Bonus bollette, sconti per altri 3 mesi. E dopo?

Bonus bollette, sconti per altri 3 mesi: il provvedimento del governo a vantaggio delle famiglie con Isee basso e delle imprese. Confermata fino all'8 luglio la riduzione del costo della benzina mentre si accelera per i rigassificatori. Ma sul provvedimento pesano due incognite: la possibile sospensione delle erogazioni di metano dalla Russia e il costo dell'energia che non sembra destinato a scendere.

5' di lettura

Il Bonus bollette è stato prorogato per altri tre mesi, il provvedimento riguarda 28 milioni di persone con redditi bassi. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Il governo ha approvato sostegni per 14 miliardi contro il caro energia. I soldi arriveranno anche dalla tassa sui profitti extra delle aziende che producono energia, che sale al 25%. Confermato anche il taglio di 30 centesimi sul costo della benzina, ma fino all’8 luglio.

Una serie di provvedimenti che dovrebbero attutire sui cittadini e le imprese gli aumenti del gas e del petrolio.

Bonus bollette, come verificare che lo stanno applicando

Bonus bollette: una misura a tempo

Ma si tratta di misure a tempo, resta da sciogliere il nodo principale: fino a quando il governo sarà in grado di contenere gli aumenti? Ovvero, fra tre mesi sarà ancora possibile aiutare le famiglie con Isee basso o ridurre il costo del carburante al distributore?

Sull’immediato futuro pesa però anche un’altra incognita: nessuno può dire come finirà il braccio di ferro con la Russia che pretende il pagamento delle forniture di metano in rubli. A fine maggio il Paese potrebbe trovare ad affrontare un’emergenza ancora più grave: il razionamento del gas.

Ma andiamo con ordine.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus bollette: sconto del 25%

Il bonus bollette prevede uno sconto del 25% sui costi dell’energia per le famiglie con un reddito Isee fino a 12mila euro (sale a 20mila per le famiglie con 4 o più figli). Lo sconto sarà applicato direttamente sulla fattura di pagamento. Non sarà dunque necessario presentare richieste.

Ma non solo: il bonus bollette sarà anche retroattivo, coprirà anche il primo trimestre per gli italiani che sono rientrati nella fascia di tutela solo dopo che sono cambiati i requisiti.

Alcune forze di governo hanno provato ad innalzare il limite Isee fino a 15mila euro. Ma non è stato possibile: l’operazione avrebbe incrementato di troppo i costi del provvedimento.

Reddito energetico: pannelli solari gratis

Bonus bollette e Superbonus 110%

È stata anche approvato, nello stesso decreto, il Superbonus 110% per le villette.

Si potrà accedere all’incentivo fino al 30 dicembre del 2022, sarà necessario completare il 30% dei lavori entro il 30 settembre e non più il 30 giugno.

E per rendere ancora più semplice la possibilità di accedere all’incentivo nel calcolo di quel 30% di lavori completati, non saranno inclusi solo quelli riferiti al Superbonus ma anche le opere che sono state incentivate con percentuali più basse.

Bonus bollette: contributi alle imprese

Nel decreto ci sono anche contributi straordinari alle imprese per l’acquisto del gas. Avranno a disposizione un credito d’imposta che è stato portato al 25% (era al 20%). Aiuti ovviamente anche alle aziende che consumano molta energia, anche per loro contributo rafforzato, retroattivo e che potrà essere ceduto alle banche.

Bonus bollette: requisiti imprese

Il governo ha incluso nel provvedimento le imprese che hanno avuto contraccolpi negativi dalla guerra in Ucraina. In tutto è stato stanziato un fondo di 200 milioni. Il contributo massimo sarà di 400mila euro.

Per accedere a questo contributo bisogna rientrare in tre requisiti:

  • negli ultimi due anni devono aver realizzato operazioni di vendita di beni e servizi per non meno del 20% del fatturato;
  • il costo delle materie prime utilizzate deve essere aumentato almeno del 30%;
  • bisogna aver subito una perdita del fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente di almeno il 30%.

Pannelli solari sul tetto: niente autorizzazione. Come fare

Bonus bollette e rigassificatori

Ma resta quell’incognita: la possibilità che la Russia sospenda le erogazioni del gas per l’Italia (e il resto dell’Ue). Non siamo pronti, lo saremo forse per il 2024. Che oggi sembra lontanissimo. Ma anche per quella data bisogna accelerare.

Il governo punta sui rigassificatori, che trasformano il metano liquido trasportato sulle navi metaniere.

I rigassificatori non saranno su terra ferma ma su navi. La prima, di Snam, sarà operativa nei primi mesi del 2023.

Si punta ad attivare anche altri gasdotti e sono stati stretti accordi con diverse nazioni esportatrici di metano. Mentre nel frattempo si stanno studiando altre misure per accelerare il passaggio alle rinnovabili di molte famiglie o imprese e c’è sempre la possibilità di riattivare le tre centrali a carbone che sono state spente perché troppo inquinanti.

Ma è un passaggio stretto e difficile: nel frattempo nulla lascia immaginare una riduzione del costo dell’energia, anzi, tutti i segnali vanno nella direzione opposta.

Bonus bollette: fondi per i cantieri

Sono stati stanziati altri 2,5 miliardi per il 2023 e 1,5 per ogni anno a partire dal 2024 e fino al 2026, per arginare l’aumento esponenziale dei materiali da costruzione, dei carburanti e dei prodotti energetici utilizzati per gli appalti pubblici ed evitare che si blocchino i cantieri, Si tratta in particolare dei lavori che sono collegati alle opere del Piano nazionale di ripresa e resilienza. In questo caso la copertura dei costi a carico dello Stato sarà pari al 90%.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie