Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per Partite Iva / Bonus 1600 euro: novità per pagamento e domanda

Bonus 1600 euro: novità per pagamento e domanda

Bonus 1600 euro: quando arriva il pagamento? Scopri gli ultimi aggiornamenti sull'accredito automatico e sulla domanda.

di The Wam

Giugno 2021

Bonus 1600 euro: quando arriva il pagamento? Finalmente ci sono dei tempi più certi. Andremo a vedere quanto si deve aspettare ancora per l’accredito automatico.

Analizzeremo, poi, il tempo necessario per la domanda. La richiesta sarà presentata da chi non ha ricevuto il bonus 2400 euro con il Decreto Sostegni.

L’Inps, intanto, ha pubblicato il primo messaggio ufficiale sui bonus stagionali destinati a diverse categorie di lavoratori.

In questo articolo spieghiamo quando è previsto il pagamento del bonus 1600 euro, come avviene l’accredito e a chi spetta.

Vediamo anche quali requisiti bisogna soddisfare per beneficiare dell’indennizzo? (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

INDICE

Bonus 1600 euro: quando arriva il pagamento in automatico?

Il pagamento del bonus 1600 euro dovrebbe arrivare venerdì 18 giugno 2021 o entro martedì 22 giugno 2021.

L’accredito automatico spetta a chi ha già ricevuto il bonus 2400 euro previsto dal primo Decreto Sostegni.

Nel messaggio 2309, pubblicato il 16 giugno 2021, l’Inps spiega a quali categorie spetterà il bonus stagionali. L’istituto elenca anche le incompatibilità.

Bonus 1600 euro: a chi spetta e chi deve fare domanda

Chi non ha beneficiato del Bonus 2.400 euro, potrà fare domanda per il Bonus 1.600 euro (attraverso l’apposito servizio Inps sul sito dell’ente). Bisogna rientrare in queste categorie:

Bonus 1600 euro: come fare domanda e incompatibilità

Il bonus 1600 euro sostituirà l’indennità Covid per gli stagionali nel Decreto Sostegni bis. La domanda per il contributo andrà presentata sul sito dell’Inps dopo la pubblicazione della circolare.

Nel documento dovrebbero essere confermate le incompatibilità con il bonus. Nello specifico sarà incompatibile con:

L’articolo 69 del decreto Sostegni bis ha introdotto, inoltre, una indennità una tantum a favore dei lavoratori del settore agricolo e della pesca.

E’ infatti previsto un bonus da 800 euro a favore degli operai agricoli a tempo determinato che, nel 2020, abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo.

Questa indennità non sarà cumulabile con gli altri bonus per lavoratori stagionali inclusi nel Decreto Sostegni bis.

Domanda bonus 2400 euro respinta per il reddito di cittadinanza: che fare?

Intanto l’Inps ha respinto molte domande per ottenere il bonus 2400 euro perché gli aspiranti beneficiari percepivano il reddito di Cittadinanza. A specificare la compatibilità delle due misure, però, è stata direttamente l’Inps, nella circolare 65/2021.

«Ai beneficiari delle indennità […], qualora fossero titolari di un Reddito di cittadinanza, non verrà erogata l’indennità COVID-19, ma verrà riconosciuto un incremento del Reddito di cittadinanza di cui sono titolari fino all’ammontare di 2.400 euro».

Sono finalmente iniziati i pagamenti dell’integrazione della ricarica del Reddito di Cittadinanza. Se non hai, invece, avuto novità per la tua domanda, suggeriamo di andare presso una sede provinciale Inps.

Contattaci se hai qualche dubbio sul bonus 1600 euro e sui tempi di pagamento. Facci sapere anche se hai già ricevuto l’accredito, scrivendoci alla mail [email protected].

Non perderti le prossime notizie sui pagamenti delle Indennità Covid, il bonus 1600 euro e il Decreto Sostegni bis: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 75mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp