Agricoli in rivolta, il ministro cede: bonus in arrivo

Le proteste in tutta Italia hanno dato l'effetto sperato: il governo si è esposto promettendo il giusto aiuto economico nel nuovo Decreto Sostegni. La posta è alta e i sindacati chiedono anche la compatibilità col Rem e il riconoscimento delle giornate lavorate nel 2020.

2' di lettura

I lavoratori agricoli hanno messo a ferro e fuoco le piazze di tutta Italia, da Palermo a Napoli, da Taranto a Roma, da Catanzaro a Perugia.

Una marea di lavoratori agricoli (decina di migliaia), arrabbiata per essere stata esclusa, per l’ennesima volta, dall’ultimo Decreto Sostegni. A capo delle proteste ci sono i sindacati, che hanno fatto lavoro di squadra per mettere pressione al governo centrale.

Il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli, alla minaccia di uno sciopero generale il 30 aprile, che coinvolgerebbe circa un milione di lavoratori, ha fatto un passo avanti.

Sulla sua pagina Facebook infatti, intorno alle 13:00 di ieri, 10 aprile, ha pubblicato un post programmatico, diviso in 4 punti, dove ha promesso di aiutare le categorie escluse.

In sintesi, i 4 punti promessi dal ministro sono:

  • Sostegno al reddito sotto forma di indennità Covid;
  • Nuovi ammortizzatori sociali;
  • Aiuti anche ai lavoratori dell’acquacoltura e della Pesca;
  • Nuove garanzie per i diritti dei lavoratori.

In questo articolo abbiamo approfondito la questione, con un riferimento anche alle ulteriori richieste che fanno i sindacati, tra cui figura anche la compatibilità col Reddito di Emergenza.

Agricoli in rivolta, il ministro cede: bonus in arrivo
Bonus agricoli 2021, agricoli in rivolta (in foto Il Quarto Stato, Giuseppe Pellizza da Volpedo).

Agricoli in rivolta, proteste in tutta Italia

Quello che ha fatto più paura al governo è lo sciopero nazionale indetto per il 30 aprile. La mobilitazione è stata decisa dalle segreterie dei sindacati Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil.

L’annuncio è stato fatto su Facebook in diretta da Napoli, Treviso e Roma dai tre segretari generali: Rota (Fai), Mininni (Flai) e Mantegazza (Uila).

L’appoggio ai tre sindacati è arrivato anche dal segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, che ha dichiarato su Twitter:

«La Cisl è accanto alla Fai Cisl ed ai lavoratori agricoli che oggi manifestano per chiedere a Governo e Parlamento più rispetto per la dignità del lavoro agricolo. Bisogna modificare le gravi discriminazioni del Decreto Sostegni»

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie