Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus bici: nuove faq Ministero Ambiente. La guida definitiva

Bonus bici: nuove faq Ministero Ambiente. La guida definitiva

Bonus bici: domande frequenti (Faq) aggiornate dal Ministero dell'Ambiente. Il Bonus mobilità sarà operativo dal 3 novembre 2020. Vediamo i dubbi più diffusi e come funziona il buono mobilità: una guida definitiva.

di The Wam

Settembre 2020

Bonus bici: domande frequenti (Faq) aggiornate dal Ministero dell’Ambiente. Il Bonus mobilità sarà operativo dal 3 novembre 2020. Vediamo i dubbi più diffusi e come funziona il buono mobilità: una guida definitiva. ( Qui il Gruppo whatsapp offerte di lavoro, bonus e concorsi pubblici)

In questa pagina, ogni giorno, tutti gli aggiornamenti su bonus, agevolazioni fiscali e guide utili per famiglie, liberi professionisti e imprese. In questa pagina, invece, tutte le offerte di lavoro sempre aggiornate. Da qui puoi ricevere tutte le news su bonus e concorsi direttamente su Google.

Bonus bici: quando

Per richiedere il buono mobilità  o il rimborso per gli acquisti effettuati,  i beneficiari possono  registrarsi  sull’applicazione  web dedicata al “Programma Sperimentale Buono Mobilità 2020” dal 3 novembre.

Chi eroga i servizi di mobilità, inclusi i rivenditori, possono accreditarsi  sull’applicazione  web dal 19 ottobre, cioè a partire dal quarantacinquesimo giorno dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Chi ha acquistato la bici o il servizio di mobilità previsto dal decreto fino al giorno prima dall’attivazione dell’applicazione web riceverà il rimborso con un bonifico, chi non l’avrà ancora fatto otterrà un “buono mobilità” che consegnerà al negoziante, che sarà poi rimborsato dal ministero

Bonus bici: in che consiste?

Il buono mobilità è un contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, prevede non più di 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad esempio monopattini, hoverboard e segway), auto escluse.

Come avverrà il rimborso?

Ci saranno due fasi: in una sarà il cittadino ad essere rimborsato del 60% della spesa; nella seconda il cittadino paga al negoziante che aderisce il 40% e sarà il negoziante aderente a ricevere il rimborso del 60%. Il rimborso avverrà nei limiti delle risorse disponibili.

Come funziona il bonus bici

Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale – qui la guida per richiederlo). Queste le due fasi del buono di mobilità:

Comuni nei quali si può chiedere il bonus bici

Possono usufruire del buono mobilità per l’anno 2020 i maggiorenni (18 o più anni) che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti). 

Comune di città metropolitane: che significa?

Le Città metropolitane sono 14: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia.

L’elenco dei Comuni appartenenti a queste Città metropolitane è consultabile sui relativi siti istituzionali. Per la popolazione dei Comuni si fa riferimento alla banca dati Istat relativa al 1 gennaio 2019.

Cosa posso comprare?

Il buono mobilità può essere richiesto una sola volta e per l’acquisto di uno solo di questi mezzi:


Cosa si intende per bici a pedalata assistita?

La bicicletta a pedalata assistita è una bicicletta con un motore elettrico che agevola la pedalata rendendo più facile procedere anche in salita.

Il Codice della strada fissa dei requisiti per queste biciclette (potenza massima del motore pari a 0,25 kW, assistenza del motore elettrico fino alla velocità di 25 km/h, interruzione dell’assistenza se si smette di pedalare). Per l’acquisto di biciclette che non rispettano tali requisiti non è possibile usufruire del buono.

COSA SI INTENDE PER MOBILITÀ CONDIVISA A USO INDIVIDUALE?

Per mobilità condivisa a uso individuale si intende una modalità di spostamento che prevede l’uso dimezzi e veicoli “condivisi” messi a disposizione da operatori pubblici e privati. I servizi di c.d. “sharing mobility”, es. scooter sharing, bike sharing, sono fruibili in numerose città d’Italia.

COME POSSO ACQUISTARE UN SERVIZO DI MOBILITÀ CONDIVISA?


Posso acquistare accessori?

Non è ammissibile l’acquisto di accessori e/o componentistica (telai, ruote, motori elettrici, caschi, batterie, catene, lucchetti, ecc.).

Posso acquistare bici e altri veicoli usati?

Sì, possono essere acquistati veicoli usati per la mobilità personale e bici usate, per i quali è comunque necessario ottenere una fattura o altra documentazione commerciale valida ai fini fiscali di cui al D.M. 7 dicembre 2016, pubblicato nella GURI del 29 dicembre 2016, n. 303.

Posso acquistare bici in qualsiasi negozio?


Posso comprare la bici o il veicolo di mobilità personale su un sito online di una azienda estera?

Sì, è comunque necessario ottenere una fattura, anche in lingua inglese, che abbia però tutte le voci di una fattura italiana o altra documentazione commerciale valida ai fini fiscali di cui al D.M. 7 dicembre 2016, pubblicato nella GURI del 29 dicembre 2016, n. 303.

Per ottenere il contributo nella fase 1 serve la fattura o lo scontrino?

Nella Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno prima a quello di inizio operatività dell’applicazione web) per ottenere il contributo è necessario conservare la fattura o altra documentazione commerciale valida ai fini fiscali di cui al D.M. 7 dicembre 2016, pubblicato nella GURI del 29 dicembre 2016, n. 303 e allegarla all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.

E’ possibile acquistare online

SI. In particolare:

Periodo di validità del bonus bici

I buoni di spesa devono essere utilizzati entro 30 giorni dalla relativa generazione, pena l’annullamento.

Controlli e sanzioni

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare controlla e valuta le domande pervenute e vigila sul corretto utilizzo del buono mobilità. Il Ministero potrà annullare il buono mobilità o cancellare dall’elenco dei fornitori una struttura, un’impresa o un esercizio commerciale.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp