Bonus 200 euro e assunzioni: tutti i casi e i divieti

Bonus 200 euro e assunzioni. Ecco i dettagli su chi riceverà il bonus tra assunzioni e licenziamenti a giugno e luglio.

7' di lettura

Bonus 200 euro e assunzioni: un argomento molto discusso tra i beneficiari del bonus 200 euro. In questo articolo scoprirai in quali casi l’assunzione e il licenziamento danno diritto al bonus. Facciamo anche chiarezza su quando arriverà il contributo (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus 200 euro e assunzioni: a chi spetta

Sono più di 31 milioni gli italiani che riceveranno il bonus 200 euro, l’indennità una tantum introdotta dal Decreto Aiuti (comma 9, art. 32 dl 50/2022), il quale è in attesa di essere convertito in legge.

Il bonus sarà erogato una sola volta a diverse categorie di persone, e in particolare a:

Ricordiamo che il contributo di 200 euro non è oggetto di tassazione poiché non concorre alla formazione del reddito ai fini Irpef per nessuno dei beneficiari menzionati sopra.

La categoria dei lavoratori, che sembrava la più semplice da gestire, si è rivelata piuttosto articolata, sia per quanto riguarda la modalità di erogazione sia per i requisiti.

Ed è proprio di questi ultimi che parleremo brevemente nel prossimo paragrafo.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro e assunzioni: requisiti

Mentre in questo articolo di TheWam.net sono elencati i requisiti previsti categoria per categoria, oggi daremo maggiore spazio ai requisiti dedicati ai lavoratori.

In particolare, per ottenere il bonus 200 euro dipendenti è necessario:

  • non essere titolare di trattamenti pensionistici o Reddito di cittadinanza;
  • aver beneficiato dell’esonero contributivo dello 0,8%, a cui hanno diritto i lavoratori dipendenti con reddito imponibile mensile fino a 2.692 euro, in almeno uno dei primi quattro mesi del 2022;
  • essere in forza (cioè avere un contratto di lavoro attivo) al 1° luglio 2022.

Oltre ai requisiti appena indicati, bisogna fare attenzione anche alla modalità di erogazione del contributo una tantum, visto che non è uguale per tutti i lavoratori.

Per esempio, i dipendenti pubblici riceveranno i 200 euro in automatico, invece chi lavora nel settore privato lo riceverà in busta paga, ma solo dopo aver consegnato al datore di lavoro una specifica autodichiarazione. Si tratta di un modulo in cui il lavoratore dichiara di rispettare tutti i requisiti.

Tuttavia, c’è ancora qualche perplessità riguardo ad alcuni casi particolari, come per chi è stato assunto per un nuovo lavoro a giugno o luglio 2022 o, al contrario, chi ha smesso di lavorare in questro periodo. Vediamo allora in quali casi spetta il bonus e in quali no.

Continua a leggere per saperne di più.

Bonus 200 euro e assunzioni: neoassunti

Ora che abbiamo visto le condizioni per il bonus 200 euro dipendenti, cerchiamo di capire cosa succede in caso di nuova assunzione.

Per avere un’idea chiara bisogna considerare alcune ipotesi specifiche, e cioè:

  1. L’assunzione è stata effettuata a giugno 2022, ma non è il primo rapporto di lavoro: se prima dell’assunzione di giugno ti trovavi in un precedente rapporto di lavoro subordinato e nei primi 4 mesi del 2022 hai beneficiato dello sgravio fiscale dello 0,8%, allora hai diritto al bonus 200 euro;
  2. L’assunzione è avvenuta a giugno 2022 come primo rapporto lavorativo: se prima di essere assunto o assunta non svolgevi alcun lavoro, allora il bonus 200 euro non ti spetta;
  3. L’assunzione è avvenuta il 1° luglio 2022: se hai iniziato un nuovo lavoro a luglio 2022, il bonus 200 euro non ti spetta.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus 200 euro e assunzioni: cessazione del rapporto di lavoro

Cosa succede invece in caso di bonus 200 euro e licenziamento o cessazione del rapporto di lavoro?

Le categorie maggiormente interessate a questa situazione sono coloro che hanno terminato il proprio contratto di lavoro nel mese di giugno o di luglio 2022. Per sapere a chi spetta e a chi no, bisogna considerare i singoli casi.

Per quanto riguarda quei lavoratori che hanno concluso il rapporto di lavoro entro il 30 giugno 2022, purtroppo non ci si deve aspettare buone notizie. Infatti in questo caso il bonus non spetta.

In particolare, fanno parte di questa categoria sfortunata i docenti precari e il personale ATA che non solo hanno terminato l’anno di lavoro a scuola a giugno 2022, ma riceveranno l’indennità Naspi a luglio. Di conseguenza non rientrano nei requisiti di accesso al bonus 200 euro.

Dall’altro lato, invece, chi ha concluso il rapporto di lavoro nel mese di luglio 2022 avrà diritto al contributo una tantum.

Per sapere quali altre categorie sono state escluse dal bonus 200 euro, leggi questo approfondimento.

Invece, per avere chiarimenti su Bonus 200 euro in altri casi particolari (per esempio i lavoratori part-time), potrebbe interessarti questo articolo dettagliato.

Bonus 200 euro e assunzioni: tutti i casi e i divieti

Bonus 200 euro e assunzioni: tabella

Visto che le informazioni che girano ultimamente sono tante e a volte difficili da assimilare tutte insieme, abbiamo pensato di fare una tabella riassuntiva con i vari casi di bonus 200 euro e assunzioni per dare un quadro più ordinato.

Caso specificobonus 200 euro: spetta?
Assunzione a giugnoNo, in caso di primo rapporto di lavoro.
, con precedenti rapporti di lavoro e sgravio fiscale 0,8%.
Assunzione il giorno 1° luglio 2022No
Cessazione rapporto di lavoro a giugno 2022 (es. docenti)No
Cessazione rapporto di lavoro a luglio 2022
Tabella bonus 200 euro e assunzioni: a chi spetta?

Bonus 200 euro e assunzioni: calendario

A questo punto, data la diversità delle categorie a cui spetta il bonus 200 euro, ti interesserà sapere che i pagamenti non saranno erogati a tutti nelle stesse date.

Nella tabella qui sotto troverai gli accrediti in base al mese e alla categoria di appartenenza.

Beneficiari del bonus 200 euroMese di pagamento
Part-time ciclico: bonus 200 euro inserito nel cedolino di giugno, anche se di fatto la retribuzione sarà corrisposta a luglio 2022;
lavoratori per i quali il contratto collettivo nazionale di lavoro prevede il pagamento il mese successivo (di solito entro il 5). In questi casi il bonus 200 euro sarà inserito nella retribuzione di giugno.



Giugno 2022
Pensionati;
lavoratori dipendenti;
lavoratori domestici;
percettori di Rdc;
titolari di pensione o assegno per persone invalide civili, cieche e sorde; beneficiari di assegno o pensione sociale;
titolari di accompagnamento alla pensione.

Luglio 2022
Percettori di disoccupazione agricola;
titolari di Co.Co.Co.;
lavoratori che nel 2021 siano stati beneficiari di una delle indennità previste dall’art- 10 commi da 1 a 9 del dl 22 marzo 2021 n.41 (bonus 2400 euro); lavoratori stagionali;
lavoratori autonomi senza P.Iva;
incaricati alle vendite a domicilio;
percettori di Naspi e Dis-Coll.



Ottobre 2022
Tabella calendario pagamenti bonus 200 euro

Per ulteriori dettagli sulle date di pagamento, ti invitiamo a consultare questo approfondimento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie