Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Lavoro / Bonus 200 euro a ottobre per i dipendenti esclusi: la guida

Bonus 200 euro a ottobre per i dipendenti esclusi: la guida

Bonus 200 euro a ottobre per tutti i lavoratori dipendenti che non hanno ricevuto l'indennità una tantum a luglio e agosto.

di Sara Fannino

Ottobre 2022

Bonus 200 euro a ottobre per i lavoratori dipendenti esclusi? Andiamo subito a scoprire tutte le novità riguardanti l’indennità una tantum contro il caro vita istituita dal DL 50, in particolare, cosa succede ai lavoratori dipendenti che non l’hanno ricevuta né a luglio né ad agosto (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Bonus 200 euro a ottobre, ecco di cosa si tratta

Quando parliamo del bonus 200 euro a ottobre intendiamo l’indennità una tantum confermata dal decreto-legge aiuti uno, il n. 50 dello scorso 17 maggio 2022, rivolta a una vasta platea di beneficiari, che comprendeva anche i lavoratori dipendenti del settore privato, se questi:

Nello specifico, l’indennità una tantum contro il caro vita, introdotta dal Governo Draghi per aiutare i cittadini italiani a fronteggiare i forti rincari dovuti all’inflazione e, soprattutto, il drastico aumento dei costi dell’energia, doveva essere corrisposta al lavoratore dipendente dallo stesso datore di lavoro privato nei mesi di luglio e di agosto.

Il pagamento dei 200 euro sarebbe stato immediatamente successivo alla consegna dell’autodichiarazione dello stesso lavoratore, ma in alcuni casi non è arrivato. Ecco, dunque, perché parliamo del “bonus 200 euro a ottobre” anche per i lavoratori dipendenti. Andiamo a scoprire cosa sta succedendo.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=HMN3VnZt9Ps&w=560&h=315]

Bonus 200 euro a ottobre ai dipendenti, in automatico

Il bonus 200 euro a ottobre sarà corrisposto in automatico a tutti i lavoratori con i requisiti richiesti (redditi entro i 35 mila euro e soggetti che hanno beneficiato dello sgravio contributivo dello 0,8%) purché non l’abbiano ancora ricevuto.

Bonus 200 euro già da domani, ecco per chi.

Quanto appena asserito è stato dichiarato da una recente circolare dell’INPS, n. 111 dello scorso 7 ottobre 2022. In particolare, nella medesima circolare vengono fornite ulteriori istruzioni utili per corrispondere il bonus 200 euro a ottobre ai nuovi beneficiari. Attenzione, però, perché questi nuovi beneficiari sono stati individuati dal decreto-legge aiuti -Bis, ossia il dl n. 115.

In particolare, nel documento si parla dell’estensione dell’indennità una tantum contro il caro bollette alla platea di lavoratori che erano stati esclusi in precedenza, poiché beneficiari dell’esonero contributivo. Di chi stiamo parlando? Di chi, ad esempio, si trovava in cassa integrazione o in congedo di maternità.

Bonus 200 euro anche a dicembre contro il caro energia?

Per questi lavoratori in particolare, che non hanno già beneficiato del bonus 200 euro una tantum né nel mese di luglio 2022, né ad agosto, l’accredito del sussidio verrà effettuato in maniera del tutto automatica della busta paga del mese di ottobre. Ricordiamo nuovamente che, affinché il pagamento vada a buon fine, è importantissimo che il lavoratore dipendente dichiari di non aver già goduto del medesimo sussidio economico in precedenza, nelle mensilità passate.

Andiamo a scoprire insieme qualche altra novità riguardante il bonus 200 euro a ottobre per dipendenti.

bonus 200 euro a ottobre
bonus 200 euro a ottobre per dipendenti esclusi

Bonus 200 euro a ottobre, ecco cos’altro c’è da sapere sul pagamento

Bonus 200 euro a ottobre solo se non è stato percepito prima? Sì, questa è una condizione indispensabile poiché, infatti, non è possibile percepire l’indennità una tantum (come già ci suggerisce il nome) più di una volta.

Facciamo un esempio: i lavoratori dipendenti che svolgono allo stesso tempo anche una collaborazione occasionale non potranno richiedere il bonus 200 a ottobre se l’hanno già percepito con lo stipendio mensile.

Ecco, infatti, quanto possiamo leggere dalla circolare INPS 111:

“Con la retribuzione del corrente mese di ottobre (competenza ottobre 2022), i datori di lavoro, in automatico, devono provvedere a erogare la predetta indennità ai lavoratori che siano in forza nel mese di ottobre 2022, che abbiano avuto un rapporto di lavoro nel mese di luglio 2022 (anche con altro datore di lavoro), che siano stati destinatari di eventi con copertura figurativa integrale dall’INPS fino alla data del 18 maggio 2022 e che, infine, non siano destinatari delle indennità di cui agli articoli 31 e 32 del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50.”

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

Insomma, secondo quanto stabilito i datori di lavoro dovranno obbligatoriamente erogare il bonus 200 euro a ottobre anche a tutti i soggetti destinatari della misura che sono stati destinatari di eventi con copertura figurativa integrale dall’INPS, dunque, maternità, cassa integrazione, ecc., fino alla data di entrata in vigore del DL 50, dunque, fino al 18 maggio 2022.

Bonus 200 euro, ecco chi lo riceverà entro il 31 ottobre 2022.

È importante, però, che questi soggetti non abbiano già percepito l’indennità contro il caro vita perché destinatari del bonus previsto nei due articoli n. 31 e n. 32 del medesimo decreto-legge aiuti uno, il n. 50.

Dall’altro lato, il datore di lavoro che avrà corrisposto al proprio datore di lavoro dipendente il bonus 200 euro a ottobre potrà accedere alla compensazione del credito (per il versamento dell’indennità) procedendo alla denuncia UniEmens nel mese stesso in cui viene erogato il sostegno.

Bonus 150 euro, bonus 200 euro e bonus 350 euro, le differenze.

Quella a UniEmens è una denuncia obbligatoria che viene inviata ogni mese all’Inps dagli stessi datori di lavoro del settore privato.

Il bonus 200 euro a ottobre sarà anche percepito da:

Tutto tace sulle partite iva.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp