Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus 200 euro alle famiglie: quando spetta e quando no

Bonus 200 euro alle famiglie: quando spetta e quando no

Bonus 200 euro alle famiglie. Scopri in questo articolo quando spetta e quando no, quanti accrediti sono previsti nello stesso nucleo e come richiederlo.

di Antonio Dello Iaco

Giugno 2022

Bonus 200 euro alle famiglie. Vediamo insieme in questo articolo quando spetta e quando invece non si può riceverlo (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo anche quali sono le categorie di beneficiari del sussidio, i requisiti e come richiederlo.

Bonus 200 euro alle famiglie: quando spetta?

Il bonus 200 euro alle famiglie spetta quando nel nucleo è presente almeno un beneficiario di questo sussidio. È importante quindi che sia presente una di queste categorie:

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Ricordiamo che per beneficiare del bonus 200 euro alle famiglie è necessario avere un reddito annuo lordo (riferito al 2021) che non superi i 35mila euro.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro alle famiglie: quanti ne spettano?

Il bonus 200 euro alle famiglie è assegnato ai singoli beneficiari e non ai nuclei familiari. Quindi se ne può ricevere anche più di uno? Chiariamo subito questo aspetto.

Il bonus 200 euro alle famiglie viene accreditato, come abbiamo detto, a ogni beneficiario. Questo significa che, se per esempio ci sono nello stesso nucleo due lavoratori dipendenti, la famiglia riceverà in totale 400 euro (200 caricati sulla busta paga del primo stipendiato e 200 su quella del secondo, se hanno entrambi uno stipendio inferiore a 2962 euro nei primi quattro mesi del 2022). Stessa regola vale se sono presenti due pensionati o qualsiasi altra categoria di lavoratori.

Il discorso cambia per i percettori del reddito di cittadinanza. Ogni famiglia percettrice di Rdc, infatti, avrà diritto a un solo pagamento del bonus, anche se ne nucleo familiare ci fossero più componenti che possono riceverlo, come pensionati o lavoratori dipendenti.

Per essere anora più chiari, abbiamo preparato per te una tabella con alcuni esempi dettagliati e ben schematizzati sul bonus 200 euro alle famiglie.

Numero persone
nel nucleo familiare
Tipologia di personeBeneficiano tutti del bonus
200 euro alle famiglie?
3– lavoratore dipendente
– lavoratore autonomo
– pensionato
4– lavoratore autonomo
– lavoratore stagionale
– 2 minori
No, ne beneficiano solo i due lavoratori,
quindi in totale il bonus 200 euro
alle famiglie varrà 400 euro
2– pensionato/lavoratore
– beneficiario Rdc
In questo caso il bonus verrà pagato una sola volta
1– percettore Rdc

Bonus 200 euro alle famiglie: come richiederlo

Il bonus 200 euro alle famiglie verrà accreditato in automatico sull’Rdc, ai pensionati o ai dipendenti.

I lavoratori domestici, stagionali, autonomi e liberi professionisti, per ricevere il bonus 200 euro, dovranno presentare un’apposita richiesta. Le modalità di domanda dovrebbero essere pubblicate entro il 17 giugno 2022. Vi terremo informati.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 200 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp