Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus 200 euro in automatico: per i 150 euro sarà lo stesso?

Bonus 200 euro in automatico: per i 150 euro sarà lo stesso?

Proprio come il bonus 200 euro, anche il bonus 150 euro sarà erogato in automatico per alcuni e su domanda per altri.

di Chiara Del Monaco

Ottobre 2022

Novembre si avvicina e alcuni cittadini hanno già visto la disposizione di pagamento del bonus 150 euro. Nel frattempo, c’è chi ha da poco ricevuto il bonus 200 euro o deve ancora riceverlo e si chiede se il contributo da 150 euro arriverà in automatico o con domanda (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Mentre continuano a uscire nuove date per chi non ha ancora ricevuto il bonus 200 euro (per esempio i titolari di disoccupazione agricola e di indennità Naspi o Dis-Coll), c’è chi è in attesa del bonus 150 euro introdotto con il Decreto Aiuti ter (dl 144/2022) e in arrivo a novembre.

Considerato che tra i due bonus ci sono differenze minime, nei prossimi paragrafi proveremo a fare chiarezza, concentrandoci soprattutto sulla modalità di erogazione automatica e con domanda per i destinatari dei due contributi economici.

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

Indice

Bonus 200 euro: in automatico o con domanda?

Il nostro approfondimento prende spunto da una domanda che ci è stata rivolta da una nostra lettrice attraverso i commenti sotto ai video di Youtube. In particolare, l’utente si chiedeva questo:

Ho una domanda, i lavoratori domestici che hanno fatto la domanda per bonus 200 euro, ora devono fare domanda per il bonus 150 euro o sarà automatico. Sul sito del INPS non trovo come fare domanda per il bonus 150 euro. Grazie

Visto che tra il bonus 200 euro e il bonus 150 euro sono davvero poche le differenze in merito alla modalità di erogazione ai destinatari, per rispondere a questa domanda potrebbe essere utile fare innanzitutto un riepilogo su quali beneficiari hanno ricevuto o riceveranno l’indennità da 200 euro in automatico e quali sono tenuti a fare domanda.

Dunque, ricordiamo che il bonus 200 euro è stato introdotto il 17 maggio 2022 con il Decreto Aiuti e poi ha ampliato la sua platea di beneficiari grazie al Decreto Aiuti bis del 9 agosto 2022.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Il requisito fondamentale per accedere al contributo da 200 euro è possedere un reddito complessivo riferito al 2021 non superiore a 35mila euro. Per questo motivo, si può immaginare che questo bonus contro il caro vita abbia abbracciato una grossa fetta di cittadini italiani.

Tra questi, una parte ha ricevuto o riceverà l’indennità in automatico, mentre un’altra parte ha dovuto presentare una domanda apposita sul sito online dell’INPS.

Nello specifico, il bonus 200 euro spetta in automatico a questi destinatari:

Invece, tra le persone che hanno dovuto presentare domanda a partire dal 26 giugno 2022 e che hanno tempo fino al 31 ottobre 2022 per inoltrarla all’INPS rientrano:

Tra queste categorie appena descritte, quella dei collaboratori domestici è l’unica ad avere una scadenza diversa per presentare la domanda. Infatti, il termine ultimo era il 30 settembre 2022.

Infine, anche i lavoratori autonomi e liberi professionisti con partita IVA hanno dovuto inoltrare la domanda per accedere al bonus. Tuttavia, considerati i tempi lunghissimi relativi a questa categoria la scadenza è fissata al 30 novembre 2022.

Nel prossimo paragrafo vediamo invece la modalità di erogazione del bonus 150 euro.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro e bonus 150 euro: chi deve richiederlo?

Nel paragrafo precedente abbiamo ricordato le categorie destinatarie del bonus 200 euro che hanno dovuto fare domanda e quelle che invece hanno diritto all’indennità in maniera automatica.

Ora, invece, ci concentriamo sulle modalità di pagamento (in automatico o con domanda) per i beneficiari del bonus 150 euro. Nel farlo, risponderemo anche alla domanda della nostra utente sui collaboratori domestici.

Ricordiamo innanzitutto che la platea di destinatari a cui spetta il bonus 150 euro è molto ridotta rispetto ai beneficiari del bonus 200 euro.

Ciò si deve in particolare ai requisiti reddituali previsti dal Decreto Aiuti ter: mentre per il precedente bonus il tetto massimo da non superare era 35mila euro, per accedere all’indennità da 150 euro è necessario avere redditi relativi al 2021 non superiori a 20mila euro.

Le categorie a cui è rivolto questo contributo sono pressoché le stesse, ma con qualche differenza dal punto di vista della modalità di erogazione.

Nello specifico, il bonus 150 euro spetta in automatico ai seguenti soggetti:

Al contrario, dovranno fare domanda per ottenere il bonus 150 euro queste categorie:

Quindi, come si può notare da questi due elenchi, i collaboratori domestici che hanno già richiesto il bonus 200 euro e hanno diritto anche al bonus 150 euro, riceveranno la seconda indennità una tantum in automatico dall’INPS.

Bonus 200 euro e bonus 150 euro: in automatico o con domanda.

Bonus 200 euro e bonus 150 euro: scrivici per altre domande

Visto che i due bonus 150 e 200 euro sono molto simili tra loro, è facile andare in confusione su alcuni dettagli specifici, proprio come abbiamo potuto notare con la modalità di erogazione per collaboratori domestici.

Ecco perché se hai qualsiasi dubbio o domanda sui bonus attivi al momento o sulle prestazioni per famiglie come Rdc e assegno unico, così come su altri argomenti che trattiamo quotidianamente, non esitare a rivolgerti a noi tramite i commenti di Youtube.

Oppure, se ti è più comodo, puoi sempre scriverci al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp