Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Invalidità Civile / Bonus 200 euro con la 104: quando spetta

Bonus 200 euro con la 104: quando spetta

Bonus 200 euro con la 104: quando spetta e se ci sono limitazioni per chi percepisce assegno di invalidità civile o pensione di invaiblità.

di Sara Fannino

Luglio 2022

Ormai, il bonus 200 euro è il protagonista indiscusso di tutti i bonus poiché continua a essere oggetto di dibattito e di dubbi. In particolare, in questo articolo andremo ad analizzare la compatibilità del bonus 200 euro con la 104! Vediamo subito insieme di che si tratta (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Bonus 200 euro con la 104, chi sono i percettori

Il bonus 200 € è partito a tutti gli effetti lo scorso venerdì 1° luglio con gli accrediti delle pensioni, sia per chi le riceve sul conto corrente o sul libretto postale, che per chi le deve ritirare presso gli sportelli Postamat, al di fuori degli uffici di Poste Italiane o direttamente agli sportelli. Nei prossimi giorni, invece, sarà percepito da tutti i lavoratori dipendenti dei settori pubblico e privato.

I lavoratori del settore pubblico, abbiamo visto che riceveranno l’accredito in maniera del tutto automatica, poiché registrati all’interno del sistema dell’Inps e del MEF, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, mentre i lavoratori del settore privato dovranno consegnare un’autocertificazione al proprio datore di lavoro in cui si attesti che sono in possesso di tutti i requisiti idonei alla percezione del sostegno, in particolare:

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Ma si può percepire il bonus 200 euro con la 104? Andiamo a vedere nel dettaglio la compatibilità della misura.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro con la 104: c’è la compatibilità? Vediamo

C’è la compatibilità tra il bonus 200 euro con la 104? Possiamo dire a tutti gli effetti che tra i due sussidi economici c’è la compatibilità. Dunque, una persona che percepisce l’assegno di invalidità potrà anche percepire il sussidio una tantum introdotto dal decreto-legge n. 50 del 17 maggio 2022 (Decreto Aiuti).

Bonus 200 euro con la 104, ma non solo, questo sostegno potrà essere percepito anche da coloro che:

Attenzione, però, perché non è sempre compatibile il bonus 200 euro con la 104: vediamo nel dettaglio. Nello specifico, nella lista stilata dall’Inps non compaiono tutte quelle persone che, pur non percependo la pensione, prendono l’indennità di accompagnamento. In questo caso particolare bonus 200 euro con la 104 non sono compatibili e, dunque, l’INPS non verserà il sostegno una tantum contro il carovita.

bonus 200 euro con la 104
bonus 200 euro con la 104 quando spetta

Bonus 200 euro con la 104: anche a sordi e ciechi

Bonus 200 euro con la 104, ma non solo: l’indennità una tantum prevista dal decreto-legge dello scorso maggio si rivolge anche a:

In particolare, il sostegno spetterà alle persone cieche assolute o parziali, oltre che alle persone sorde unicamente se non beneficiarie di una pensione non reversibile. Nello specifico, all’articolo 32 del suddetto decreto possiamo leggere che l’indennità una tantum potrà essere percepita da tutti i “soggetti residenti in Italia titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione”.

In poche parole, oltre tutte le categorie che abbiamo descritto in precedenza, compresi i lavoratori del settore privato e i titolari di pensione previdenziale, sia di tipo diretto che indiretto, come ad esempio la pensione di reversibilità, potranno percepire l’indennità una tantum contro il carovita anche coloro che godono di una delle seguenti prestazioni:

Ecco, dunque, perché abbiamo detto “non solo Bonus 200 euro con la 104”. In ogni caso, per tutti questi soggetti l’istituto nazionale per la previdenza sociale provvederà a erogare l’indennità prevista dal Decreto Aiuti del valore di 200 euro, contro il carovita, in maniera del tutto automatica, senza necessità di presentare la domanda. I dati di questi cittadini, infatti saranno inseriti all’interno del database dell’istituto previdenziale.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1