31 luglio 2021. Leggendo il comma 1 dell’articolo 42 del Sostegni Bis, emerge che i già beneficiari del Bonus stagionali e lavoratori dello spettacolo riceveranno la nuova tranche di 1.600 euro in automatico.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie