Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Economia e Finanza / Bonus affitto: come informarsi sui pagamenti

Bonus affitto: come informarsi sui pagamenti

Bonus affitto e pagamenti. Se vivi in affitto, scopri nell'approfondimento come ottenere il Bonus affitto e il pagamento del rimborso di parte del canone di locazione. Ecco i dettagli di come fare richiesta.

di Imma Duni

Maggio 2023

Bonus affitto e pagamenti. Se vivi in case in affitto, scopri nell’approfondimento come ottenere il Bonus affitto e il pagamento del rimborso di una parte del canone di locazione. Ecco i dettagli di come fare richiesta (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus affitto e pagamenti: in cosa consiste

Il Bonus affitto è un sostegno economico mensile erogato alle famiglie in difficoltà economiche, per coprire i costi dell’affitto.

Tuttavia, per poter beneficiare del contributo, è necessario soddisfare determinati requisiti e comprendere che l’importo erogabile varia da Regione a Regione.

I requisiti principali sono i seguenti:

Sarà la Regione competente a stabilire i fondi disponibili e quale sarà la somma da destinare ad ogni famiglia.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus affitto e pagamenti: come richiederlo

Per richiedere il sostegno economico valido come contributo per la locazione, bisogna presentare la domanda secondo i termini e i requisiti emessi dal bando del proprio Comune di residenza.

Il consiglio è recarsi sul sito del tuo Comune di appartenenza, cercare “bandi” e verificare quale sia il bando comunale per il rimborso affitti.

Una volta scaricato il bando, dovrai seguire le istruzioni per inviare la domanda. Potrai farlo autonomamente tramite SPID online, oppure recarti presso il tuo Patronato di fiducia.

L’ufficio competente verificherà il rispetto dei requisiti come la registrazione del contratto di locazione e il valore dell’ISEE, dopo di che emanerà la lista degli assegnatari e degli esclusi.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus affitto e pagamenti: requisiti per alcune regioni

Va tenuto presente che non tutte le Regioni hanno aperto il bando per il 2023.

Ecco quali sono le Regioni che lo hanno avviato, anche se ti consigliamo di informarti sempre direttamente dalla Regione o Comune di appartenenza, fisicamente od online.

La Regione Campania ha introdotto il Bonus affitto 2023 con un contributo massimo di 2.000 euro annui. Le domande dovevano essere presentate entro il 10 maggio. Il 98% delle risorse è destinato ai beneficiari della Fascia A con un Isee massimo di 13.659,88 euro, mentre il restante 2% è riservato alla Fascia B con un Isee fino a 22.500 euro.

In Lombardia si possono ottenere fino a 3.600 euro di contributo. Può accedere chi ha un indicatore ISEE non superiore ai 35 mila euro annui.

Il Veneto dedica il Bonus affitto a coloro che non superano i 20 mila euro di ISEE.

In Toscana, il contributo massimo di 3.100 euro è destinato ai richiedenti con un Isee non superiore a 13.619 euro, mentre per coloro che hanno un Isee inferiore a 29.545 euro il contributo è pari a 2.325 euro.

In Basilicata il Bonus affitto, per un massimo di 3.098 euro, è dedicato alle famiglie che non superano i 13 mila euro di reddito annuale nel 2021.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus affitto e pagamenti
Bonus affitto e pagamenti. In foto un salvadanaio e una calcolatrice.

Bonus affitto e pagamenti: requisiti con il Reddito di cittadinanza

Anche il nuovo Rdc, l’Assegno di inclusione, avrà un importo di 500 euro, alle quali si aggiungeranno le 280 euro del Bonus affitto, per chi, appunto, si ritrova a pagare un canone di locazione nell’abitazione di residenza. Il totale sarà di 780 euro.

Alcuni nostri attenti utenti ci hanno chiesto se si ha diritto al Bonus affitti anche nel caso di canone di locazione pagato per gli alloggi popolari.

Possiamo tranquillizzare i lettori: anche per chi vive in un alloggio popolare e paga il canone di locazione stabilito dall’Ente proprietario, ha diritto a ricevere non solo l’Assegno d’Inclusione, ma anche il Contributo dell’affitto per 280 euro.

Questo contributo sarà similare all’attuale Quota B del Reddito di cittadinanza per l’affitto.

Bonus affitto e pagamenti: fai domanda anche di Bonus asilo nido

Per richiedere il Bonus asilo nido, puoi rivolgerti ad un patronato o un CAF, oppure procedere in autonomia, online.

In questo caso accedi alla pagina INPS dedicata al Bonus asilo nido e autenticarsi e autenticati con la tua identità digitale.

Se hai già inviato la domanda l’anno scorso, puoi utilizzare la stessa aggiornando e cambiando i dati. Ricorda che se hai più figli per cui richiedere il Bonus, dovrai inviare una domanda per ognuno di loro.

Nella domanda per il Bonus asilo nido 2023 dovrai inserire:

Una volta compilata la domanda con i precedenti dati, dovrai allegare i seguenti documenti, cliccando su “Allega documenti di spesa o Autocertificazione dell’importo fattura”:

Abbiamo parlato di Bonus affitto e pagamenti.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp