Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus agricoli 2021 confermato. Importo e requisiti

Bonus agricoli 2021 confermato. Importo e requisiti

Bonus agricoli 2021: i vertici del sindacato SiFUS hanno dichiarato che ci sarà un bonus 1200 euro per i braccianti agricoli nel decreto sostegni bis.

di The Wam

Maggio 2021

Bonus agricoli 2021 confermato. A riferirlo sono stati i vertici nazionali del sindacato SiFUS Confali, che si sono confrontati direttamente con il ministro dell’Agricoltura, Stefano Patuanelli.

Bonus Agricoli 2021, 1200 euro una tantum

Il bonus agricoli 2021 consisterà in un versamento una tantum, quindi in un’unica soluzione, di 1200 euro. I soldi, secondo quanto riferito dal segretario generale del SiFUS, Lino Masi, sarebbero già stati accantonati.

Ci sarebbero infatti a disposizione 670 milioni di euro.

Il versamento arriverà, con ogni probabilità, con il nuovo Decreto Sostegni Bis, che non vedrà la luce neanche questa settimana.

Secondo fonti vicine al governo, infatti, pare che il testo definitivo del decreto (qui puoi leggere la bozza) arriverà in Consiglio dei ministri nella seconda metà di maggio.

Bonus agricoli 2021 confermato. Importo e requisiti
Bonus agricoli 2021: arriva la conferma dal ministero.

Bonus Agricoli 2021, i requisiti

Ci saranno dei requisiti da rispettare per poter ottenere il bonus agricoli 2021. Una notizia che ha fatto storcere il naso, dato che si prenderanno in considerazione le giornate lavorate del 2020 (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Infatti, così come concepito al momento (le cose sono ancora in corso d’opera), il bonus agricoli 2021 sarà versato automaticamente a chi rispetta questi requisiti:

Il gruppo dirigente del SiFUS si ritiene soddisfatto e crede che queste parole del ministro siano effettivamente un passo avanti verso la giusta attenzione che va data al comparto agricolo.

Sono state particolarmente apprezzate le rassicurazioni sul contrasto al lavoro nero, al fenomeno del caporalato, e al superamento della PAC (Politica agricola comune), che non rispecchia più le necessità del settore agricolo italiano ed europeo.

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp