Bonus 200 euro partite iva, slitta ancora: cosa fare

Bonus 200 euro per le partite iva, slitta ancora la data: ecco le ultime notizie sull'indennità una tantum per autonomi.

6' di lettura

Era previsto oggi, 20 settembre, il click day per i lavoratori autonomi e liberi professionisti con partita iva, per richiedere il bonus 200 euro introdotto dal Decreto Aiuti e rifinanziato dal Decreto Aiuti bis (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Bonus 200 euro per partite iva: click day da oggi? Per chi

A dare comunicazione dell’apertura delle domande era stata l’ADEPP, l’Associazione Degli Enti Previdenziali Privati, anche se la conferma non è ancora arrivata per tutti quei lavoratori che sono iscritti alla Gestione Separata di INPS.

Di ufficiale, insomma, c’è solo la data di scadenza entro cui richiedere il sostegno, fissata per il 30 novembre.

I lavoratori, in fase della presentazione della domanda, dovranno dimostrare di avere un reddito che non superi i 35mila euro e di aver versato almeno un contributo dall’anno 2020.

In proposito leggi perché non è visibile il pagamento del bonus 200 euro sull’Rdc di agosto, come funziona per il prelievo dei 200 euro sul reddito di cittadinanza e quali sono le prossime date di pagamento del bonus 200 euro su Rdc. Leggi anche se il bonus 200 euro su Rdc va speso tutto e come funziona per la possibilità di risparmiarlo.

Ricordiamo che il Bonus 200 euro per partita iva è arrivato con un ritardo notevole rispetto alle altre categorie di beneficiari: il decreto attuativo doveva essere sottoscritto entro il 18 giugno 2022, ma le sigle di Ministero del Lavoro e dell’Economia sono arrivate solamente ad agosto inoltrato e il documento, terminati in questi giorni i controlli presso la Corte dei Conti, è previsto in Gazzetta Ufficiale a breve.

Purtroppo, per, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale non è ancora stata effettuata, dunque, il bonus dovrebbe slittare ancora ai prossimi giorni. Come detto, ad oggi è stata solo l’ADEPP a parlare del click day al 20 settembre, mentre l’INPS rimane in silenzio.

Ecco cos’è il nuovo bonus 150 euro per i pensionati. Andiamo a vedere insieme i requisiti per richiedere il bonus 200 euro e come si dovrà presentare la domanda.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro, requisiti e domanda  

Il requisito fondamentale per poter percepire il bonus 200 euro per autonomi e liberi professionisti è di avere un reddito complessivo che non superi i 35.000 euro, nel 2021. A questi devono essere esclusi:

  • la casa in cui si abita;
  • eventuali TFR
  • competenze arretrate soggette a tassazione separata.

Ma non è finita qui, poiché per accedere al bonus 200 euro è necessario avere la propria partita iva attiva alla data di entrata in vigore del decreto-legge n. 50 del 2022, dunque, il 18 maggio 2022, e almeno un contributo versato dal 2020, se dovuto in base alle scadenze previste dal proprio ente previdenziale.

Bonus 150 euro anche per chi ha reddito di cittadinanza.

Il bonus 200 euro verrà erogato su domanda: il lavoratore autonomo o libero professionista dovrà domandare l’indennità una tantum alla propria Cassa di iscrizione o all’INPS.

Entrambi i siti conterranno i moduli, inseriti nella sezione riservata ai cittadini iscritti, ma in realtà non sarà altro che un’autocertificazione dei propri requisiti. Ripetiamo che il bonus 200 euro spetterà a lavoratori autonomi e liberi professionisti:

  • non titolari di pensioni;
  • non già beneficiari del bonus 200 euro, sotto altre forme (es. pensionato)
  • avere un reddito nell’anno di imposta 2021 che non superi i 35 mila euro;
  • essere iscritto al 18 maggio 2022 alla Gestione Separata INPS o presso gli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ed assistenza

Ecco come e quando verrà erogato il bonus 200 euro

Ancora oggi, sul sito ufficiale dell’INPS, non sono state aperte le domande per ottenere il bonus 200 euro per autonomi e partite iva. In ogni caso, una volta inoltrata la richiesta, l’indennità una tantum contro il caro vita arriverà direttamente sul conto corrente del richiedente, una volta terminate tutte le verifiche formali sui documenti dei richiedenti.

Attenzione, perché le verifiche potranno anche essere effettuate sui redditi del 2021 se il dato è conosciuto.

L’ADEPP, comunque, ha rassicurato tutti i suoi professionisti affermando che la cifra stanziata per loro 95.6 milioni di euro (su 600 milioni in totale) sarà sufficiente per tutti, dunque, che non occorrerà affrettarsi a presentare domanda nella data di oggi.

Bonus 200 euro click day oggi? Come fare.

Ricordiamo ancora una volta che la scadenza per richiedere questo bonus 200 euro è stata fissata al 30 novembre 2022, dunque, è possibile che i pagamenti:

Il decreto-legge Aiuti bis ha finanziato di altri 100 milioni di euro il bonus 200 euro per le partite iva introdotto nel decreto n. 50. Tenendo conto dei dati forniti dall’Istituto di Previdenza INPS, i lavoratori autonomi interessati alla misura dovrebbero essere:

  • 973 mila commercianti,
  • 859 mila artigiani,
  • 477 mila iscritti alle casse professionali,
  • 430 mila coltivatori diretti, mezzadri e coloni  
  • 261mila professionisti in gestione separata.

Se si considera il requisito reddituale dei 35 mila euro per accedere alla misura, i beneficiari totali del sostegno saranno circa 3 milioni di persone, ecco perché i fondi istituiti sono arrivati a 600 milioni (bonus 200 euro per 3 milioni di cittadini).

bonus-200-euro-partite-iva-domanda-20-settembre-2022
Orologio e persone in attesa. Non sarà possibile richiedere il bonus 200 euro per partite iva nemmeno oggi.

Leggi il calendario con i prossimi pagamenti del bonus 200 euro, chi riceverà il contributo da 200 euro ad agosto 2022 e come sono cambiate le date di pagamento del bonus 200 euro dopo la proroga.

Insomma, non resta altro da fare che attendere ulteriori aggiornamenti, che dovrebbero arrivare proprio nella giornata di oggi, anche se c’è la possibilità di un ennesimo ritardo del bonus 200 euro per lavoratori autonomi e liberi professionisti dovuto alla mancata pubblicazione del decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale e alla tutt’ora inesistente circolare INPS a riguardo.

Ricordiamo, infatti, che prima di attivare i servizi online nell’area dedicata a My Inps, l’Istituto emana sempre le circolari con tutte le istruzioni sulle indennità.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie