Bonus bollette potenziato 2022: come avere sconti su gas e luce

Scopri come funziona il nuovo bonus bollette potenziato previsto per il terzo trimestre del 2022 e come ottenerlo subito.

7' di lettura

Scopri il nuovo bonus bollette potenziato previsto per il terzo trimestre del 2022 e come puoi fare ad averlo. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unicoLeggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

In questo approfondimento vedremo perché si parla di bonus bollette potenziato per il terzo trimestre del 2022. Di fatto è stata innalzata la soglia ISEE per accedere al contributo economico, che in questo modo sarà concesso a più famiglie.

Quali sono i requisiti per ottenere questo sconto? Li elencheremo fra pochissimo. Intanto leggi le ultime notizie sul bonus 200 euro contenuto nel nuovo Decreto Aiuti e scopri di quanto aumenteranno le pensioni di vecchiaia, le pensioni di invalidità, l’indennità di accompagnamento gli stipendi nei prossimi mesi.

Indice

Bonus bollette: sconti su luce e gas potenziati

Il terzo trimestre del 2002, quello che comprende i mesi di luglio, agosto e settembre, vede l’applicazione di un bonus bollette potenziato che permette alle famiglie di ottenere sconti maggiori sulla spesa di luce e gas.

Nella prima metà dell’anno, il bonus bollette ha aiutato i cittadini ad affrontare i rincari dell’energia, insieme agli assegni integrativi.

Il Governo ha adesso approvato un nuovo decreto Energia, con il quale ha innalzato la soglia per accedere al bonus da 8.265 a 12mila euro, ha prorogato la misura fino al 31 agosto 2022 e ha presentato le agevolazioni previste per il terzo trimestre.

Come per i primi sei mesi dell’anno, le agevolazioni del bonus bollette dipendono dal reddito e dal numero di componenti del nucleo familiare, come vedrai tra poco.

Il bonus bollette viene definito “potenziato” perché l’integrazione si concretizza in un assegno ricevuto in aggiunta ai già previsti sconti sulle fatture.

L’obiettivo è quello di non permettere che la spesa per l’energia subisca particolari variazioni del tempo nonostante i rincari.

Sempre in tema di risparmi, scopri anche come funziona il nuovo bonus trasporti pubblici.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus bollette gas e luce: requisiti per ottenerlo e principio di retroattività

Il Governo ha dichiarato che il bonus bollette gas e luce ha potere retroattivo. Cosa vuol dire questo? Vuol dire che, se nel corso del 2022 arriverai a presentare un Isee inferiore a 8.265 euro, il bonus sarà attivato da gennaio.

Se, invece, il tuo reddito è superiore a 8.265 euro ma inferiore alla nuova soglia, che come ti abbiamo detto è di 12mila euro, l’erogazione partirà da aprile, cioè dal mese a partire dal quale è stato innalzato il tetto.

Come puoi fare per ottenere il bonus bollette? Nulla di particolare: dovrai semplicemente presentare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) per ottenere un’attestazione Isee e il bonus ti verrà riconosciuto automaticamente, senza bisogno che presenti domanda. A meno che tu non sia afflitto da grave malattia o nel tuo nucleo familiare sia presente un malato grave, come ti diremo tra poco.

Anche nel caso in cui tu sia titolare di reddito di cittadinanza o di pensione di cittadinanza, il bonus ti verrà erogato automaticamente, in quanto l’attestazione Isee è stata già presentata per la richiesta del sussidio o comunque aggiornata per verificare i requisiti per il mantenimento dello stesso.

Nel caso in cui l’Isee dovesse arrivare dopo che hai pagato le bollette di luce e gas, se hai i requisiti per ottenerlo è prevista una compensazione per recuperare il bonus.

Scopri le nuove notizie sul bonus 200 euro su Rdc per sapere in quali date saranno erogati dall’INPS.

Bonus bollette: le agevolazioni sull’energia elettrica

I valori degli importi del bonus bollette luce sono stati definiti dall’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera).

In particolare, l’Arera ha previsto che:

  • per i nuclei costituiti da uno o due componenti, la compensazione è pari a 110,40 euro, che si va a sommare ai 128 euro previsti dal bonus ordinario;
  • per i nuclei da tre a quattro componenti, l’integrazione è di 134,32 euro, oltre al bonus di 151 euro;
  • per le famiglie con più di quattro componenti, l’importo della compensazione è di 157,32 euro, che si aggiunge ai 177 euro del bonus.

Bonus 10mila euro per i 18enni con Isee basso: leggi la nuova proposta del Pd.

Bonus bollette potenziato: come avere sconti su gas e luce

Bonus bollette: le agevolazioni sul gas

Il valore del bonus bollette su gas dipende:

  • dal numero dei componenti del nucleo familiare;
  • dalla categoria d’uso associata alla fornitura, ovvero acqua sanitaria e/o di cottura, riscaldamento o entrambi;
  • dalla zona climatica.

Per i tre mesi estivi, non sono inclusi, per ovvie ragioni, le categorie d’uso che includono il riscaldamento. Inoltre, non sono applicate delle distinzioni in base alle zone climatiche. In fondo, fa caldo dovunque e i riscaldamenti non vengono utilizzati, specialmente in questa rovente estate che stiamo attraversando!

Gli unici due tipi di integrazioni previste per il terzo trimestre, quindi, sono:

  • per le famiglie fino a quattro componenti, che riceveranno una compensazione integrativa di 5,52 euro;
  • per le famiglie con oltre quattro componenti, che otterranno una compensazione integrativa di 10,12 euro.

Anche nel caso del bonus bollette su gas, la compensazione si aggiunge al valore ordinario dell’agevolazione.

Ti mostriamo una guida illustrata per vedere come chiedere il bonus 200 euro per co.co.co e lavori occasionali.

Bonu bollette luce e gas con domanda per chi è affetto da grave malattia

Le uniche persone che devono fare domanda per il bonus bollette potenziato sono i clienti affetti da grave malattia o quelli presso i quali viva uno soggetto con queste particolarità e che richiede l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

Questi strumenti salvavita, che danno diritto al bonus bollette che garantisce sconti sul costo di luce e gas, sono state individuate tramite un decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011.

Il bonus sociale per disagio fisico non richiede limiti reddituali ma, in condizioni di reddito inferiore alle soglie di cui ti abbiamo parlato, è cumulabile con il bonus per disagio economico.

Gli incrementi previsti per i titolari del bonus per disagio fisico, la compensazione prevista è la seguente:

  • fino a 3kW per residente sarà di 36,8 euro se l’extraconsumo rispetto a un cliente tipo (2700 kWh annui) sarà inferiore a 600 kW/anno;
  • tra 600 e 1200 kW annui sarà di 63,48 euro;
  • se l’extraconsumo supererà i 1200 kWh/anno sarà di 91,08 euro;
  • per le fasce di potenza da 4,5 kW in su, la compensazione sarà di 90,16 euro.

Ecco gli altri articoli preferiti dai nostri utenti su tutti i bonus:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie