Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus 200 euro settembre, per la domanda tutti contro tutti

Bonus 200 euro settembre, per la domanda tutti contro tutti

Bonus 200 euro per lavoratori autonomi: si avvicina settembre, ma ancora niente click day per richiedere l'indennità. Ecco le ultime novità

di Chiara Del Monaco

Agosto 2022

È ormai ufficiale il diritto del bonus 200 euro lavoratori autonomi. Le discussioni sul click day, previsto a settembre, si fanno sempre più animate. In questo articolo analizziamo le ultime novità sulla domanda, nonché i fondi a disposizione e i requisiti per ottenere il contributo economico (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il bonus 200 euro sarà destinato ai lavoratori autonomi che hanno percepito un reddito inferiore ai 35mila euro nel 2021 e che faranno domanda alle casse previdenziali di riferimento.

Il limite di spesa per finanziare il contributo è salito da 500 a 600 milioni di euro.

Nel frattempo, oggi 22 agosto 2022 è previsto il pagamento Naspi per chi lo vede sul fascicolo previdenziale, mentre per il bonus 200 euro i destinatari dovranno aspettare fino a ottobre.

Prima di andare avanti, potrebbe interessarti anche il calendario con i prossimi pagamenti INPS.

Indice

Bonus 200 euro lavoratori autonomi: click day, ma per quando?

I lavoratori autonomi sono stati esposti a notizie piuttosto altalenanti da quando è stato introdotto il bonus 200 euro con il primo Decreto Aiuti. Adesso, però, in seguito al Decreto Aiuti bis, si può affermare che il diritto al sussidio è ufficiale anche per loro.

Ricordiamo che ai 500 milioni di euro già stanziati, sono stati aggiunti ulteriori 100 milioni di euro al Fondo del ministero del Lavoro, ossia il fondo appositamente istituito per favorire i lavoratori autonomi nell’erogazione del bonus 200 euro.

A conferma di ciò, c’è il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, che solo qualche settimana fa ha firmato il decreto attuativo che disciplina i criteri e le modalità per l’accesso all’indennità contro il caro vita estesa anche agli autonomi.

Manca, però, l’indicazione di una data per inviare le richieste. Ed è proprio su questo che ci concentriamo oggi: l’organizzazione da parte delle varie casse previdenziali per decidere il click day.

Continua a leggere per scoprire più dettagli sul click day.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro lavoratori autonomi: gli accordi per il click day

In attesa della pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale, gli enti di previdenza si stanno preparando al flusso di richieste, facendo delle stime sulla quantità di domande in arrivo e le risorse necessarie per coprirle tutte.

La decisione finale sarà presa presso la sede collegiale dell’Adepp, l’associazione che riunisce gli enti di previdenza degli ordini professionali, i quali hanno stabilito una data unica a settembre per tutte le categorie.

L’idea dell’unica data per tutti è stata studiata a lungo e lo scopo è di evitare che eventuali sprint anticipati possano avvantaggiare qualche categoria. Ecco perché l’Inps e le Casse di avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro e altri professionisti iscritti ai rispettivi ordini stanno collaborando per trovare un accordo comune.

L’appuntamento per mettere nero su bianco la decisione finale sul click day è fissato al rientro delle ferie, ma in ogni caso, come conferma la vicepresidente di Adepp, Tiziana Stallone, già è stata fatta una mappatura della platea dei beneficiari.

Tuttavia, per avere un’idea ancora più precisa, non manca un monitoraggio dei flussi a cadenza settimanale.

In ogni caso, sulla base dei dati del Ministero del Lavoro e tenendo conto dei 500mila iscritti per il reddito di ultima istanza (il sostegno da 600 euro), si stima che i richiedenti possano essere circa 477mila.

Per quanto riguarda le risorse disponibili stanziate per il bonus 200 euro da erogare alle Partite Iva, si tratta di 95,6 milioni per i professionisti ordinistici. Quindi, il bonus dovrebbe essere garantito per 478mila richieste.

Stando a queste stime, i fondi dovrebbero bastare per tutti i richiedenti. Tuttavia, è bene specificare che il pagamento sarà riconosciuto sempre in base all’ordine cronologico di arrivo nel “Click day”.

Dunque, è fondamentale restare aggiornati sulle varie comunicazioni in merito.

Ovviamente, è già risaputo che il bonus 200 euro non sarà erogato in automatico, ma ci sarà bisogno di richiederlo. Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Ma prima di andare avanti, dai un’occhiata all’ultimo video di Redazione TheWam su tutte le date dei pagamenti INPS di agosto 2022.

Bonus 200 euro lavoratori autonomi: autocertificazione

Per quanto riguarda la modalità di richiesta del bonus 200 euro lavoratori autonomi, si ritorna a parlare dell’autocertificazione (un po’ come quella già utilizzata dai lavoratori dipendenti).

In particolare, per ottenere l’indennità una tantum gli autonomi dovranno inoltrare al proprio ente di previdenza uno specifico modello, in cui si dovrà dichiarare di aver diritto al bonus, per esempio indicando il reddito, l’iscrizione alla Cassa di riferimento con almeno un versamento dal 2020 (nel decreto ministeriale non si fa riferimento alla regolarità contributiva) e di non aver beneficiato del contributo come dipendente o pensionato.

Ovviamente, è necessario essere titolari di Partita Iva, requisito che potrebbe non essere scontato, se si pensa, per esempio, ai medici liberi professionisti che fanno sostituzioni.

A questo, si aggiungono poi altri requisiti, di cui discutiamo nel prossimo paragrafo.

Bonus 200 euro lavoratori autonomi: quando il click day?

Bonus 200 euro lavoratori autonomi: requisiti

In attesa di novità, concludiamo questo approfondimento ricordando brevemente i requsiiti previsti per accedere al bonus 200 euro in caso di lavoratori autonomi con Partita Iva.

Per avere diritto all’indennità una tantum, è necessario:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp