Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus 350 euro aprile, facciamo chiarezza: ecco a chi spetta

Bonus 350 euro aprile, facciamo chiarezza: ecco a chi spetta

Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile. Scopri nell'approfondimento chi potrà richiedere, entro fine aprile 2023, sia il Bonus 200 euro che il Bonus 150 euro, ottenendo così 350 euro di agevolazione una tantum.

di Imma Duni

Aprile 2023

Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile. Scopri nell’approfondimento chi potrà richiedere, entro fine aprile 2023, sia il Bonus 200 euro che il Bonus 150 euro, ottenendo così 350 di agevolazione una tantum (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile: chi potrà ottenerlo

La circolare n. 30 dell’INPS conferma che, alcuni cittadini potranno richiedere e ottenere i due Bonus una tantum per il caro energia introdotti dal Governo Draghi: il Bonus 200 euro e il Bonus 150 euro.

Questo in attuazione alla modifica contenuta nel decreto interministeriale che prevede che possano goderne anche i lavoratori autonomi senza Partita IVA.

Coloro che hanno già goduto dei due Bonus non potranno rifare la domanda.

Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile. Come funziona? L’INPS, per conformarsi all’ultimo decreto, ha ripristinato la possibilità di inviare la domanda dei Bonus 200 e 150 euro, dando così la possibilità di riceverlo, anche a coloro che sinora non hanno potuto beneficiarne.

Sono destinatari del Bonus anche i lavoratori iscritti in qualità di coadiuvanti e coadiutori alle gestioni previdenziali degli artigiani, esercenti attività commerciali e coltivatori diretti e per i coloni e mezzadri.

Si tratta di circa 80mila cittadini (lavoratori autonomi senza Partita Iva) che potranno inviare la domanda entro il 30 aprile 2023.

Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile: quali sono i requisiti

I requisiti da soddisfare sono:

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile: come fare domanda

La procedura per ottenere il Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile è solamente telematica:

Successivamente dovrai scegliere le varie opzioni:

Ai fini del riconoscimento Bonus anche senza partita Iva, l’interessato presenta domanda all’ente di previdenza cui è iscritto, sia esso INPS o ente differente (come l’ENPAM).

La domanda dev’essere corredata dalla dichiarazione dell’interessato, sotto la propria responsabilità:

Ricevute le domande, gli enti provvederanno ai bonifici.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus 350 euro aprile, ecco per chi
Bonus 350 euro aprile da richiedere entro il 30 aprile: in foto un portafogli con delle banconote da cento euro.

Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile: chi può fare ricorso

Il lavoratore autonomo che non ha ricevuto il Bonus 150 euro e vuole presentare istanza di riesame, può farlo accedendo alla sezione del sito INPS da cui ha trasmesso la domanda ‘Indennità una tantum 200 euro’.

Se nella sezione dello stato della domanda c’è scritto “respinta“, puoi cliccare sul tasto “chiedi riesame“, inserendo una motivazione chiara e dettagliata dei motivi per i quali stai richiedendo il riesame della domanda e quali ritieni siano gli errori commessi dall’INPS.

Inoltre puoi allegare la documentazione che ritieni necessaria per dimostrare che hai diritto al Bonus in questione.

Una volta inviata la richiesta dovrai attendere la risposta da parte dell’INPS.

Il Bonus 150 euro è stato introdotto dal Decreto Aiuti ter per fronteggiare l’elevata inflazione degli ultimi mesi. Si tratta un contributo economico “una tantum”, pagato quindi una sola volta, destinato a numerose categorie di cittadini:

requisiti per ottenere il contributo economico vengono elencati nella circolare INPS numero 127 del 16 novembre 2022.

Questa misura è stata creata per contrastare l’aumento dei costi dell’energia e l’aggravamento della situazione internazionale.

Abbiamo visto il Bonus 350 euro da richiedere entro il 30 aprile. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp