Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Lavoro / Bonus benzina colf e badanti

Bonus benzina colf e badanti

Bonus benzina per colf e badanti: quanto spetta, come fare domanda e cosa sapere sul benefit.

di Carmine Roca

Dicembre 2023

In questo approfondimento parleremo di Bonus benzina per colf e badanti (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è il Bonus benzina?

Il Bonus benzina da 200 euro è stato prorogato anche per il 2024, secondo quanto riportato dalla bozza della Legge di bilancio.

A riceverlo saranno, come nel 2023, i soli dipendenti privati (sono esclusi gli “statali”), anche se assunti per studi professionali o enti del terzo settore, a prescindere dalla durata del contratto, dal reddito o dal ruolo svolto.

A precisarlo è la Circolare dell’Agenzia delle Entrate del 4 novembre 2022: il voucher spetta a tutti i lavoratori che percepiscono reddito da lavoro dipendente o redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente, secondo quanto stabilito dall’articolo 50 del TUIR.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

A chi spetta il Bonus benzina nel 2024?

Dunque, il contributo può essere erogato ai lavoratori dipendenti privati, ma anche ai/agli:

Ad essere esclusi dall’erogazione del benefit, oltre ai lavoratori pubblici, sono anche:

Bonus benzina per colf e badanti?

E le colf e le badanti possono ricevere il Bonus benzina nel 2024? Assolutamente sì, essendo dipendenti private.

Ricordiamo che, per avere diritto al Bonus, non è necessario presentare alcuna domanda: il benefit è facoltativo e non obbligatorio, per i datori di lavoro. Il Bonus benzina può essere erogato anche come benefit aziendale o come buono sconto.

Il Bonus benzina viene accreditato anche a colf e badanti, dai datori di lavoro, per pagare il carburante (anche gas, metano e ricariche per auto elettriche). Spetta un accredito non superiore a 200 euro esentasse, dunque integralmente deducibile dal reddito d’impresa.

Bonus benzina per finalità retributive a colf e badanti: cosa sapere?

La circolare 27 dell’Agenzia delle Entrate spiega che i Bonus benzina possono essere erogati anche per finalità retributive. L’ente chiarisce che è possibile sostituire il premio di risultato con i buoni carburante da 200 euro.

Con il decreto Aiuti-quater il legislatore ha innalzato la soglia esentasse: il datore di lavoro domestico può corrispondere buoni in natura alla colf o alla badante fino a 3000 euro.

Se il datore di lavoro ha più colf e badanti in servizio, potrà erogare beni in natura a ognuna di loro. Se si superasse l’importo massimo di 3000 euro a essere conteggiato per il calcolo dell’IRPEF sarà l’intero ammontare del Bonus corrisposto.

Il Bonus per colf e badanti può essere utilizzato per:

Rimborso in busta paga per colf e badanti: cosa sapere?

Il datore di lavoro del lavoratore domestico può anche rimborsare le spese per le bollette di gas, luce e acqua, direttamente in busta paga, fino a un massimo di 3000 euro.

Per farlo, la colf o la badante dovrà consegnare una copia delle bollette che ne certificano la spesa. Il datore può anche semplicemente ottenere un’autocertificazione dal lavoratore domestico che ne ha sostenuto la spesa.

Bonus benzina per colf e badanti
Bonus benzina per colf e badanti: in foto alcune pompe per il rifornimento di carburante.

Faq sul Bonus benzina

Come si usa il Bonus benzina?

Il Bonus benzina può essere usato per i rifornimenti di benzina, gasolio, Gpl, metano e per ricaricare le auto elettriche. Se si tratta di buoni cartacei basta mostrarli all’esercente quando si paga il rifornimento per ottenere uno sconto.

Quando si tratta di voucher elettronici molto spesso viene assegnata una carta ai titolari, poi quando si fa rifornimento basta usarla come una normale carta di credito o debito. Quindi, se il rifornimento è self service, va inserita al momento di pagare e l’importo verrà scalato, in alternativa è sufficiente presentarla al momento del pagamento in cassa.

Posso accumulare il Bonus Benzina non utilizzato in un anno per l’anno successivo?

In genere, il Bonus benzina non è cumulabile da un anno all’altro. È importante ottenerlo e utilizzarlo entro la scadenza stabilita, che per il 2023 è il 12 gennaio 2024.

Cosa devo fare se il mio datore di lavoro non eroga il Bonus Benzina?

Spetta al datore di lavoro la scelta se erogare o meno il bonus. Se il tuo datore di lavoro ha la facoltà di erogare il Bonus benzina ma non lo fa, puoi discutere la questione con il dipartimento delle risorse umane o il tuo datore di lavoro stesso.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp