Bonus 200 euro: a chi spetta, tutti i dettagli

Bonus 200 euro: a chi spetta, tutti i dettagli categoria per categoria: quando arriva, chi lo riceve in automatico e chi invece deve fare la domanda. L'ultima bozza include ancge le pensioni di invalidità e i trattamenti assistenziali.

5' di lettura

Bonus 200 euro: si iniziano a definire in modo chiaro i dettagli per l’erogazione del contributo una tantum disposto dal governo per arginare gli effetti del caro energia e dell’inflazione. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Dopo molte voci e qualche correzione in corsa, vediamo al momento quali sono le disposizioni e le categorie che sono incluse nel bonus 200 euro.

Il bonus 200 euro sarà automatico per i lavoratori dipendenti e i pensionati. Entrambi hanno dei limiti, ma calcolati in modo diverso.

I lavoratori dipendenti lo riceveranno se non hanno avuto uno stipendio superiore a 2.692 euro per almeno una mensilità nei primi quattro mesi del 2022.

I pensionati lo riceveranno se il reddito complessivo personale non è superiore a 35mila euro.

Scopri la pagina dedicata alle offerte di lavoro e ai diritti dei lavoratori.

Le disposizioni sono contenute nell’ultima bozza del decreto aiuti. Per individuare i lavoratori dipendenti che avranno diritto al bonus 200 euro, saranno applicate le stesse procedure che hanno portato al riconoscimento dello sconto contributivo dello 0,8%.

Anche i lavoratori domestici avranno diritto al bonus, insieme a loro anche i titolari di Naspi, Dis-Coll, Rdc, e chi ha un contratto Cococo.

Bonus in busta paga da 200 euro, come sapere se lo riceverò

Ne hanno diritto anche gli autonomi, che però dovranno aspettare un decreto che dovrà essere firmato dal ministero del Lavoro e da quello dell’Economia.

Facciamo ora il punto per ogni singola categoria.

Bonus 200 euro: lavoratori

Iniziamo dai lavoratori dipendenti, che riceveranno il bonus 200 euro a luglio e direttamente in busta paga. Con eccezione dei lavoratori domestici, lo riceveranno i dipendenti pubblici e privati ma, come accennato, solo se nei primi 4 mesi dell’anno avranno avuto almeno una retribuzione inferiore a 2.692 euro.

Non rientrano i redditi del coniuge, di altri familiari o altri redditi personali. Ovvero non sono utilizzati per conteggiare l’eventuale superamento di quella soglia.

Questo significa che se i due coniugi sono lavoratori dipendenti, riceveranno entrambi il bonus 200 euro. Se un lavoratore percepisce anche la pensione riceverà un solo contributo.

Bonus da 200 euro in busta paga a luglio

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro: pensioni e trattamenti assistenziali

Il bonus 200 euro sarà erogato anche a chi riceve la pensione (diretta, indiretta o di invalidità) o un trattamento assistenziale (assegno sociale, prestazione di invalidità civile). Se lo ritroveranno aggiunto all’importo anche i cittadini che ricevono un trattamento di accompagnamento alla pensione (Ape sociale, isopensione, assegni straordinari di sostegno al reddito). Ma solo a patto che per il 2022 non abbiano un reddito personale che supera il limite dei 35mila euro.

Per calcolare il reddito, vengono conteggiati i redditi di qualsiasi natura, anche quelli che sono esenti da imposta (come i trattamenti per l’invalidità civile). Restano esclusi i redditi che derivano dalla casa dove si abita, il Tfr , le competenze arretrate, gli anf, l’assegno unico, gli assegni di guerra e le indennità di accompagnamento.

I pensionati riceveranno il bonus 200 euro direttamente dall’Inps a luglio (insieme alla quattordicesima). Per le persone che non ricevono la pensione dall’Inps sarà compito del casellario centrale dei pensionati a individuare l’ente che dovrà erogare il contributo.

Bonus da 200 euro da restituire a fine anno: ecco chi rischia

Bonus 200 euro: disoccupati

Il bonus 200 euro sarà erogato nel mese di giugno ai disoccupati titolari della Naspi o della Dis-Coll, a prescindere dai limiti di reddito. I lavoratori domestici ne hanno diritto, ma bisogna presentare una domanda all’Inps. Bonus anche ai precettori del Reddito di cittadinanza (se nel nucleo familiare non ci sia qualcuno che lo ha già ricevuto con un altro titolo).

Bonus 200 euro: schema

Riassumendo vediamo chi avrà diritto al bonus 200 euro

Lavoratori dipendenti:

  • se negli ultimi 4 mesi hanno ricevuto almeno uno stipendio inferiore a 2.692 euro;
  • se non hanno diritto al bonus per altri stipendi o pensioni;
  • il contributo sarà erogato in automatico con la busta paga di luglio;
  • sarà diritto anche dei lavoratori domestici (ma è necessaria la domanda all’Inps).

Lavoratori autonomi:

  • ne hanno diritto, ma si attende il decreto dei ministeri di Lavoro ed Economia.

Lavoratori Cococo:

  • ne hanno diritto se hanno un reddito inferiore a 35mila euro (e serve la domanda all’Inps).

Disoccupati:

  • sarà liquidato a giugno ai titolari di Naspi e Dis-Coll.

Reddito di Cittadinanza:

i titolari di Rdc lo riceveranno d’ufficio dall’Inps, ma solo se nel nucleo familiare non ci siano altri componenti che ne abbiano usufruito con altro titolo (dipendenti, pensionati).

Pensionati:

il Bonus 200 euro sarà erogato nel mese di luglio chi è titolare al 30 giugno di un qualsiasi trattamento pensionistico se:

  • il reddito personale non deve essere superiore nel 2022 a 35mila euro;
    • il bonus spetta anche:
    • ai titolari di assegno sociale;
    • ai titolari di prestazioni di invalidità civile;
    • ai titolari di prestazioni di accompagnamento alla pensione.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie