Bonus 1600 euro: che fine hanno fatto pagamenti promessi?

Pagamento dei bonus 1600 euro ancora fermi al palo. Quando arrivano gli accrediti? Scopri le ultime notizie.

4' di lettura

E’ stato un inizio di settimana nero per chi aspetta il pagamento dei bonus 1600 euro

Purtroppo ancora nessuno ha ricevuto l’accredito riservato a lavoratori stagionali, intermittenti, lavoratori dello spettacolo e altre categorie che rispettano i requisiti ribaditi nel messaggio Inps 2309 del 16 giugno 2021.

Vediamo a che punto è la procedura per il pagamento del bonus 1600 euro e quando potrebbe sbloccarsi la situazione.

Situazione analoga a quella vissuta da chi aspetta i contributi a fondo perduto. Anche in quel caso, infatti, nulla si è ancora mosso nonostante gli annunci del governo.

INDICE

Bonus 1600 euro: quando arriva il pagamento?

Inps, sui social, aveva spiegato che l‘accredito del bonus era atteso fra la fine della scorsa settimana e l’inizio di questa. Oggi (martedì 22 giugno 2021) non c’è traccia dei pagamenti dell’indennità.

Non sono neppure visibili le prime disposizioni sul fascicolo previdenziale. L’area privata del sito Inps dove è possibile tenere d’occhio le prestazioni che si aspettano.

E’ molto difficile, quindi, che nelle prossime ore possano già arrivare i primi pagamenti del bonus. Inps aveva rassicurato gli utenti sui canali social ufficiali (vedi foto in basso). (Se vuoi fare domande specifiche sui bonus stagionali, seguici su Instagram)

Pagamento bonus stagionali 1600 euro e 2400 euro

L’istituto, interpellato sulle pagine social, ha ribadito agli utenti che la procedura sarebbe ultimata. Di fatto per i pagamenti del bonus 1600 euro sarebbe solo “questione di tempo”. Già, ma quanto tempo?

Questo, oggi, è ancora un mistero. Tempi incerti anche per la pubblicazione della circolare relativa ai bonus stagionali. Un documento che dovrà anticipare l’attivazione del servizio di domanda da presentare per chi non ha diritto all’accredito automatico dell’indennità.

Una situazione terribile per migliaia di lavoratori che confidavano in questi aiuti di emergenza. Dovevano, insomma, essere contributi tempestivi. Una velocità annunciata anche dal presidente del consiglio, Mario Draghi, poco dopo l’insediamento.

Ricapitoliamo in breve:

  • pagamento del bonus 1600 euro in automatico per chi ha ricevuto i bonus 2400 euro
  • pagamento del bonus 1600 euro dopo la domanda per chi non ha ricevuto i bonus 2400 euro

Pagamento bonus stagionali 1600 euro e 2400 euro: a chi spettano le indennità Covid?

Il pagamento del bonus 1600 euro sarà automatico per chi ha ricevuto il bonus 2400 euro. Gli altri dovranno fare domanda. Ecco quali categorie potranno usufruire dell’indennità:

  • lavoratori stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo.

(Se vuoi ricevere tutte le news su bonus, disoccupazione e lavoro, entra nel gruppo whatsapp)

Pagamento bonus stagionali 1600 euro: come fare domanda

La domanda per le indennità Covid va presentata sul sito dell’Inps. Bisogna rispettare i requisiti fissati dalla circolare.

L’istanza dovrà essere presentata entro la scadenza prevista (oggi non ancora pubblicata). Ci si potrà affidare a Caf o patronati per curare la domanda.

Nella circolare dell’Inps dovrebbero essere confermate le incompatibilità con il bonus. Nello specifico il bonus 1600 euro dovrebbe essere incompatibile con:

  • reddito di emergenza
  • trattamenti pensionistici eccetto l’assegno ordinario di invalidità

L’articolo 69 del decreto Sostegni bis ha introdotto una indennità una tantum a favore dei lavoratori del settore agricolo e della pesca.

E’ previsto un bonus da 800 euro a favore degli operai agricoli a tempo determinato che, nel 2020, abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo.

Questa indennità non sarà cumulabile con gli altri bonus per lavoratori stagionali inclusi nel Decreto Sostegni bis.

Il bonus 1600 euro, come già accaduto per il bonus stagionali 2400 euro, dovrebbe essere compatibile con il reddito di cittadinanza.

L’indennità sarà riconosciuta come un’integrazione della ricarica Rdc. Proprio in questi giorni sono partiti i pagamenti delle prime integrazioni riconosciute a chi ha chiesto il bonus da 2400 euro.

Contattaci se hai qualche dubbio sui bonus stagionali da 1600 euro e sui tempi di pagamento. Scrivici alla mail bonuselavorothewam@gmail.com.

Non perderti le prossime notizie sui pagamenti delle Indennità Covid, il bonus 1600 euro e il Decreto Sostegni bis: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 75mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie