Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus acqua 2024: a chi spetta e come richiederlo

Bonus acqua 2024: a chi spetta e come richiederlo

Come funziona il bonus acqua nel 2024? Lo vediamo in questo articolo: funzionamento, requisiti, domanda, importi.

di Marco Cagiano

Maggio 2024

Cos’è e come funziona il bonus acqua 2024? Vediamolo in questo articolo: requisiti, funzionamento, importo, domande e possibile rinnovo (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus acqua nel 2024: come funziona?

Il bonus idrico per il 2024 rappresenta una delle agevolazioni sociali volte a mitigare le spese legate al servizio idrico di famiglie in situazioni di difficoltà economica e sociale.

Questo beneficio offre gratuitamente una quantità minima di acqua per ciascun componente del nucleo familiare. Tale quantità è stata stabilita a 50 litri al giorno (equivalenti a 18,25 metri cubi di acqua all’anno), considerata sufficiente per soddisfare i bisogni essenziali di una persona.

Rientra nei cosiddetti bonus sociali, legati a quelle spese a cui una famiglia non può rinunciare: acqua, gas e luce. In generale possiamo dire che si tratta di un aiuto prezioso, ma in molti casi non sufficiente per condurre una vita dignitosa nella quotidianità. Al netto di queste considerazione, vediamo meglio tutti gli aspetti legati a questo bonus nel 2024.

Se volessi saperne di più sui bonus per gli over 55, 60, 65 e 75 ecco un video di approfondimento:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Bonus acqua nel 2024: a chi è rivolto? Ecco i requisiti

A livello di requisiti i bonus sociali prevedono sempre un massimo di indicatore ISEE, legato quanti alla situazione economico-finanziaria della famiglia, ma non è l’unico aspetto di cui tenere conto.

Infatti, il bonus idrico per il 2024 è destinato agli utenti:

  1. Diretti del servizio di acquedotto: famiglie che sono direttamente titolari di un contratto per il servizio di acquedotto domestico presso la propria residenza comunale.
  2. Indiretti del servizio di acquedotto: famiglie che utilizzano l’approvvigionamento idrico intestato a un’utenza condominiale nella loro residenza.

Sia gli utenti diretti che quelli indiretti hanno diritto al bonus acqua 2024 solo se si trovano in condizioni di difficoltà economica e sociale, soddisfacendo i seguenti requisiti:

Come si ottiene il bonus acqua nel 2024? NON bisogna fare domanda

Per ottenere il bonus idrico non è necessario fare domanda, ma bisogna semplicemente rispettare i requisiti visti in precedenza. Questo aspetto facilita molto l’accesso al bonus, in particolare perché tantissime famiglie che non sanno di avere tutti i requisiti non sarebbero consapevoli di dover fare domanda, invece così possono accedere automaticamente al bonus.

Inoltre, il bonus è erogato come segue:

Bonus acqua integrativo: l’opzione aggiuntiva per la Sardegna

Il bonus idrico integrativo 2024, come definito sul sito ufficiale dell’ente che se ne occupa, è un rimborso tariffario in favore delle cosiddette utenze deboli che versano in condizioni socioeconomiche disagiate, aggiuntivo al Bonus Idrico Nazionale istituito con il TIBSI.
L’importo del bonus idrico integrativo 2024 spettante a ciascun beneficiario è pari a

Per fare domanda e per avere tutte le altre informazioni rilevanti circa questo bonus, suggeriamo di visitare il sito ufficiale (si può fare domanda direttamente online).

bonus-acqua-2024
Come funziona il bonus acqua nel 2024? In foto: un rubinetto.

FAQ: domande frequenti sui bonus del 2024

Bonus acqua: verrà rinnovato dopo il 2024?

Come abbiamo visto, questo è un bonus per cui non è necessario fare domanda. Ciò significa che dal punto di vista pratico, che arrivi o meno il rinnovo, il cittadino non deve comunque fare nulla in particolare. In generale, si ritiene che il bonus possa essere rinnovato anche per il 2025, ma in ogni caso il suggerimento è quello di tenere una Dichiarazione ISEE aggiornata così da potervi accedere senza problemi.

Quanto è l’importo massimo della disoccupazione agricola?

L’importo massimo erogabile nel 2024 non potrà comunque superare i 1.321,53 euro, come stabilito da INPS nella circolare n. 25 del 29 gennaio 2024. 

Quali documenti o informazioni sono richiesti per ottenere i bonus di aprile 2024?

Per richiedere i bonus di aprile 2024, è necessario fornire documenti o informazioni specifici in base alle esigenze di ciascuna agevolazione. Potrebbero essere richiesti documenti come l’attestazione ISEE, la dichiarazione dei redditi, documenti di identità, documentazione fiscale o altri requisiti particolari. È essenziale leggere attentamente le linee guida e le istruzioni fornite per ciascun bonus al fine di comprendere quali documenti o informazioni sono necessari per la richiesta.

Per approfondire 7 bonus con ISEE basso nel 2024, ecco un video di spiegazione:

Qual è la scadenza per richiedere i bonus di aprile 2024?

La scadenza per richiedere i bonus di aprile 2024 varia a seconda della specifica agevolazione. Alcuni bonus possono avere una data di scadenza precisa, mentre altri potrebbero prevedere un periodo di richiesta più ampio. Si consiglia di verificare le informazioni aggiornate sulle scadenze dei bonus presso le autorità competenti o dalle fonti ufficiali.

Quali sono i bonus di aprile 2024 relativi alla spesa?

Il bonus per la spesa disponibile per la richiesta nell’aprile 2024 è la Carta Acquisti. Maggiori dettagli su questa agevolazione sono forniti nella sezione precedente.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp