Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Lavoro » Mutui e Prestiti » Servizi Finanziari / Bonus affitto 2024: cosa esiste ancora?

Bonus affitto 2024: cosa esiste ancora?

Bonus affitto 2024: cosa esiste ancora? Vediamo cosa ha introdotto la nuova Legge di bilancio e chi può beneficiarne.

di Carmine Roca

Febbraio 2024

Oggi vi parleremo di Bonus affitto 2024: cosa esiste ancora? Ne parleremo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus affitto 2024: cos’è?

Nella nuova Legge di bilancio ha trovato posto anche il contributo economico che spetta ai lavoratori dipendenti, per coprire parte delle spese legate agli affitti di casa o alle rate del mutuo, fino a un massimo di 2.000 euro.

Parliamo del cosiddetto Bonus affitti 2024, una misura che potrebbe risultare molto vantaggiosa per i lavoratori dipendenti, dal momento che il mercato immobiliare prevede, nell’ultimo periodo, costi d’affitto o tassi di interesse dei mutui decisamente molto alti, a livelli record se paragonati agli altri principali Stati europei.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Bonus affitto 2024 e fringe benefit: cosa sapere?

Il Bonus affitto rientra nella categoria dei fringe benefit, ovvero quei compensi in forma non monetaria, che prevedono la messa a disposizione del lavoratore di beni e/o servizi con un impulso incentivante e fidelizzante.

Vengono riconosciuti tramite accordo tra il datore di lavoro e il dipendente e non concorrono alla formazione del reddito del lavoratore se inferiori a 258,23 euro annui.

Oltre al Bonus affitto 2024, sono inclusi tra i fringe benefit anche i buoni pasto, le auto aziendali o le polizze assicurative.

Bonus affitto 2024: come funziona?

Come detto in apertura di articolo, è la Legge di bilancio 2024 a confermare la presenza del Bonus affitti 2024 nell’elenco degli aiuti destinati a lavoratori e famiglie italiane.

L’articolo 6 dell’ultima finanziaria prevede il rimborso delle spese per l’affitto della prima casa oppure per gli interessi sul mutuo relativo alla prima casa, oltre al rimborso delle utenze domestiche come luce, gas e acqua, come avvenuto nel 2023.

Il lavoratore potrà godere fino a un massimo di 2.000 euro di Bonus affitti 2024, se ha figli a carico; oppure fino a un massimo di 1.000 euro, in tutti gli altri casi. Con questo benefit potrà coprire le spese di affitto dell’abitazione principale.

La quota rimborsabile per il Bonus affitto 2024 va calcolata in rapporto al canone di locazione (per quanto riguarda il muto per l’acquisto della prima casa, sono rimborsabili soltanto gli interessi sul capitale finanziato).

Il Bonus affitto 2024 spetta in automatico?

Il diritto al Bonus affitto 2024 è automatico? Assolutamente no, è sempre il datore di lavoro o l’azienda per cui si presta servizio a dover aderire o meno alla misura introdotta dal governo.

In caso di adesione, il dipendente dovrà comunque presentare un’apposita domanda, specificando di aver diritto al Bonus, fornendo tutta la documentazione necessaria, ovvero il contratto di affitto e i dati anagrafici suoi e dei figli a carico, anche se nati al di fuori del matrimonio, adottati o in affidamento.

Il Bonus affitto 2024 può essere cumulato?

Il Bonus affitto 2024 può essere cumulato a un altro uguale? Sì, nel caso in cui entrambi i coniugi abbiano un contratto di lavoro dipendente, sarà possibile beneficiare di un Bonus affitti doppio (ma sempre se entrambi i datori di lavoro accettino di erogarlo in busta paga).

Bonus affitto 2024
Bonus affitto 2024: in foto il modellino di una casa di legno e sullo sfondo una famiglia che gioca.

Faq sui fringe benefit

Come richiedere i fringe benefit 2024

Apriamo subito l’articolo rispondendo alla principale domanda: come si ottengono questi incentivi? La richiesta dei fringe benefit va portata a termine dal lavoratore. Bisogna infatti presentare al datore di lavoro un apposito documento chiamato dichiarazione sostitutiva di certificazione.

All’interno della pratica bisogna segnalare e auto dichiarare il possesso dei requisiti previsti per ricevere gli incentivi per i dipendenti, oltre a indicare il codice fiscale dei figli a carico.

Questa procedura va seguita solo per ricevere i nuovi benefici aziendali maggiorati del 2024, che vedremo nel dettaglio nei prossimi paragrafi, e che sono noti come Bonus dipendenti.

Quali sono le novità sul Bonus dipendenti 2024?

La legge di bilancio del 2024 ha introdotto importanti novità sul tema dei benefici aziendali per i lavoratori dipendenti.

Il Governo italiano ha infatti ridefinito il Bonus dipendenti abbassando il valore della misura per i lavoratori con figli a carico e alzandolo per coloro che non ne hanno. Oggi la quota massima degli incentivi si attesta a:

Come possono i fringe benefit aziendali influenzare il mio stipendio?

I vantaggi lavorativi aziendali possono influenzare positivamente il tuo stipendio complessivo in diversi modi. Se, per esempio, ricevi buoni pasto o un piano sanitario aziendale, ciò può ridurre le tue spese personali, lasciandoti con più denaro disponibile per altre esigenze.

In più, i piani pensionistici aziendali contribuiscono a creare un fondo per il tuo futuro pensionistico, aumentando la tua sicurezza finanziaria a lungo termine.

Anche i vantaggi come l’auto aziendale possono eliminare o ridurre le spese di trasporto. In definitiva, i fringe benefit possono migliorare la tua qualità di vita senza un aumento diretto del salario base.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp