Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus auto 2024, incentivi in base al reddito

Bonus auto 2024, incentivi in base al reddito

Bonus auto 2024: gli incentivi potranno variare in base al reddito e al tipo di auto che si rottama. Il decreto dovrebbe essere firmato entro febbraio. Vediamo nel dettaglio come funziona e quali sono le novità rispetto al passato.

di The Wam

Gennaio 2024

Bonus auto 2024, gli incentivi saranno stabiliti in base al reddito e al tipo di auto che viene rottamata. Il decreto definitivo dovrebbe essere approvato entro febbraio. Vediamo come funziona. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus auto 2024, il nuovo decreto

Il bonus auto 2024 è una misura che prevede incentivi economici per chi acquista un’auto nuova, con particolare attenzione al reddito dell’acquirente e al tipo di auto rottamata. Il governo punta a rendere il bonus accessibile a una più ampia gamma di persone, in particolare a coloro con un reddito medio-basso.

I principali punti del decreto

  1. Incentivi in base al reddito: gli incentivi saranno calibrati in funzione del reddito dell’individuo, con un occhio di riguardo per coloro che hanno un ISEE inferiore ai 30 mila euro. Questo significa che le persone con redditi più bassi potrebbero ricevere un extra bonus del 25%.
  2. Rottamazione e classe della vettura: gli incentivi variano anche a seconda della classe Euro dell’auto che si intende rottamare. Ad esempio, rottamare un’auto più inquinante (come quelle classificate Euro 0-2) potrebbe portare a un incentivo maggiore.
  3. Focus sulle auto elettriche: il decreto punta in particolare sulle auto elettriche, offrendo incentivi significativamente maggiori per l’acquisto di questi veicoli rispetto a quelli tradizionali. Questo si allinea con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale del parco auto.
  4. Leasing sociale: una delle novità del decreto è l’introduzione del leasing sociale, che permette di noleggiare auto a lungo termine a prezzi calmierati. Questa opzione è pensata per rendere più accessibili le auto a basse emissioni a un maggior numero di persone.
  5. Esclusione delle auto più inquinanti: a differenza dei precedenti incentivi, il nuovo schema esclude le auto che inquinano di più, promuovendo così l’acquisto di veicoli più ecologici.
  6. Incentivi per persone giuridiche e servizi: anche le flotte aziendali, i servizi di noleggio a lungo termine e i taxi possono beneficiare di incentivi, purché soddisfino determinati requisiti. Ad esempio, i taxi che vincono un concorso straordinario possono vedere raddoppiato il loro bonus.

Come richiederlo

Il processo per richiedere il bonus auto 2024 sarà probabilmente simile a quello degli anni precedenti, con la necessità di compilare moduli specifici e fornire la documentazione richiesta, come prova di reddito e dettagli sulla vettura da rottamare. Sarà essenziale rimanere aggiornati sul sito ufficiale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy per conoscere tutti i dettagli e le tempistiche.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

A quanto ammonta il bonus

Dettagli sugli incentivi per diverse categorie di veicoli

Il bonus auto 2024 si struttura in tre fasce principali, ognuna con criteri e benefici specifici. Di seguito, viene spiegato in dettaglio come funzionano questi incentivi:

  1. Auto elettriche (0-20 g/km di emissioni)
    • Senza rottamazione: contributo di 6.000 euro.
    • Con rottamazione:
      • Rottamando un Euro 4: 9.000 euro di contributo.
      • Rottamando un Euro 3: 10.000 euro di contributo.
      • Rottamando un Euro 0, 1 o 2: 11.000 euro di contributo.
  2. Auto ibride plug-in (21-60 g/km di emissioni)
    • Senza rottamazione: contributo di 4.000 euro.
    • Con rottamazione:
      • Rottamando un Euro 4: 5.500 euro di contributo.
      • Rottamando un Euro 3: 6.000 euro di contributo.
      • Rottamando un Euro 0, 1 o 2: 8.000 euro di contributo.
  3. Auto full/mild hybrid, benzina, diesel, metano, GPL (61-135 g/km di emissioni)
    • Senza bonus: nessun incentivo per l’acquisto senza rottamazione.
    • Con rottamazione:
      • Rottamando un Euro 4: 1.500 euro di contributo.
      • Rottamando un Euro 3: 2.000 euro di contributo.
      • Rottamando un Euro 0, 1 o 2: 3.000 euro di contributo.

Impatto del Bonus auto 2024

Questi incentivi rappresentano una buona opportunità per chi desidera acquistare un’auto nuova, privilegiando veicoli a basse emissioni. Soprattutto, il bonus incoraggia l’abbandono di auto più inquinanti, contribuendo attivamente alla riduzione dell’impatto ambientale.

Maggiorazione per gli Isee che non superano 30 mila euro

Il bonus auto 2024 include una misura speciale per chi ha un reddito più basso. È un aspetto fondamentale del programma, che punta a rendere gli incentivi accessibili a un numero maggiore di persone.

Come funziona la maggiorazione

Per chi ha un ISEE inferiore ai 30 mila euro, l’incentivo previsto per l’acquisto di un’auto nuova viene aumentato del 25%. Significa che l’incentivo base può crescere considerevolmente, rendendo più facile per le famiglie e le persone a reddito più basso accedere a veicoli più ecologici e moderni.

Esempio di calcolo della maggiorazione

Soglie di prezzo massimo dell’automobile acquistabile

Per garantire che gli incentivi siano utilizzati in modo appropriato, sono state stabilite delle soglie di prezzo massimo per le auto acquistabili:

I contributi per i veicoli commerciali

Gli incentivi del bonus auto 2024 non si limitano alle auto private, ma si estendono anche ai veicoli commerciali. Questo segmento può avere un impatto significativo sulla riduzione dell’inquinamento ambientale.

Range dei contributi per la rottamazione

I contributi per la rottamazione di veicoli commerciali variano in base al tipo di veicolo e al livello di inquinamento:

Incentivi per l’acquisto da società di noleggio

Se una società di noleggio acquista un veicolo elettrico o ibrido (Bev o Fcev) per piccole e medie imprese (PMI) attive nel trasporto di merci, è previsto uno sconto obbligatorio. Questo sconto deve essere ripartito sui canoni mensili di noleggio per la PMI che noleggia il veicolo.

Come funziona il «focial leasing»

Il bonus auto 2024 introduce un nuovo concetto, il “social leasing”. Questa iniziativa è parte di una strategia più ampia per promuovere l’uso di veicoli a basse emissioni in Italia.

Definizione e obiettivi del social leasing

Il “social leasing” è un programma di noleggio a lungo termine, mirato a offrire accesso a veicoli ecologici a un prezzo calmierato. L’obiettivo è duplice:

  1. Rendere i veicoli a basse emissioni più accessibili a una più ampia fascia di popolazione.
  2. Incentivare l’utilizzo di auto più sostenibili, in linea con gli obiettivi ambientali del paese.

Gestione e Regolamentazione

Budget e durata del noleggio

Impatto previsto del social leasing

Il “social leasing” si pone come uno strumento fondamentale per stimolare un cambiamento nel mercato automobilistico italiano, spostando la domanda verso veicoli meno inquinanti. Questo programma non solo facilita l’accesso a auto più pulite per un maggior numero di persone, ma contribuisce anche a ridurre l’impronta ecologica complessiva del parco auto nazionale.

Bonus auto 2024, incentivi in base al reddito
Bonus auto 2024: gli incentivi potranno variare in base al reddito e al tipo di auto che si rottama. Il decreto dovrebbe essere firmato entro febbraio. Vediamo nel dettaglio come funziona e quali sono le novità rispetto al passato.

FAQ (domande e risposte)

Quali sono le novità del “bonus auto 2024”?

Il “bonus auto 2024” porta importanti innovazioni, tra cui incentivi determinati in base al reddito e al tipo di auto rottamata. Include anche il “social leasing”, un programma di noleggio a lungo termine per veicoli a basse emissioni. Un’altra novità è l’esclusione delle auto più inquinanti dagli incentivi, promuovendo così l’acquisto di veicoli più ecologici.

Come influisce il reddito sugli incentivi del bonus auto 2024?

Nel bonus auto 2024, il reddito dell’acquirente influisce significativamente sull’ammontare degli incentivi. Persone con reddito medio-basso, in particolare con un ISEE inferiore ai 30 mila euro, possono beneficiare di un extra bonus del 25%, rendendo più accessibili i veicoli ecologici.

Quanto può arrivare a valere il massimo incentivo nel bonus auto 2024?

Il massimo incentivo nel bonus auto 2024 può arrivare fino a 13.750 euro. Questo valore è raggiungibile per gli acquirenti con un ISEE inferiore ai 30 mila euro, grazie alla maggiorazione del 25% sull’incentivo base.

Qual è il contributo per la rottamazione di auto Euro 0-2 nel 2024?

Per la rottamazione di auto Euro 0-2 nel 2024, il contributo può arrivare fino a 11 mila euro. Questo incentivo maggiore è parte dell’iniziativa per incoraggiare la rottamazione di veicoli più inquinanti e promuovere l’acquisto di auto elettriche.

Come funziona la maggiorazione per Isee sotto i 30 mila euro nel 2024?

Nel 2024, la maggiorazione per persone con un ISEE inferiore ai 30 mila euro funziona come un extra bonus del 25% sugli incentivi standard. Questo significa che l’incentivo per l’acquisto di veicoli eco-compatibili può aumentare notevolmente, rendendoli più accessibili a chi ha redditi più bassi.

Cosa comprende il “social leasing” nel programma bonus auto 2024?

Il “social leasing” nel bonus auto 2024 comprende un programma di noleggio a lungo termine per veicoli a basse emissioni con canoni calmierati. Gestito da un ente pubblico non economico, mira a rendere i veicoli eco-compatibili più accessibili. Il programma prevede uno stanziamento di 50 milioni di euro e la durata minima del noleggio è di tre anni.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp