Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Pensioni / Bonus 200 euro non pagato ai pensionati ad agosto: che fare

Bonus 200 euro non pagato ai pensionati ad agosto: che fare

Bonus 200 euro non pagato ai pensionati: cosa fare? Ecco quali sono i motivi della mancata erogazione e come comportarsi con l'INPS.

di Carmine Roca

Agosto 2022

Bonus 200 euro non pagato ai pensionati? Cosa fare per riceverlo? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus 200 euro non pagato ai pensionati

Il pagamento del bonus 200 euro per i pensionati è scattato lo scorso 1° luglio, ma ad oggi tanti beneficiari non hanno ancora ricevuto il sussidio una tantum introdotto dal Governo Draghi.

Pur avendone diritto c’è chi non si è visto accreditare i 200 euro nel cedolino della pensione di luglio e neppure nella mensilità di agosto.

Ricordiamo che i pensionati, per beneficiare della misura, non devono presentare alcuna richiesta: il pagamento è avvenuto d’ufficio per chi ha dichiarato un reddito inferiore ai 35mila euro nel 2021.

Ma allora, perché il Bonus 200 euro non pagato ai pensionati? Se questi rispettano i requisiti – reddituale e di cittadinanza italiana – perché non lo hanno ancora ricevuto? Cosa bisogna fare per vedere rispettati i propri diritti? Risponderemo a queste domande nei prossimi paragrafi.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro non pagato ai pensionati: cosa fare?

Bonus 200 euro non pagato ai pensionati. Abbiamo visto che il Bonus 200 euro è stato un sussidio una tantum erogato dal Governo Draghi per fronteggiare il caro prezzi e aiutare le famiglie italiane, sotto una determinata soglia di reddito, ad arrivare a fine mese.

La misura è stata, poi, accantonata nel secondo Decreto Aiuti per lasciare spazio alla rivalutazione anticipata delle pensioni e all’aumento degli stipendi. Però, ad oggi, oltre a chi non ha beneficiato del Bonus a luglio e agosto e lo riceverà nei prossimi mesi, c’è pure una grossa fetta di pensionati che attende di avere quanto gli spetta.

Se si rispettano i requisiti – reddito 2021 entro la soglia di 35.000 euro (si conteggiano i redditi Irpef al netto dei contributi assistenziali e previdenziali) e residenza in Italia alla data del 1° luglio 2022 – allora si ha diritto al Bonus e bisogna informare l’INPS del ritardo del pagamento.

Il discorso cambia se il pensionato ha cessato l’attività lavorativa nel 2021. Per calcolare il reddito 2021 dovrà conteggiare sia le entrate relative al lavoro svolto, sia il reddito da pensione. A questo punto, se il Bonus 200 euro non è stato ancora erogato, è perché – probabilmente – il reddito del 2021 ha superato la soglia dei 35.000 euro.

Bonus 200 euro non pagato ai pensionati
Bonus 200 euro non pagato ai pensionati: cosa fare?

L’ultima ipotesi riguarda eventuali verifiche effettuate dall’INPS sulla posizione del pensionato beneficiario. Anche in questo caso, l’interessato può contattare l’istituto e richiedere delucidazioni in merito.

Non va affatto dimenticato che l’INPS ha messo a disposizione dell’utente una funzione accessibile sul proprio sito internet chiamata “Verifiche Bonus decreto aiuti 2022”. In quest’area si può visualizzare l’esito della valutazione effettuata dall’istituto e le motivazioni del mancato pagamento del Bonus 200 euro.

In caso di mancato pagamento, l’interessato può presentare domanda di ricostituzione reddituale fornendo all’INPS la documentazione necessaria e sbloccare la pratica. In questo caso il Bonus 200 euro verrebbe erogato alla prima data utile.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp