Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus bollette per redditi bassi: è stato rinnovato

Bonus bollette per redditi bassi: è stato rinnovato

Bonus bollette per redditi bassi: la misura sarà rinnovata dal governo, si discute solo se e come ampliare la platea dei beneficiari.

di The Wam

Maggio 2022

Il bonus bollette per redditi bassi sarà inserito nel decreto che il governo si appresta a varare e che dovrebbe essere votato già domani. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Bonus bollette : da 6 a 10 miliardi

Ma il provvedimento deve essere ancora completato, ci saranno delle modifiche e non si esclude possano essere sostanziali. Il punto è questo: l’obiettivo del governo è quello di incrementare i fondi per il sostegno da 6 a 10 miliardi, ma evitando uno scostamento di bilancio.

I soldi indispensabili per aiutare le famiglie in difficoltà con il caro energia potrebbero arrivare anche questa volta da una tassa sugli extraprofitti delle aziende energetiche, aumentandola dal 10 al 15%. L’unico problema è che questa nuova “contribuzione” potrebbe essere bocciata dalla Corte Costituzionale.

Il provvedimento dovrebbe puntare su due aspetti in particolare:

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus bollette: sconto benzina fino al 30 giugno

Di certo sarà rinnovato fino al 30 giugno lo sconto di 25 centesimi sulle accise della benzina. Uno sconto che arriva al distributore a 30 centesimi, se vengono inclusi anche gli effetti conseguenti sull’Iva.

Bonus bollette 2022: come verificare se lo stanno applicando

Si cerca di contenere in tutti i modi il caro energia e il caro alimenti (entrambi causati dalla guerra in Ucraina) per evitare gli aumenti combinati di salari e prezzi che potrebbe causare una vera esplosione dell’inflazione.

Bonus bollette: fino a settembre?

Per le famiglie che hanno redditi bassi verrà dunque rinnovato e ampliato il bonus sociale. Si tratta di uno sconto direttamente in fattura del costo delle bollette.

La fascia Isee che potrà usufruire di questa agevolazione potrebbe essere portata a 15mila euro l’anno (si era partiti con 8.265 per poi salire a 12mila). L’alternativa altrimenti è quella di confermarlo com’è ma estenderlo fino a settembre (ecco il precedente decreto energia).

Bonus bollette 2022, è davvero automatico? Guida facile

Ma c’è all’interno del governo chi spinge per far salire lo sconto Isee anche alle famiglie che hanno fino a 20mila euro di reddito, così da ampliare in modo importante la fascia dei beneficiari.

Il problema resta uno soltanto: le risorse per provvedimenti così importanti non ci sono.

Bonus bollette e taglio del cuneo fiscale

Si lavora anche sugli stipendi provando a effettuare un taglio sul cuneo fiscale per i lavoratori. Ma le ipotesi in campo sono diverse. Vediamo quali:

Una ipotesi, la seconda, che sembrerebbe più gestibile, anche perché si tratta di una misura limitata a una sola erogazione. Il punto è che sono stati stanziati 800 milioni, decisamente troppo pochi.

La decontribuzione potrebbe essere più efficace, ma ha costi ancora più elevati.

Energia solare contro il caro bollette: è tutto più facile

Anche per questo Confindustria ha chiesto al governo uno stanziamento da 16 miliardi per un taglio più consistente del costo del lavoro che arrecherebbe vantaggi sia alle imprese, sia ai lavoratori. Ma è una cifra che sembra molto lontana dalle attuali possibilità di spesa del governo.

Molto più probabile il bonus direttamente sulle bollette. Per un consistente taglio del cuneo fiscale si aspettano tempi migliori.

Bonus bollette e imprese in crisi

Per le aziende in difficoltà a causa della guerra in Ucraina ci saranno sostegni per 400mila euro, un credito d’imposta per il gas e una serie di prestiti garantiti. Tra i requisiti richiesti c’è quello di aver fatturato almeno il 20% negli ultimi due anni di attività con Russia, Ucraina e Bielorussia.

L’altro requisito riguarda le materie prime, ovvero se l’aumento dei prezzi ha causato un aumento complessivo dei costi produttivi del 30%.

Altri aiuti saranno poi indirizzati alle aziende cosiddette energivore, quelle che per la produzione sono costrette a consumare alte quantità di gas.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp