Bonus auto 2021 a ruba, già finito un terzo dei fondi

Bonus auto a ruba: in meno di un mese è già finito un terzo dei fondi stanziati per l'incentivo ne restano altri 170 e le associazioni spingono per altri stanziamenti. Molto alta la domanda per le auto a benzina o diesel puliti. Scarsa la richiesta di auto elettriche o ibride. Gli incentivi regionali: in Lombardia possibile un risparmio fino a 18mila euro.

4' di lettura

Il bonus auto 2021 va a ruba, è già esaurito un terzo dei fondi messi a disposizione dalla legge di Bilancio. Ed è passato meno di un mese dall’inizio delle prenotazioni dei concessionari (18 gennaio). La richiesta è forte per le auto a benzina o diesel puliti. Su 250 milioni stanziati ne restano170. Se il trend continua tra pochi giorni non resteranno altri fondi.

Un boom che ha spinto le associazioni di categoria a chiedere il rinnovo degli stanziamenti. Soldi necessari per dare respiro a uno dei settori più colpiti dalla crisi innescata dalla pandemia di coronavirus. Ma anche per rinnovare il parco auto nazionale.

Leggi anche: Bonus auto 2021: tutti gli importi con rottamazione o senza

Meno bene per le auto elettriche

Va dunque meglio l’alimentazione tradizionale. In particolare quelle con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km, dove la richiesta è molto sostenuta.

Ricordiamo che la durata dell’incentivo (1.500 euro, usufruibile solo con la rottamazione, pià 2.000 euro di sconto applicato dal rivenditore), è di sei mesi.

La richiesta per i motori elettrici o ibridi è assai scarsa: su 120 milioni stanziati, solo 10 sono quelli prenotati, anche se gli incentivi sono più consistenti: si può arrivare fino a 10.000 euro.

Ma si bonus auto per le elettriche sono frenati da due aspetti in particolare: la scarsa diffusione delle colonnine per la ricarica e i costi più alti delle vetture a zero emissioni.

La necessità di svecchiare il parco auto

Una delle ragioni dell’incentivo è quello di svecchiare il parco auto in circolazione e favorire la diffusione di modelli ecologici. Anche per questo, dopo il successo del bonus 2020, nei decreti Rilancio e Agosto è stato inserito un Bonus 2021 con ulteriori 2.000 euro per veicoli elettrici o ibridi.

La disponibilità dei nuovi incentivi è partita a gennaio: saranno validi fino ad esaurimento fondi o, fino al 30 giugno 2021 per le auto nella fascia di emissioni 61-135 g/km e al 31 dicembre 2021 per quelle 0-60 g/km. A cui si aggiunge poi un’agevolazione del 40% sul prezzo di acquisto per le vetture a emissioni zero rivolta ai cittadini con Isee inferiore a 30.000 euro (anche senza rottamazione).

Le fasce del bonus auto 2021

Le automobili che possono usufruire degli eco-incentivi sono divise in due fasce, calcolate in base al valore delle emissioni di CO2 (per un prezzo massimo delle vetture nuove non superiore ai 61.000 euro):

1) Da 0 a 20 g/km: incentivo di 10.000 euro (con rottamazione) e di 6.000 euro (senza rottamazione);

2) Da 21 a 60 g/km: incentivo di 6.500 euro (con rottamazione ) e di 3.500 euro (senza rottamazione);

3) Da 61 a 135 g/km: incentivo di 3.500 (con rottamazione). Nessun incentivo senza rottamazione.

L’ecotassa

L’obiettivo del governo è dunque quello di scoraggiare l’acquisto di automobili altamente inquinanti. Così si spiega l’introduzione della ecotassa, che varia a seconda delle emissioni di CO2. L’ecotassa, deve essere pagata dal primo gennaio al 31 dicembre 2021 da tutti coloro che acquistano un’auto con le seguenti emissioni di CO2:

1) Da 191 a 210 g/km: 1.100 euro;

2) Da 211 a 240 g/km: 1.600 euro;

3) Da 241 a 290 g/km: 2.000 euro;

4) Oltre i 290 g/km: 2.500 euro.

Leggi anche: Ecobonus auto 2020: ecco i modelli più convenienti

Bonus auto 2021, incentivi alla rottamazione

Per svecchiare il parco auto circolante in Italia, l’ecobonus propone uno sconto rottamazione a fronte dell’acquisto di auto nuove fino al 31 dicembre 2021. Le vetture devono avere emissioni di CO2 fino a 135 g/km e un prezzo di listino fino a 61.000 euro (50.000 Iva esclusa). Come detto, l’incentivo con rottamazione è 10.000 euro per un’auto con emissioni fino a 20 g/km; 6.500 per un’auto con emissioni fino a 60 g/km; 3.500 euro per un’auto con emissioni fino a 135 g/km.

Bonus auto 2021, gli incentivi regionali

Agli incentivi statali si aggiungono quelli previsti da alcuni enti locali e Regioni.

Per sapere nel dettaglio è utile consultare il sito della Regione di residenza.

Bonus auto Piemonte. Rottamazione e spazio anche ai veicoli aziendali

In Lombardia, ad esempio, la Regione ha firmato una delibera che destina all’acquisto di nuove automobili 36 milioni di euro, equamente suddivisi tra il 2021 e il 2022. I bonus saranno in vigore da marzo e sono cumulabili con quelli già previsti a livello nazionale. Possono comportare una decurtazione complessiva dal prezzo di listino fino a 18 mila euro in caso di acquisto di un veicolo elettrico con rottamazione dell’usato.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie