Bonus 200 euro: come funziona, a chi spetta e quando

Bonus 200 euro: vediamo come funziona a chi spetta e quando arriva il contributo stanziato dal governo per 28 milioni di lavoratori e pensionato. Il sostegno economico, una tantum, sarà a vantaggio di chi ha redditi non superiori a 35mila euro. Sarà inserito direttamente in busta paga.

4' di lettura

Il bonus 200 euro sarà presto a disposizione di lavoratori e pensionati, vediamo quando arriva, a chi spetta e se e chi dovrà presentare la domanda. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

La misura è stata annunciata dal presidente del Consiglio, Mario Draghi nel corso della conferenza stampa durante la quale ha presentato il complesso delle disposizioni contenute nel decreto Aiuti.

L’obiettivo del bonus 200 euro sono chiare: limitare l’impatto economico che sta provocando sulle famiglie la crisi energetica, la guerra in Ucraina e la conseguente inflazione (che comunque era partita prima ancora dell’inizio del conflitto).

In questo articolo vediamo nel dettaglio come funziona questa misura di sostegno.

Bonus 200 euro alle famiglie nel decreto aiuti

Bonus 200 euro: quando arriva

Prima di tutto, quando arriverà? Il bonus 200 euro dovrebbe essere erogato tra giugno e luglio. Verrà direttamente inserito in busta paga o sull’importo della pensione. La misura dovrebbe riguardare una platea vasta di italiani: 28 milioni di persone.

In pratica tutti i lavoratori e i pensionati che hanno un reddito fino a 35mila euro. La cifra sarà la stessa per tutti, non ci sarà dunque differenza tra redditi entro la soglia stabilita dal governo.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro: autonomi

I lavoratori autonomi non sono esclusi dalla misura, ma si attende la pubblicazione dei decreti attuativi per verificare in che modo saranno erogati i 200 euro. Non si esclude un sistema simile a quello che è stato utilizzato per i contributi elargiti durante l’emergenza covid.

Gas russo, a maggio rischio stop: cosa succede

Bonus 200 euro: profitti extra tassati

Il bonus 200 euro è stato introdotto grazie all’aumento della tassa sui profitti extra delle imprese produttrici, importatrici e che commerciano energia elettrica, gas e prodotti petroliferi. In tutto sono previsti sei miliardi per finanziare la misura per pensionati e lavoratori.

Ci sarà un prelievo aggiuntivo del 15%, che arriva così al 25%

Bonus 200 euro: inflazione

L’inflazione è ormai arrivata al 6.2% e ci sono tutti i presupposti perché continui a salire (come è già accaduto in altri Paesi, in particolare negli Stati Uniti). Il che significa una cosa fondamentale: il potere d’acquisto di stipendi e pensioni si è ridotto, anche perché le buste paga sono rimaste le stesse.

Una condizione di disagio che coinvolge anche quanti ricevono assegni assistenziali, che già avevano difficoltà enormi a far quadrare i conti e che con l’aumento costante dell’inflazione sono ora in gravissima crisi.

Per le famiglie a basso reddito – fino a 15mila euro – il sostegno arriverà direttamente in bolletta e fino a settembre con la riduzione del 25% dei costi dell’energia.

Gas razionato dall’autunno per famiglie e imprese

Ma non è tutto. Il bonus 200 euro si somma al taglio di 0,8 punti in percentuale sull’aliquota previdenziale per i dipendenti pubblici che hanno una retribuzione fino a 35mila euro. Una misura che resterà in vigore per tutto il 2022.

Bonus 200 euro: carburanti

Confermato per qualche mese anche il taglio delle accise sui carburanti, ma solo fino a luglio.

Ora, lo sforzo del governo è evidente. Si vuole evitare la spirale inflazione, stipendi, costo della vita, che genererebbe effetti disastrosi sull’intera economia del Paese, ma le incognite restano tutte lì.

Bonus 200 euro: crisi, soluzione lontana

La crisi energetica potrebbe continuare a lungo, la Russia potrebbe decidere di tagliare le forniture di gas ai Paesi europei (Italia compresa), il prolungarsi del conflitto bellico determina una costante carenza di materie prime alimentari (come grano e cereali) e la drammatica situazione internazionale blocca o quasi, l’intero sistema produttivo, non solo italiano.

E quindi le misure adottate dal governo possono mettere una pezza all’emergenza attuale, ma ovviamente nei prossimi mesi sarà necessario intervenire ancora. O trovare dei rimedi strutturali, come l’accelerazione sulla parziale indipendenza energetica italiana e una produzione di materie prime alimentari concentrata più sull’Europa che sull’importazione da altre nazioni.

Un processo però che non potrà essere a breve termine.

Per ora c’è il bonus 200 euro, per tante famiglie potrà essere una boccata d’ossigeno, ma le condizioni che hanno innescato la crisi restano tutte sul tavolo e al momento non si intravede neppure uno spiraglio di soluzione.

Chi si è interessato a questo articolo ha letto anche:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie