Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus bollette in busta paga a gennaio: importi e per chi?

Bonus bollette in busta paga a gennaio: importi e per chi?

Bonus bollette in busta paga a gennaio: a chi spetta, quando arriverà e in quali modalità verrà erogato? Scopri i dettagli nell'approfondimento.

di Imma Duni

Gennaio 2023

Bonus bollette in busta paga a gennaio: a chi spetta, quando arriverà e in quali modalità verrà erogato? Scopri i dettagli nell’approfondimento. (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Bonus bollette in busta paga a gennaio: a chi spetta?

Riconfermati e migliorati i benefit aziendali per i datori di lavoro che aiuteranno (attraverso l’erogazione di somme di denaro) i loro dipendenti a pagare le utenze domestiche dell’acqua, del gas o della luce. La soglia è stata innalzata a 3.000 euro, molto più alta rispetto alle 600 euro del 2022. Questi soldi non concorreranno a formare il reddito.

Nei fringe benefit 2023 fino a 3.000 euro sono comprese non solo le somme erogate o rimborsate dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche dei dipendenti, ma anche:

Grazie a questa misura, introdotta dal Governo Meloni nel decreto Aiuti quater, il welfare aziendale è diventato un modo per sostenere il lavoratori e le famiglie.

I “fringe benefit” sono esenti da tassazione e si tratta di benefici economici che le aziende private possono concedere, su base volontaria, ai lavoratori come plus rispetto alla retribuzione.

Sono esenti da tassazione perché non concorrono alla formazione del reddito imponibile e anche l’azienda può dedurli totalmente dalle tasse.

I requisiti per averlo? Essere lavoratori subordinati e avere un datore di lavoro che voglia partecipare a questa iniziativa, elargendo i buoni ai propri dipendenti.

I lavoratori subordinati che potrebbero averne diritto sono i seguenti:

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Evoluzione Pro

Bonus bollette in busta paga a gennaio: quando arriverà?

Nel Decreto Aiuti quater, il Governo Meloni ha esteso la soglia di esenzione fiscale e contributiva da 600 euro a 3mila euro, per dipendente.

Infatti il Bonus è stato ribattezzato Bonus bollette 3 mila euro. Purtroppo, però, questo ampliamento è scaduto a fine 2022.

I datori di lavori hanno avuto tempo fino al 12 gennaio scorso per erogarli ai lavoratori dipendenti, ovvero sino al termine del periodo d’imposta.

A gennaio 2023 non è più in vigore l’innalzamento della soglia, ma è tornato in vigore il tetto ordinario: 268,23 euro a dipendente, mensili.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Bonus bollette in busta paga a gennaio: importi e per chi_
Bonus bollette: in foto lampadine accese

Bonus bollette in busta paga a gennaio: altre agevolazioni come il Bonus sociale

Oltre al Bonus bollette aziendale, c’è anche il Bonus sociale per l’utenza elettrica e il gas è uno sconto in bolletta introdotto dal Governo per garantire un risparmio alle famiglie italiane in difficoltà economica, fisica o alle famiglie numerose.

Ecco una tabella riepilogativa che ti sarà molto utile.

ISEE non superiore a 15.000€Bonus luce: dai 125€/anno ai 173€/anno;
Bonus gas: dai 32€/anno ai 264€/anno
Dal 1 gennaio 2021, l’accesso a questo beneficio avviene in modo automatico, senza domanda. Ogni anno, sarà sufficiente presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE.
Famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico) e con ISEE non superiore a 20.000€Bonus luce: dai 125€/anno ai 173€/anno;
Bonus gas: dai 32€/anno ai 264€/anno
Titolarità del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanzaBonus luce: dai 125€/anno ai 173€/anno;
Bonus gas: dai 32€/anno ai 264€/anno
Tabella Bonus sociale

Per ottenere il Bonus sociale è necessario soddisfare determinati criteri socio-economici come un tetto massimo ISEE e un numero di residenti non superiore ad una certa soglia, residenti nella stessa abitazione per la quale si vuole ricevere il Bonus.

Per quanto riguarda il Bonus sociale per motivi di disagio fisico, è possibile richiederlo in caso di grave malattia che costringe all’utilizzo di apparecchi elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita, riconosciuti dalla legge ed elencati in Gazzetta Ufficiale.

A partire dal 2021 non è necessario presentare più alcuna domanda per ricevere questo Bonus, perché è previsto l’accredito automatico in bolletta (come sconto) del Bonus per tutti i cittadini che soddisfano i requisiti e hanno ottenuto l’ISEE.

Questo sostegno economico durerà certamente fino a fine marzo 2023. Quindi, le famiglie con basso reddito o nuclei numerosi con 4 o più figli potranno godere di questo incentivo così significativo.

Ecco i requisiti, modificati, per poter godere del Bonus:

Il Governo Meloni ha stanziato, per l’ampliamento della platea, circa 2,4 miliardi di euro. Inoltre altri 9 miliardi di euro sono stati stanziati per permettere un azzeramento degli oneri di sistema in bolletta e per tagliare l’IVA sul gas e portarla al 5%.

Abbiamo visto gli aiuti sulle bollette per le famiglie italiane: il Bonus bollette ottenuto come benefit dalla propria azienda e il Bonus sociale.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp