Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus baby sitter anche per i nonni. Tutte le novità per averlo

Bonus baby sitter anche per i nonni. Tutte le novità per averlo

Ecco tutte le novità più importanti sul bonus baby sitter. Possono essere pagati anche i nonni.

di Antonio Dello Iaco

Giugno 2020

Anche i nonni possono usufruire degli incentivi del bonus baby sitter stanziato dal governo. Questo emerge dalle ultime comunicazioni dell’Inps. Con il contributo, infatti, si possono pagare anche i parenti più stretti a patto che non appartengano allo stesso nucleo familiare.

Per tutte le info sul bonus clicca anche qui

Scarica qui la circolare

Bonus per pagare i nonni

Il bonus di 1200 euro per i genitori con figli fino a 12 anni (fino a 2mila euro per coloro che hanno lavorato in prima linea durante l’emergenza Coronavirus ndr) potrà essere usato anche per pagare i nonni e i familiari più stretti. Il contributo serve, infatti, a finanziare le spese necessarie per campi estivi e servizi di baby sitting.

Se però a badare ai più piccoli ci sono i parenti la regola è la stessa: possono essere pagati. Lo chiarisce l’Inps con una circolare ad hoc. L’ente infatti afferma: “in caso di convivenza, i familiari sono esclusi dal novero dei soggetti ammessi a svolgere prestazioni di lavoro come baby-sitting remunerate mediante il bonus in argomento”.

In poche parole, l’importante è che chi bada ai bambini non viva nella stessa casa dei genitori che ricevono il bonus. Se si è residenti da un’altra parte, infatti, si può essere pagati anche se familiari.

Come richiederlo

Per ottenere il bonus bisogna accedere al sito dell’Inps (cliccando qui) e seguire le varie indicazioni nella sezione “Bonus servizi di baby sitting”.

Per presentare la domanda è necessario accedere al sito dell’Inps e autenticarsi con una di queste credenziali:

Per tutte le altre info sul bonus clicca qui

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp